Reportage di evento

Un framework per la metodologia Agile firmato P4I all'evento WeDigital di Würth

Google, Meta, Alibaba, Loacker sono alcuni dei nomi delle importanti aziende che hanno preso parte all’evento di Würth Italia condividendo la propria esperienza di digital transformation. Ma non solo. Durante l’evento, P4I-Partners4Innovation, da 7 anni partner per l’innovazione di Würth, ha presentato un modello per l’applicazione della metodologia Agile nelle organizzazioni

08 Nov 2022

Beatrice Medved

Digital Marketing e innovazione (come Social Media, Performance Marketing, Virtual Sale, Metaverso e i nuovi modelli B2C e B2B) sono stati i temi al centro dell’evento WeDigital organizzato da Würth che si è tenuto lo scorso 19 ottobre presso il NOI Techpark di Bolzano, il parco scientifico e tecnologico dell’Alto Adige, che connette imprese, studenti universitari e territorio.

WeDigital nasce dalla volontà di Würth di porsi prima di tutto come partner delle realtà locali, per costruire una rete di persone intorno ad un ecosistema basato sull’innovazione” ha affermato Nicola Piazza, amministratore delegato di Würth Italia.

Ospiti eccellenti per un evento di valore: chi c’era al WeDigital 2022

Ospiti dell’evento WeDigital diversi speaker provenienti da aziende internazionali e del territorio che hanno raccontato il loro approccio al digitale, all’innovazione e alle nuove esigenze del cliente in un mondo sempre più digitalizzato.

WHITEPAPER
Data Quality, come ottenere dati affidabili per il Marketing e le Vendite
Big Data
Marketing

Ed è così che Google, Meta, Alibaba hanno illustrato le proprie progettualità distintive e l’approccio al cliente sulle loro piattaforme (sia B2C che B2B); Miele, Salewa, Loacker e Sportler hanno raccontato il loro personale percorso verso l’omnicanalità e il loro business DirectToConsumer, dall’e-commerce al social commerce, dal marketing funnel alla gestione dei social media aziendali, fino a progettualità innovative come la Consulenza Video di Miele o il lancio innovativo del nuovo brand LaMunt dell’Oberalp Group.

Il padrone di casa, Würth Italia, ha offerto interessanti spunti di riflessione raccontando il proprio approccio Open Data, la spinta innovativa nel settore offerta dal Metaverso e il percorso di riorganizzazione aziendale e creazione del dipartimento Digital, che 7 anni fa era stato supportato da P4I-Partners4Innovation, la società del gruppo Digital360 che offre servizi di Advisory e Coaching a supporto della trasformazione digitale e dell’innovazione delle imprese.

L’evento si è concluso con una tavola rotonda sui legami tra territorio, giovani universitari, aziende e digitalizzazione, alla quale hanno preso parte: Nicola Piazza CEO di Würth Italia, Laura Cavallaro Partner di Partners4Innovation, Luca Libonati Head of eCommerce di Miele Italia, Andrea Ballardini Head of Partners Development di Alibaba.com e il prorettore dell’Università di Bolzano Gamper Johann.

Come abbracciare la metodologia Agile, l’intervento di P4I-Partners4Innovation

L’intervento di Laura Cavallaro per P4I-Partners4Innovation si proponeva di raccontare l’approccio Agile e innovativo all’interno dell’organizzazione nel momento in cui risulta necessario un cambiamento, una riorganizzazione o la creazione di un nuovo dipartimento.

Attraverso la spiegazione dell’ Agile Organization Framework (creato da P4I) e della roadmap di sviluppo nelle fasi di incubazione, crescita e maturità che era stata utilizzata già dal 2015, Laura Cavallaro ha illustrato cosa significhi intraprendere nuovi progetti con la metodologia Agile e con il focus sulle proprie persone.

WeDigital 2022

Successivamente, con il supporto di Evelyn Dallapiazza – Head of Digital Marketing di Würth Italia – e Fabio Mellaia – Head of Digital Sales, Operations & E-Procurement di Würth – è stato raccontato il percorso di riorganizzazione passo per passo.

È stato difficile, abbiamo testato, sbagliato e portato a bordo esperti esterni. È stato come costruire una startup, ma con il supporto fondamentale del top management che ci accompagnato nel percorso. È, prima di tutto, un lavoro di competenze, servono skill specifiche perché non è un lavoro che si improvvisa. E l’esigenza sarà sempre più presente, perché il digitale è qui e ora”, ha affermato Evelyn Dallapiazza.

“È importante lasciarsi contaminare ed essere flessibili, delegare e lasciare spazio ai giovani innovativi che sono i veri portatori dell’innovazione e delle competenze digitali specifiche”, ha aggiunto Fabio Mellaia.

WeDigital 2022

Laura Cavallaro ha concluso affermando: “La transizione digitale è un tema che tocca tutti ed è inevitabile. In quanto esperta di tematiche di Engagement e Digital Transformation, quello che posso aggiungere, e che abbiamo potuto notare dalla testimonianza di Würth, è quanto sia importante la centralità delle persone come leva d’innovazione e ingaggio”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4