Previsioni

CFO 2023, 5 trend di innovazione digitale della funzione Finance secondo Deloitte

Automazione dei processi, reportistica self service in tempo reale, nuovi modelli di erogazione dei servizi: i direttori finanziari dovranno uscire dalla loro zona di comfort. Come cambia la funzione AFC in un report Deloitte

09 Nov 2022

Annalisa Casali

Margini sempre più esigui, normative più rigorose e uno scenario macroeconomico davvero molto complesso. Sono queste alcune delle sfide che i Chief Financial Officer (CFO) si trovano ad affrontare oggi. Il rischio di perdere opportunità concrete o, peggio, di perseverare nel circolo vizioso di sprechi e inefficienze è sempre dietro l’angolo. Molti, moltissimi anzi, gli aspetti da gestire e monitorare: in un mondo in cui ogni punto percentuale di margine conta e la concorrenza è in costante aumento, i CFO non possono permettersi di ignorare l’urgenza della trasformazione digitale della funzione Finance per il 2023.

Processi e flussi di lavoro complessi gestiti all’interno di applicazioni e ambienti digitali obsoleti non devono più appartenere al quotidiano del team AFC (Amministrazione Finanza Controllo), perché la capacità di supportare i processi decisionali strategici e tattici in modo efficace rappresenta il fattore critico di successo più importante.

Finance 2023, gli scenari

Le tecnologie digitali sono già oggi – e lo saranno sempre più in futuro – la spina dorsale su cui poggia l’evoluzione della funzione Finance.

WHITEPAPER
Porta la cultura del dato a ogni livello aziendale

Tra gli elementi che più di altri contribuiscono a definire gli scenari c’è senz’altro la necessità di “rimanere al passo” con i risvolti della compliance sul business. I regolamenti settoriali, nazionali e internazionali sono sempre più complessi e le sanzioni più aspre. Questo significa che gli errori contabili possono trasformarsi potenzialmente in un vero e proprio boomerang finanziario per l’azienda.

Proprio in questo contesto, il digitale può esprimere il suo vero potenziale: sistemi di controllo completamente automatizzati possono eliminare il rischio di omissioni ed errori. Algoritmi potenti assicurano che i dati non vengano solo elaborati correttamente ma anche convalidati, garantendo quella consistenza che rappresenta la base su cui poggia un processo decisionale efficace.

A migliorare, quindi, non sono solo la trasparenza e l’integrità dei “numeri”, ma anche la reattività della funzione Finance di fronte alle turbolenze del mercato e soprattutto l’efficienza operativa, per cui è possibile “ottenere di più con meno”.

Finance 2023, da dove si comincia

Ma da dove si comincia, concretamente, a innovare la funzione AFC? Alcune direttrici di investimento le ha date nei giorni scorsi Deloitte nelle sue Predictions. La società di consulenza individua, in particolare, 5 aree oggetto di attenzione. Vediamole insieme.

Automazione e semplificazione

Negli anni a venire, l’ERP, l’automazione e l’innovazione dell’intelligenza artificiale basate su infrastrutture e ambienti Cloud continueranno a crescere, abilitando nuove opportunità per semplificare radicalmente i processi AFC e liberare le persone dai compiti più ripetitivi e a basso valore aggiunto.

L’aggiunta della Blockchain al mix tecnologico accelererà ulteriormente questa tendenza. La funzione Finance sarà probabilmente più snella e gli operatori saranno impiegati principalmente nell’organico della finanza operativa (Order-to-Cash, Procure-to-Pay, contabilità transazionale ecc.).

Nel frattempo, le aspettative di supporto da parte della finanza strategica cresceranno in particolare intorno ad alcune aree – partnership commerciali, pianificazione, budgeting e forecasting – e al CFO verrà richiesto sempre più spesso di traslare i modelli di governance e le prassi di business in un flusso di processi automatizzati in tempo reale, il cui monitoraggio continuo diventerà indispensabile.

Focus su insight e servizi

La capacità di mantenere inalterate le risorse attualmente sotto il suo controllo dipenderà dall’abilità della funzione Finance di garantire valore al business.

Alcune organizzazioni AFC evolveranno in veri e propri centri servizi aziendali a tutti gli effetti. La finanza specializzata (fiscalità, tesoreria, Investor Relations ecc.) continuerà a crescere e a richiedere competenze sempre più specialistiche.

Il forecasting più di routine verrà preso in carico dagli algoritmi e revisionato da team di operatori eterogenei, che comprenderanno sempre più di frequente anche figure come i Data Analytist.

Il lavoro del team si sposterà sempre più dal budgeting e dalla reportistica alla pianificazione di scenario e all’Advanced Forecasting.

Gli operatori passeranno sempre meno tempo a preparare i dati da sottoporre ad analisi e sempre più tempo a comprendere le dinamiche di probabile crescita del business. 

Più spazio al fai-da-te

Le aspettative in merito alla reattività e alla qualità del lavoro della funzione crescono e questo spinge verso la diffusione delle soluzioni Self Service, che permettono ai manager la visualizzazione delle informazioni rilevanti in autonomia. Dalle query sui budget alla produzione di report, molte attività in carico al team Finance verranno progressivamente automatizzate.

Col tempo, infatti, agenti intelligenti e algoritmi di Intelligenza Artificiale sempre più sofisticati impareranno a fornire le informazioni più pertinenti ai soggetti che le richiedono, in base ai loro bisogni. Spesso anche proattivamente, quindi ancor prima che gli venga richiesto di farlo. I dati contenuti nella “Bibbia” del personale AFC, ovvero i fogli di calcolo, saranno progressivamente sostituiti da grafici di Data Visualization intuitive, facili da consultare e interpretare in totale autonomia dall’utente.

Addio alle chiusure

Quando sia i dati effettivi che le previsioni possono essere prodotti istantaneamente su richiesta, allora anche i cicli tradizionali di budgeting diventano meno rilevanti.

La vecchia distinzione tra dati operativi e dati transazionali comincia gradualmente a scomparire. I team Finance dovranno comunque continuare a soddisfare le richieste di produzione di report con carattere ricorrente.

Secondo gli analisti di Deloitte, però, le organizzazioni leader di mercato opereranno con un nuovo mantra: la chiusura non esiste. Addio quindi alle previsioni mensili, trimestrali e annuali, perché tutto accade in Real Time.

Molti cicli finanziari, oggi, sono dettati da limitazioni della tecnologia e dell’elaborazione dei dati. Nel momento in cui le informazioni diventano però immediatamente disponibili, e soprattutto fruibili per coloro che ne hanno bisogno, le persone del team AFC potranno concentrarsi sugli insight e le componenti previsionali del proprio lavoro. Così facendo, potranno permettere alla funzione Finance di “sprigionare” tutto il suo vero potenziale.

Finance-as-a-Service, largo a nuovi modelli operativi (e di lavoro)

Nel momento in cui le soluzioni di Robotic Process Automation, algoritmi di AI e Machine Learning potenzieranno progressivamente conoscenze e competenze degli operatori dell’area AFC, emergeranno nuovi modelli di erogazione dei servizi. Il Finance-as-a-Service, secondo gli esperti di Deloitte, guadagnerà terreno specie nelle società di medie e grandi dimensioni.

L’automazione fornisce una nuova leva per la gestione ottimale dei costi, che offre l’opportunità di rivalutare il modo in cui le persone che operano nella funzione Finance sono organizzate, dove viene svolto il lavoro e quali tipi di processi non richiedono più l’intervento umano.

La necessità di creare team dinamici e interfunzionali, che si occuperanno di erogare funzionalità di reportistica in tempo reale, insight e proiezioni, metterà a dura prova le organizzazioni che non si stanno preparando adeguatamente al cambiamento. Buone doti di leadership, un Change Management ben concepito e realizzato, saranno essenziali per governare questa transizione.

Finance 2023, il ruolo delle risorse umane

Con la pressione crescente sul CFO da parte delle linee di business e della C-suite, può essere facile dimenticare una verità essenziale: il futuro della funzione Finance verrà plasmato dalla sinergia tra tecnologie pertinenti e team adeguatamente qualificati, disponibili a lavorare su obiettivi di lungo termine sempre più sfidanti.

I talenti impiegati nella funzione Finance stanno cambiando rapidamente con l’ingresso di figure del tutto nuove nei team. Data Scientist, esperti di Data Visualization e Business Analyst, per esempio. Questo rappresenta un cambiamento epocale per molte organizzazioni.

Per essere pronto a questa evoluzione, il CFO dovrà assicurarsi che le nuove assunzioni siano “future proof”, ovvero a prova di futuro, con particolare riguardo non solo alle competenze tecniche ma soprattutto alle Soft Skill. Tra le qualità più importati, la flessibilità, la propensione al lavoro in team e alla collaborazione. L’introduzione di tecnologie all’avanguardia deve andare quindi di pari passo con la capacità di promuovere cambiamenti culturali e organizzativi adeguati in tutta la funzione.

WEBINAR
29 Novembre 2022 - 14:30
Aumento dei costi per le aziende: best practice e tecnologie per risolvere le criticità
Acquisti/Procurement
Amministrazione/Finanza/Controllo
@RIPRODUZIONE RISERVATA
Annalisa Casali

Giornalista professionista, da oltre vent’anni scrive di innovazione del business in chiave digitale ma senza tradire il suo “primo amore”, il marketing. Curiosa per natura, cerca di spiegare le tecnologie e i tech trend con un linguaggio semplice.

Canali
F
Finance
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
CFO
D
Digital Transformation
F
finance

Articolo 1 di 4