L’eCommerce di Alce Nero decolla grazie a una gestione innovativa della supply chain - Digital4

Success Story

L’eCommerce di Alce Nero decolla grazie a una gestione innovativa della supply chain

Il marchio di prodotti biologici ha rivisto nel 2019 l’organizzazione del magazzino e la logistica affidando a Toyota Material Handling Italia la progettazione e l’attivazione del nuovo modello che prevede l’utilizzo del supervisore d’impianto Silwa di Stesi, per gestire il picco di richieste e gli ordini quadruplicati. Oltre a una maggiore efficienza, la soluzione garantisce tracciabilità, velocità e precisione nelle consegne ai clienti, sia B2C che B2B

11 Mag 2021

Irene Canziani

Volumi di fatturato più che quadruplicati, efficienza e tracciabilità ottimizzate, predisposizione di una struttura che ha permesso di affrontare al meglio l’ondata di ordini online che ha seguito la pandemia: questi, in grande sintesi, i risultati di un progetto che ha potenziato la logistica dell’eCommerce di Alce Nero, marchio d’eccellenza che offre una vasta gamma di prodotti e alimenti provenienti da agricoltura biologica.

L’intervento ha rivisto radicalmente il proprio impianto logistico: dall’organizzazione del magazzino alla gestione dell’intera Supply Chain. Una scelta che si è rivelata lungimirante e che è stata premiata dall’evolversi del mercato, visto che come ben sappiamo l’emergenza sanitaria esplosa nel 2020 ha portato, tra le altre conseguenze, ad una vera e stabile rivoluzione nei consumi che oggi si rivolgono sempre più al web.

Le esigenze di Alce Nero

Alce Nero partiva dalla necessità di riorganizzare, all’interno della propria catena logistica, un reparto di preparazione prodotti b2c che si presentava poco funzionale, unito (e in qualche modo confuso) alla parte b2b, senza una gestione dedicata e una differenziazione dei propri processi e flussi.

L’assenza di un approccio strutturato rendeva la gestione dell’ eCommerce poco funzionale ed efficiente, costringendo gli operatori a operazioni inutili come spostamenti tra magazzini, separazione fisica della merce per garantire scorte, movimentazione di lotti e altre problematiche collegate.

Toyota Material Handling Italia e la soluzione Silwa

I vertici aziendali si sono così rivolti a Logistics Solutions di Toyota Material Handling Italia che, grazie alla partnership con Stesi, è tra i pochissimi fornitori di software Warehouse Management System (WMS) ad avere una soluzione nativa su Android: si tratta di Silwa, un sistema proprietario composto da diversi moduli in grado di soddisfare l’intero spettro di esigenze di warehouse e supply chain management nei più diversi settori, che può essere facilmente integrato a monte con i sistemi ERP aziendali (e quindi con le funzioni commerciale, amministrativa e logistica), a valle con tutti i dispositivi fisici presenti in magazzino (dalle bilance alle etichettatrici). La forza di Silwa sta nel suo essere libera da vincoli con partner o fornitori, nella completezza delle applicazioni proposte e nelle ampie possibilità di personalizzazione in base alle necessità del cliente.

I benefici

L’implementazione di Silwa all’interno della supply chain ha apportato numerosi benefici. Parlando nello specifico dell’eCommerce, migrare ad un’applicazione dipartimentale dedicata e, allo stesso tempo, integrata in una soluzione organica ha permesso di avere una “regia” unica per la gestione dei rapporti b2b e b2c, con ricadute positive in termini di aumentata efficienza della struttura e risparmio di tempo. Il singolo ordine viene gestito più rapidamente e in magazzino si è recuperato spazio, dato che gli operatori non sono costretti a provvedere a separazione o movimentazioni inutili di merce. Tutto ciò ha permesso una maggiore capacità di gestione di volumi di ordini, più precisione nelle consegne e capacità livelli di servizio ottimali, voce di primaria importanza in un mercato in cui ormai il fenomeno Amazon impone standard sempre più alti. Inoltre, la piattaforma ha abilitato una logica omnicanale, con la capacità di gestire lo stesso livello di servizio su più ambiti, reparti e canali di vendita, sull’eCommerce come sui negozi fisici, semplificando la tracciabilità dei prodotti.

Ordini quadruplicati nel 2020

I risultati, in termini numerici, sono quelli già accennati: + 357% nel numero di ordini soddisfatti nel secondo semestre 2020 sul pari periodo dell’anno precedente, con un fatturato eCommerce che ha toccato picchi del + 80% .

E la tendenza non ha rallentato neanche una volta terminato il lockdown, mettendo le basi per una crescita stabile e duratura nel commercio online senza la necessità di impiegare nuove risorse umane e con una netta diminuzione dei tempi di preparazione degli ordini.

Parlando nello specifico di tracciabilità, Silwa, che integra un modulo dedicato, ha permesso di ottimizzare il flusso di informazioni real time e senza errori lungo tutta la filiera e fino alla vendita online, aspetto essenziale nel settore agroalimentare e tanto più per un’azienda che fa dell’alta qualità e del biologico le sue connotazioni principali.

Alce Nero, Toyota e Stesi insieme verso il futuro

Dopo il Covid, niente è come prima. Quello che la pandemia ha portato nelle vite di tutti è stato un cambiamento permanente, e questo vale soprattutto per le abitudini di acquisto dei consumatori. Dopo il picco nelle vendite eCommerce di ogni settore, dovuto al lockdown di marzo-aprile 2020, ci si aspettava un graduale ritorno alla normalità pre-emergenza, ma questo non è avvenuto, almeno non totalmente. Il cambiamento è divenuto strutturale e lo testimoniano, tra l’altro, i dati dell’Osservatorio eCommerce b2c del Politecnico di Milano, che fotografa una crescita del 20% negli acquisti online del settore alimentare nel secondo semestre 2020 rispetto al 2019.

Per Alce Nero, il nuovo assetto dell’eCommerce si è rivelato perfettamente all’altezza della mutata situazione. Grazie a Silwa il consolidato è sufficiente alla gestione degli aumentati volumi di vendite del new normal. Guardando al prossimo futuro, il marchio sta valutando di procedere alla riorganizzazione fisica del magazzino e dei propri spazi, ampliando contemporaneamente (nell’arco dei prossimi 2-3 anni) il proprio catalogo e incrementando ulteriormente i propri volumi. Stesi rimane saldamente al fianco dell’azienda per supportarla nella sua crescita e nell’ottimizzazione dei processi logistici; il primo obiettivo per il 2021 è la valutazione dell’inserimento all’interno di Silwa del modulo Slot di carico, per la gestione delle banchine Carico/Scarico con prenotazioni e schedulazione.

«La nostra forza sta nella consolidata capacità tecnica di gestione trasversale rispetto al settore merceologico – afferma Emilio Collot, direttore commerciale di Stesi -. Siamo in grado di applicare il nostro valido modello di gestione all’alimentare, al meccanico e ad altri comparti, allo stesso tempo adattandolo e personalizzandolo completamente per soddisfare le esigenze di ogni cliente. A consentire ottimi risultati è la perfetta integrazione tecnica e organizzativa dei reparti: produzione, distribuzione, sito web».

Emilio Collot

Direttore commerciale di Stesi

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Irene Canziani
Giornalista
Argomenti trattati

Personaggi

Emilio Collot

Aziende

Stesi

Approfondimenti

E
ecommerce
L
Logistica
W
Warehouse Management System

Articolo 1 di 4