Digital360 Awards 2020

Natuzzi adotta la realtà aumentata per una shopping experience innovativa

Molto apprezzata dai clienti, l’innovativa soluzione trasforma la shopping experience in un momento di intrattenimento coinvolgente e personalizzato: è possibile entrare nello store, vivere un tour immersivo, esplorare e osservare i prodotti, interagire con l’assistente di vendita. Il progetto si basa sulla piattaforma Augmented Store at Home di Hevolus, che sfrutta tecnologie di Mixed reality, Augmented reality e intelligenza artificiale

30 Lug 2020

Redazione

Natuzzi sperimenta la realtà aumentata, grazie a Hevolus. Il brand italiano, che produce divani, poltrone, mobili e complementi d’arredo, ha realizzato il progetto Augmented Store At Home che rende il negozio digitale e intelligente, visitabile anche da casa. Il progetto è risultato finalista ai Digital360 Awards 2020 per la categoria CRM / Soluzioni per Marketing e Vendite – Realtà aumentata. L’obiettivo è compiere quello shift dal fisico al digitale che consente all’intera industria del retail di garantire continuità di business, e di fruire di strumenti di contatto e customer engagement anche da remoto.

Come funziona Augmented Store At Home

La piattaforma di servizi digitali Augmented Store At Home di Hevolus Innovation risponde alle attuali (e future) esigenze dell’intero comparto retail sfruttando il potere delle tecnologie di Mixed reality, Augmented reality e intelligenza artificiale.

Utilizzando i dispositivi mobili più comuni, il cliente può entrare nello store, vivere un tour immersivo in realtà aumentata, esplorare e osservare i prodotti, ma anche interagire con l’assistente di vendita il cui consiglio per certi acquisti in particolare è fondamentale.

La soluzione è Multi-device e multiplayer, supportata da tutti i principali dispositivi mobili iOS e Android e, grazie alla piattaforma di sviluppo UWP, è fruibile anche con Windows 10, Microsoft HoloLens 2 e visori di Mixed reality immersiva. E’ stata realizzata con tecnologie e servizi Microsoft intelligenti, tra cui: Azure Spatial Anchors v2.2.1; Azure Active Directory; Azure Remote Rendering; PowerBI; Universal Windows Platform; Windows Mixed Reality; MRTK v2; HoloLens 2.

Gruppo Natuzzi e la realtà aumenta: i vantaggi del progetto

«Oggi la realtà mista offre possibilità infinite e permette di trasformare la shopping experience in un momento di intrattenimento totalmente coinvolgente e personalizzato. La reazione dei clienti è strabiliante», ha dichiarato Pasquale Junior Natuzzi, Creative Director and Stylist di Natuzzi.

Pasquale Junior Natuzzi

Creative Director and Stylist di Natuzzi

Gli uomini di Natuzzi si sono resi conto che l’Augmented Store at Home è vincente in termini di relazioni con i clienti, ma non solo. Le tecnologie intelligenti aumentano drasticamente le prestazioni in euro al metro quadro e incidono su importanti parametri di business: il Sales Lead Time si riduce del 50%, l’Order Conversion Rate aumenta del 40% e i ricavi aumentano del 35%.

L’uso della realtà mista ha anche il potenziale di influenzare positivamente il processo di apertura di nuovi negozi con un nuovo format: minore superficie espositiva, localizzazione in pieno centro urbano, esposizione virtuale infinita, offrendo ai clienti un modo per sperimentare cose che prima erano inimmaginabili!

«Essere in grado di aprire una piccola boutique con una collezione virtuale illimitata è un modo eccellente per facilitare la diffusione del brand a un pubblico più ampio» ha concluso PJ Natuzzi.

Inoltre, grazie all’integrazione di Microsoft Dynamics 365, servizi Azure e Power BI, lo store manager ha accesso immediato agli insights della sessione di visita e può utilizzare i dati comportamentali raccolti per profilare al meglio il cliente e offrire un servizio sempre più personalizzato.

Il Gruppo Natuzzi ha realizzato il progetto adottando la metodologia Agile Software Development, con un’implementazione in tre fasi.

  1. Ideazione della scena e delle interazioni utente, progettazione della User Interface e User eXperience, modellazione, adattamento e ottimizzazione degli elementi 3D, applicazione delle texture in alta qualità, realizzazione delle scene concordate con il cliente, sviluppo desktop app, sviluppo Mixed Reality e HoloLens2 app, test operativi.
  2. Presentazione della soluzione al cliente, raccolta dei feedback di miglioramento, allineamento con le specifiche concordate. In questa fase vengono eventualmente rieseguiti gli step della fase 1 fino al soddisfacimento delle richieste del cliente.
  3. Test finali, presentazione al cliente e rilascio in produzione.

Digital360 Awards 2020 ecco gli sponsor

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4