Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Data-driven Marketing

Precision Marketing: cos’è e come aiuta le imprese a conquistare i consumatori

Il Marketing di precisione permette di proporre il contenuto idoneo all’utente giusto e nel momento ideale per l’acquisto. Come utilizzarlo? Se ne parla quest’anno al Philip Kotler Marketing Forum (PKMF), l’evento di formazione sul marketing strategico che si svolgerà il 30 novembre e il 1° dicembre a Bologna, in F.I.C.O. Eataly World

03 Ott 2018

Marco Raspati

Il Precision Marketing è un approccio scientifico che analizza i passaggi e le azioni compiute dall’utente impegnato in un processo di consumo (customer journey). Questa analisi conduce alla raccolta di un serbatoio dati molto specifici, utili a tracciare con chiarezza l’identikit dell’utente. Proprio la conoscenza certa del consumatore è la prima conquista a che il marketing di precisione assicura. Un traguardo non da poco, nello scenario del mercato odierno, fluido, iper-connesso e gremito di big data, dove l’individuazione del consumatore e dello spettro di preferenze che lo designa rischia di diventare una chimera.

Il Precision Marketing serve a costruire una User Experience eccellente

Con il Precision Marketing si governano informazioni ad alto grado di originalità, che diventano tessere cruciali per la costruzione di strategie personalizzate, imperniate su bisogni e desideri reali dell’utente. Questo rende il Precision Marketing lo strumento principe nella costruzione di una user experience significativa e significante. Attraverso il Philip Kotler Marketing Forum 2018 si intende veicolare una formazione specifica sulle opportunità e gli sviluppi di questo metodo innovativo. A parlarne il Prof. Philip Kotler, padre fondatore del marketing strategico che con le sue teorie ispira l’evoluzione del business e della cultura imprenditoriale da oltre 20 anni e Martin Lindstrom, fondatore del Neuromarketing e conclamato brand futurist, che vede negli small data i cardini delle strategie vincenti e le spie dei trend futuri su cui investire.

Gli ambiti di applicazione e le tecnologie correlate

Gli ambiti di applicazione di questo metodo sono davvero molteplici, sicuramente i contesti più interessanti dove già stanno germogliando le prime “rivoluzioni” sono le frontiere del digital, del retail, del blockchain e del food marketing.

Sul fronte del digital l’acquisizione e l’impiego di dati “precisi” sono mutuati da un apparato di strumenti sempre più raffinati e visionari. I progressi dell’intelligenza artificiale, la capacità di progettare dispositivi che dialogano con l’utente tenendo conto delle sue specificità, le espansioni percettive consentite dalla realtà aumentata, l’accelerazione dei processi attraverso il machine learning sono affascinanti premesse di un nuovo mondo che il Precision Marketing contribuisce a disegnare. Altrettanto intriganti gli sviluppi sul fronte del retail marketing dove da tempo, superato il dilemma online/offline si è alla ricerca di una nuova epistemologia, più avanzata e ibrida che sappia creare, comunicare ed esprimere un valore superiore proprio muovendo dalle richieste del consumatore.

Altrettanto importante è il ricorso ai dati specifici quando si parla della nuova Internet o blockchain che con le sue prerogative di immutabilità, trasparenza e sicurezza stabilisce un nuovo codice di condotta per il mercato e i processi aziendali. E infine, altro settore a cui i marketers devono guardare con crescente interesse è il food. Il food in Italia è ormai da molti anni quasi un vivaio sperimentale per le strategie di marketing, qui le innovazioni attecchiscono e prolificano con uno slancio che è difficile trovare in altri settori. E il marketing di precisione è senza dubbio è per la Food Industry una leva interessante, perfettamente commisurata al coefficiente di differenziazione che connota questo mercato e al tempo stesso, agile quanto basta per stare al passo con le repentine trasformazioni che lo attraversano.

Il marketing di precisione è quindi uno strumento tattico e strategico, che riserva grandi sorprese per il futuro, molto più di un metodo di ausilio, esso rappresenta per le imprese un nuovo modo di pensarsi e progettarsi nel mercato globale con lucidità di intenti e efficacia d’azione.

*di Marco Raspati, Ceo di Nexo Corporation, main partner del PKMF18

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Marco Raspati
Ceo di Nexo Corporation, main partner del PKMF18

Articolo 1 di 4