Ai e Marketing: così Tender Capital ha migliorato il posizionamento online

Digital360 Awards 2021

AI e Marketing: Tender Capital aumenta traffico Web e brand awareness con una "smart SEO machine"

La società finanziaria, player internazionale nel settore dell’asset management e specializzata in fondi alternativi di investimento, per rafforzare il posizionamento online ha utilizzato un motore di machine learning applicato alla SEO, aumentando la visibilità dei brand attraverso contenuti ottimizzati per l’algoritmo dei risultati di ricerca di Google, un’attività di solito effettuata a mano

23 Ago 2021

Redazione

Una interessante e innovativa applicazione dell’intelligenza artificiale nel marketing è stata utilizzata con successo da Tender Capital, gruppo europeo basato a Londra tra i più dinamici player internazionali indipendenti nel settore dell’asset management e specializzato in fondi alternativi di investimento. Con l’obiettivo di aumentare il proprio posizionamento online, la società ha utilizzato AIDA, tecnologia di machine learning applicata alla SEO – Search Engine Optimization sviluppata da Wellnet (società controllata dal Gruppo Prismi). Il risultato? Una maggiore visibilità del sito Web sulle aree semantiche coerenti con il core business dell’azienda utente, ovvero i fondi di investimento, con particolare focus su quelli alternativi, per rafforzare la conoscenza del brand.

Il progetto AIDA – smart SEO machine – realizzato per Tender Capital è risultato finalista ai Digital360 Awards 2021 per la categoria Machine Learning e Intelligenza Artificiale). L’applicazione riesce a effettuare calcoli impossibili per la mente umana e porta in evidenza i parametri che, dal punto di vista dell’analisi statistica, sembrano premiare le pagine web che Google posiziona in cima alla SERP – Search Engine Results Page.

A cosa serve la SEO e il ruolo dell’AI

Con SEO (Search Engine Optimization) si intende l’insieme di pratiche utili per rafforzare la visibilità di un sito internet favorendone la posizione nelle classifiche dei motori di ricerca, nello specifico, nei risultati non a pagamento, detti organici.

La SEO è una disciplina fortemente influenzata dalla bravura e dal tempo a disposizione dello specialista, nonché dalla sua specifica conoscenza del settore. Non vi sono criteri oggettivi su cui basare le lavorazioni e ottenere, con ragionevole confidenza, risultati certi.

L’intelligenza artificiale di AIDA rappresenta un’innovazione nel modo di fare SEO perché abbina strumenti scientifici e complesse analisi numeriche nel supportare il lavoro del SEO Specialist. Fornisce, in base all’analisi di keyword e al dominio semantico delle ricerche legate a una specifica industry, indicazioni strategiche per ottimizzare il sito, seguendo criteri oggettivi e rigorosamente data driven.

Le fasi del progetto

Le attività si sono articolate in due fasi, dette “run”, in cui il motore di intelligenza artificiale di AIDA è stato utilizzato per diversi scopi e sfruttandone diverse funzionalità.

Nella prima run, effettuata nel 2019, ci si è concentrati sull’analisi del sito web esistente, che ha portato a insights di ottimizzazione utili sia per migliorare fattori tecnici che influiscono sul posizionamento (come, per esempio, la velocità del sito, la qualità del codice con cui è scritto e il peso delle immagini), sia per individuare i contenuti editoriali su cui lavorare per far crescere traffico e visualizzazioni.

Una volta terminate le osservazioni preliminari ci si è potuti dedicare alla stesura di oltre 20 articoli SEO-oriented, confluiti poi nella sezione “Hungry Minds” del sito.

Grazie ad AIDA è stato possibile individuare i fattori di ranking prioritari per Google (correlati da relative soglie matematiche) e i temi più significativi di cui trattare ed è stato possibile redigere un piano editoriale data driven, sfruttando i suggerimenti forniti dall’Intelligenza artificiale.

In seguito, è stata aperta una nuova sezione sul sito, “Le parole chiave dell’investimento”, costituita da pillar page, ovvero pagine incentrate su temi legati al mondo della finanza, dense di contenuti, che hanno l’obiettivo di fornire al lettore un’idea generale dell’argomento senza scendere troppo nello specifico.

Nel 2020 si è proseguito con la seconda run di AIDA, che ha avuto come scopo principale l’aumento di visibilità del sito su aree semantiche caratteristiche e distintive dell’attività di Tender Capital, ovvero i fondi di investimento alternativi. In tale seconda fase AIDA, tenendo conto delle tre tipologie di “search intent” (navigazione, informazione e transazionale) è stata in grado di determinare le attività da fare, gli argomenti e le parole chiave decisive per posizionarsi con precisione in questo contesto.

Queste azioni hanno portato alla stesura di una nuova SEO strategy e di un nuovo piano editoriale, composto da 28 articoli dai contenuti specifici del settore della gestione del risparmio.

Il costo dell’implementazione della soluzione AIDA per Tender Capital è stato di circa 60mila euro sui 2 anni.

I vantaggi ottenuti utilizzando AIDA per la SEO

Secondo dati forniti dall’azienda, a luglio 2020 risultava che il traffico da ricerche organiche era aumentato nel periodo gennaio-luglio 2020 di circa il 280% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il sito Tender Capital è passato da circa 19.000 visite a un totale di circa 66.000 (+350%).

Inoltre, il peso del traffico SEO sul totale è passato dal 28% del 2019 a quasi l’80% del 2020 (a parità di budget advertising investiti).

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4