Success Story

Nespresso ottimizza riordini e scorte con una soluzione di gestione end-to-end della Supply Chain

Previsioni di vendita più accurate e una catena di approvvigionamento snella per la rete retail, circa 70 boutique in Italia, grazie a una piattaforma digitale fornita da ToolsGroup. Così il brand del caffè riesce a tenere al minimo i livelli di stock di capsule e macchine e migliorare il servizio ai clienti, garantendo la disponibilità di prodotto in tutti i canali di vendita. Parla Simone Zaffuto, Supply Chain Manager presso Nespresso Italiana

21 Feb 2022

Manuela Gianni

Rendere disponibile ai clienti l’intera gamma di capsule e macchine del caffè su tutti i canali di vendita, e in particolare nelle oltre 70 boutique in Italia, ottimizzando al contempo il livello delle scorte. È la sfida che Nespresso ha affrontato digitalizzando la catena di fornitura end-to-end – dalle previsioni di domanda fino alla consegna degli ordini nei punti vendita – grazie a una piattaforma digitale fornita da ToolsGroup. Ne abbiamo parlato con Simone Zaffuto, Supply Chain Manager di Nespresso Italiana.

Simone Zaffuto

Supply Chain Manager di Nespresso Italia

In che contesto nasce il progetto?

Viviamo in un contesto di business sempre più dinamico e veloce, che spinge le organizzazioni come Nespresso a ricercare soluzioni innovative in grado di semplificare le attività e ridurre le inefficienze in tutta la catena del valore. Siamo sempre spinti da un forte orientamento al continuous improvement, e in ambito Supply Chain abbiamo sentito la necessità di ricercare uno strumento in grado di supportare l’area di Demand and Supply per poter garantire ai nostri consumatori un livello di servizio eccellente. La soluzione introdotta (ToolsGroup SO99+) ci ha permesso di aumentare sensibilmente il controllo end-to-end del processo di riapprovvigionamento della nostra rete Retail. Ottimizzare la Supply Chain significa garantire livelli di servizio eccellenti per i clienti che utilizzano le nostre Boutique come canale di acquisto.

Più in dettaglio, quali criticità avete indirizzato con la soluzione?

Le sfide del network Retail in termini di numeriche e formati sono sempre maggiori. In base ai forecast giornalieri e ai vincoli di riapprovvigionamento come ad esempio storage capacity, safety stock, stock, lead time, ecc. il tool semplifica l’attività di creazione degli ordini dei singoli punti vendita e il monitoraggio dei livelli di stock.

Inoltre, un sistema di real-time alerting ci segnala se e dove ci sono rischi di out of stock (scorte esaurite – ndr) per permetterci un’immediata azione correttiva. Questo è uno tra i plus più importanti che ci permette di soddisfare le aspettative dei nostri consumatori.

In cosa consiste la soluzione tecnologica adottata?

Il tool integra i moduli di Demand Planning, Fulfilment and Replenishment per permettere di intercettare al meglio tutte le variabili esogene ed endogene che impattano tutte le fasi della catena, dal Demand Forecasting al dimensionamento degli ordini di replenishment dei punti di vendita.

Quali attività sono state automatizzate e quali vantaggi ne derivano?

Abbiamo avuto la possibilità di automatizzare diverse attività in una logica di efficienza e migliori risultati, dall’integrazione dei database di data input alla proposta di ordine, passando dall’attività di elaborazione delle previsioni di vendita.

I vantaggi sono molteplici: aumento dell’accuratezza previsionale della domanda, diminuzione delle rotture di stock e degli obsoleti, ottimizzazione dei trasporti, aumento dell’efficienza operativa in tutte le fasi della catena, maggior reattività per azioni correttive immediate e riduzione del rischio di errore umano.

Quale è stato l’impatto organizzativo sul team?

Il team di Demand and Supply è stato ridisegnato alla luce dei benefits che il tool ci porta in termini di impegno delle persone ed efficienza interna dei flussi informativi connessi. Le figure coinvolte, in particolare, sono i Supply Planners che utilizzano SO99+ quotidianamente.

Quali ricadute ha la soluzione dal punto di vista della Customer Experience omnichannel?

Un forecast di vendita accurato e una catena snella di approvvigionamento permette di tenere il più possibile i livelli di stock ottimizzati garantendo la disponibilità di prodotto in tutti i canali di vendita Nespresso. Un elemento che ci contraddistingue è sicuramente un forte orientamento all’omnicanalità, che ci permette di garantire ai consumatori un servizio sempre disponibile, assicurandoci di fornire opzioni di acquisto accessibili grazie al nostro e-commerce sul sito nespresso.com, da app Nespresso e attraverso il nostro Servizio Clienti. Offrire un alto livello di servizio alla rete vendita permette anche alle nostre persone nelle Boutique di poter soddisfare le esigenze dei clienti e di offrire una experience massima sfruttando la qualità dei nostri caffè.

A che punto siamo dell’implementazione e quali saranno i prossimi passi?

L’implementazione possiamo ritenerla conclusa. Rimaniamo comunque sempre aperti a valutare soluzioni innovative, in grado di portare ulteriori miglioramenti, se in grado di eccellere sempre di più il livello qualitativo del servizio Nespresso.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Manuela Gianni
Direttore, Digital4Executive

Giornalista, ingegnere, mi occupo da molti anni di innovazione, tecnologie digitali e management. Direttrice sin dalla nascita di Digital4Executive

Articolo 1 di 4