Gelato d’Italia: un ERP di nuova generazione per accompagnare la crescita

Success Story

Gelato d’Italia: un ERP di nuova generazione per accompagnare la crescita

L’azienda emiliana, specializzata nella produzione di gelati, ha deciso di accompagnare la sua crescita produttiva appoggiandosi alle soluzioni ERP targate Sinfo One. Obiettivi: ottimizzare i processi e gestire al meglio la crescente mole di dati e informazioni, per migliorare le prestazioni del business e supportare l’espansione all’estero

20 Apr 2021

Gianluigi Torchiani

Quando un’impresa industriale vive un momento importante di crescita e di espansione commerciale, deve avere ancora di più sotto controllo tutte le proprie attività, potendo contare su numeri e dati precisi per orientare le proprie scelte strategiche. Ad esempio: quanto tempo resta nelle linee di produzione un determinato item? Quale fornitore di materie prime si è dimostrato essere in grado di praticare i prezzi migliori e di rispettare al meglio i tempi consegna? Le risposte a domande come queste non possono certo essere improvvisate o affidate a sensazioni personali, ma possono essere assicurate soltanto dalla disponibilità in azienda di un ERP di nuova generazione, che permetta di gestire al meglio la crescente mole di dati e informazioni.

Il caso Gelato d’Italia

Lo dimostra il caso di Gelato d’Italia, storica azienda italiana del settore agroalimentare, il cui stabilimento si trova a Cavriago, in provincia di Reggio Emilia. Si tratta di un’impresa nata nel 1940 con un carattere artigianale e progressivamente diventata una realtà industriale di tutto rispetto. Attualmente Gelato d’Italia produce sia gelati a marchio proprio, come i celebri ghiaccioli Indianino che nel Reggiano sono chiamati Bif, sia per conto terzi. Nel 2016 alla tradizionale proprietà della famiglia Olivi si è affiancato un fondo specializzato nel settore agroalimentare, Idea Taste of Italy, che ha portato con sé un’ulteriore spinta all’espansione, specie in ambito internazionale.

Una produzione flessibile

A garantire il successo e la crescita recente di Gelato d’Italia è soprattutto la capacità di elaborare nuovi prodotti: in questi anni l’azienda emiliana si è dimostrata in grado di individuare e “sfruttare” i trend emergenti in fatto di gusti alimentari, tanto da iniziare a lavorare gelati fatti con la soia, il latte di cocco, i biscotti senza glutine.

Lo stabilimento di Cavriago è così oggi in grado di produrre circa 450 varietà di gelato, grazie all’investimento in tecnologie all’avanguardia, capaci di rendere una lineapolifunzionale, ossia di adattarsi alle mutevoli esigenze di produzione. Sono infatti presenti 18 linee riconfigurabili e settate a seconda delle necessità, garantendo così notevole flessibilità a Gelato d’Italia e ai suoi clienti.

I punti di forza di Sinfo One

Questa forza tecnologica ha permesso a Gelato d’Italia di avviare una fase molto rilevante di crescita, che ha portato, soltanto nell’ultimo anno, alla creazione di 150 nuovi prodotti e al raddoppio del fatturato in appena un triennio. Un passaggio chiave per il gruppo che, sino a tempi recenti, utilizzava soltanto una soluzione informatica per la gestione degli aspetti finanziari.

L’improvviso sviluppo ha comportato la necessità di standardizzare i processi operativi in tutti i reparti, così da gestire la crescente complessità che si era venuta a creare. La scelta è così ricaduta sulle soluzioni ERP messe a disposizione dalla software house Sinfo One, realtà specializzata nel supporto alle imprese del mondo agrifood. Una decisione che è arrivata al termine di un attento processo di selezione: Sinfo One, in particolare, è stata scelta per aver proposto un progetto caratterizzato da tempi di realizzazione compatibili con le attività e la crescita di Gelato d’Italia. L’applicativo scelto, infatti, è un ERP verticale per il food&Beverage, fattore che ha limitato le tempistiche di realizzazione, nonché i possibili impatti prodotti sull’operatività di Gelato d’Italia.

I benefici di SiFides

Per la precisione, per il progetto Gelato d’Italia la scelta è ricaduta sul verticale food&beverage di SiFides, un extended ERP 100% italiano, realizzato da Sinfo One. Si tratta di una soluzione progettata per garantire immediatezza, facilità di navigazione, utilizzo e accesso alle informazioni in qualsiasi momento e con ogni dispositivo, grazie anche alla modalità cloud. SiFides è inoltre un ERP nativamente integrato e capace di coprire tutti i processi aziendali attraverso moduli altamente performanti progettati per lavorare insieme. I singoli moduli possono essere attivati anche gradualmente in base alle priorità e alle esigenze di business. Grazie a una elevata scalabilità dimensionale, SiFides consente di seguire la crescita dell’azienda nel tempo, accompagnando e facilitando lo sviluppo di business e organizzativo.

Il verticale per il food di SiFides permette di seguire le esigenze tipiche del settore, quali ad esempio: politiche commerciali (accordi, promozioni, strutture clienti, scontistica avanzata, provvigioni), qualità e tracciabilità (gestione dei lotti e tracciabilità di filiera), pianificazione della produzione, analisi della redditività (per contratto, cliente, prodotto).

Un’altra caratteristica dell’ERP di Sinfo One è la sua adattabilità e flessibilità: al momento del set-up applicativo possono essere configurati scenari specifici, allineati alle specifiche esigenze dell’azienda.

Nel caso di Gelato d’Italia, in particolare, l’inserimento di SiFides ha seguito una metodologia consolidata, frutto dell’esperienza accumulata nel corso di numerosi progetti di implementazione similari. Una prima fase del progetto ha riguardato la migrazione delle funzionalità di base del ciclo attivo sul nuovo sistema, con una particolare attenzione alla logistica per poi passare alla pianificazione della produzione. Successivamente si è andati oltre l’ERP, con l’implementazione della Business Intelligence (BI) e del PLM (Product Lifecycle Management), soluzioni in grado di generare molto valore aggiunto.

I benefici complessivi

Più in generale, l’intero progetto è stato guidato da due specifiche necessità: estendere la copertura funzionale del sistema e salvaguardare il patrimonio di informazione e di esperienza aziendale. Nonostante il processo produttivo sia infatti realizzato con le macchine e le tecnologie, per Gelato d’Italia risulta indispensabile avere accesso al know how che risiede ancora nelle mani e nella memoria dei dipendenti. Da qui la necessità di far circolare le informazioni e renderle accessibili anche a chi l’anno successivo sarà assunto in azienda. Una possibilità che si è concretizzata grazie all’uso delle soluzioni Sinfo One, che hanno garantito a Gelato d’Italia anche un maggiore controllo delle variabili alla base dei processi produttivi, dagli approvvigionamenti alla gestione dei magazzini, dal controllo dei costi alla pianificazione della produzione. Un settore dove, peraltro, le previsioni di vendita risultano particolarmente complesse ma sono, allo stesso tempo, indispensabili per calibrare al meglio la produzione, considerato anche il carattere stagionale che caratterizza la domanda nel mercato dei gelati. In questo senso, Gelato d’Italia ha potuto contare sulla disponibilità di nuovi strumenti in ottica Business intelligence, così da analizzare i parametri più importanti con l’obiettivo di prendere le decisioni migliori. Svolgendo al contempo analisi su costi, fornitori e performance, grazie a strumenti per la pianificazione della produzione e al Product Lifecycle Management.

New call-to-action 

@RIPRODUZIONE RISERVATA
T
Gianluigi Torchiani

Articolo 1 di 4