Delivery e gestione del magazzino: i 6 trend del 2021

Trend

Delivery e gestione del magazzino: 6 previsioni per il 2021. Digitale e green protagonisti

L’esplosione dell’e-commerce fa evolvere la logistica: warehouse management e servizio di consegna incorporano le nuove tecnologie, dai nastri trasportatori smart ai robot on-demand. Con un focus sulla sostenibilità ambientale

22 Gen 2021

Simona Politini

Delivery eco-sostenibile e magazzino sempre più digitalizzato: così si evolve la logistica sotto la spinta della diffusione dell’e-commerce.

Lockdown e regole di distanziamento messe in campo per contenere la diffusione del Covid-19 hanno, infatti, trainato una crescita eccezionale degli acquisti online. Sebbene la riapertura dei punti vendita fisici abbia riportato le persone allo shopping tradizionale, per gli analisti i negozi virtuali continueranno ad aumentare la loro capacità attrattiva. Ciò avrà senza dubbio un impatto sul settore della logistica e dei trasporti, perché le aziende dovranno essere preparate a gestire l’aumento dei volumi e le aspettative di consegna.

Delivery e warehouse più efficienti con l’automazione

Una crescente carenza di manodopera, l’esplosione della domanda da parte dei rivenditori online e alcuni progressi tecnici molto interessanti sono i tre principali fattori che, secondo lo studio del McKinsey Global Institute dal titolo “Automation in logistics: big opportunity, bigger uncertainty“, stanno spingendo i responsabili della logistica verso l’automazione.

Lo studio afferma che molte operazioni potrebbero essere automatizzate entro il 2030, poiché l’Intelligenza Artificiale viene progressivamente applicata allo svolgimento delle numerose attività ripetitive svolte dalle società di logistica.

Le 10 tecnologie rivoluzionarie

La ricerca evidenzia 10 tecnologie rilevanti che potrebbero rivoluzionare il funzionamento e la gestione del magazzino:

  1. Multishuttle system – sistemi automatici per riporre merci (principalmente su pallet) senza l’ausilio dell’essere umano;
  2. Analytics tools – algoritmi che aiutano gli operatori ad analizzare le prestazioni, identificare tendenze e fare previsioni che informano le decisioni operative, spesso utilizzando l’apprendimento automatico per migliorare nel tempo;
  3. Riconoscimento ottico – sensori evoluti per la scansione degli oggetti;
  4. Collegamenti per nastri trasportatori – una connessione tra due diversi nastri di trasporto che utilizza una predeterminata logica decisionale per decidere il flusso degli articoli;
  5. Management system – piattaforme digitali per integrare analisi, prestazioni, strumenti di reporting e previsione, che permettendo ai manager gestire facilmente ogni aspetto del magazzino;
  6. Smart storage – soluzioni di stoccaggio che utilizzano analisi avanzate e strumenti digitali per posizionare e recuperare elementi nel modo più efficiente;
  7. Stampa 3D – questo processo crea parti aggiungendo strati di un materiale (metallo o plastica, in genere) per creare una forma desiderata.
  8. Swarm AGV (Automated Guided Vehicle) Robot – veicoli a guida autonoma che operano liberamente o su binari per portare oggetti (spesso da un rack di stoccaggio) a una stazione di picking in base alle istruzioni del software sul flusso degli ordini;
  9. Smart glasses – occhiali per la realtà aumentata che assistono chi li indossa, ad esempio visualizzando le indicazioni delle posizioni nel magazzino per il pickup, riducendo le inefficienze della ricerca;
  10. Picking Robot – sistemi con bracci robotici che imitano il movimento di raccolta umano. I picking robot possono essere fissi o mobili.

WHITE PAPER 4 mosse per un magazzino 4.0 efficace ed efficiente

La velocità è cruciale

Anche il delivery si evolve grazie ai progressi nell’automazione: esoscheletri da indossare come zaini per sostenere consegne multiple dal peso rilevante, smart digital locker per la rete di punti di ritiro e robot a guida autonoma per consegne a domicilio sono solo un esempio dell’applicazione delle nuove tecnologie a questo settore.

Nel prossimo futuro vedremo magazzini a scaffali alti completamente automatizzati, con veicoli autonomi che percorrono i corridoi. Ma quale tecnologia produrrà il maggiore ritorno sull’investimento? È questa la domanda cruciale cui le aziende di logistica dovranno dare risposta. Le soluzioni adottate per avere successo dovranno essere in grado di soddisfare almeno due aree critiche: velocità e varietà del servizio.

Delivery-robot e sostenibilità, 6 previsioni per il 2021

Gli analisti non hanno dubbi: automazione e sostenibilità ambientale ed economica tracceranno la strada per il futuro della logistica. Ma, nel concreto, ecco le sei previsioni per delivery e warehouse per il 2021 tracciate da Alex MacPherson, Director of Solution Consulting and Account Management di Manhattan Associates, società americana specializzata nello sviluppo di software di supply chain management (SCM).

  1. Affrontare le sfide uomo-macchina nel lavoro quotidiano. Nel 2021 ci si può aspettare che le organizzazioni aumentino gli investimenti nell’automazione e per una maggiore integrazione uomo-macchina all’interno dei magazzini. Ciò servirà ad aumentare la capacità e facilitare un più rapido rifornimento per soddisfare le richieste crescenti dell’e-commerce.
  2. Avere un aiuto extra per gestire le fasi di picco. Mentre l’automazione e la robotica diventeranno sempre più diffusi nei warehouse del 2021, alcuni retailer sceglieranno di adottare questa nuova tecnologia ‘part-time’ o ‘on demand’. I vantaggi dei robot ‘a noleggio’ per supportare i picchi del business diventeranno comuni nel 2021, poiché i retailer non solo affronteranno l’aumento delle percentuali di ordini e-commerce, ma (si spera) anche il ritorno delle tradizionali fasi di picco.
  3. Ottimizzare i profitti per aumentare l’efficienza. L’aumento degli ordini e-commerce ha anche comportato un aumento dei resi. Tradizionalmente ciò avviene in grossi volumi solo all’inizio dell’anno, in concomitanza con i resi natalizi; ora i retailer devono prepararsi a volumi più elevati di resi durante tutto l’anno. L’ottimizzazione del processo dei resi è la chiave per garantire che i profitti non vengano minacciati.
  4. Dare ai consumatori la possibilità di scegliere il corriere. Nel 2021 assisteremo all’ampliarsi della possibilità di scelta del corriere in grado di offrire un sempre più ampio ventaglio di opzioni di consegna mettendo al centro le esigenze specifiche dei consumatori.
  5. Bilanciare la convenienza con la sostenibilità. L’espansione delle opzioni di consegna costringerà i consumatori a prestare maggiore attenzione alle scelte sostenibili per il 2021. Quest’anno vedremo più consumatori soppesare i vantaggi del delivery rapido e della convenienza rispetto all’impatto che le loro decisioni di acquisto e di consegna stanno avendo sul pianeta.
  6. L’investimento nel tech continua. Mentre le consegne da parte dei droni non sono ancora realtà, gli investimenti in tecnologia sono sicuramente in aumento. Il contactless è stata una componente essenziale dello shopping in-store nel 2020 e investimenti sempre più significativi in soluzioni come la robot delivery dell’ultimo miglio e la scansione dei barcode indossabili mostrano quanto il settore del retail e della logistica possa essere davvero innovativo.

WHITE PAPER 4 mosse per un magazzino 4.0 efficace ed efficiente

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4