Studi e ricerche

Fatturazione elettronica, oltre l’80% delle soluzioni è web, il 95% è per le PMI

Sono le principali evidenze emerse dalla raccolta di dati sui prodotti informatici che supportano l’entrata in vigore dell’obbligo del 31 marzo, di cui si è fatta promotrice ANORC, con il patrocinio dell’Agenzia per l’Italia Digitale

03 Apr 2015

Redazione

Oltre il 95% delle aziende che offrono software e soluzioni IT per la fatturazione elettronica alla PA ha come target di riferimento le Pmi. Inoltre l’utilizzo delle piattaforme web risulta essere il mezzo prevalentemente scelto dalle aziende per l’offerta delle loro soluzioni.

Queste le principali evidenze emerse dalla raccolta di dati sui prodotti informatici che supportano l’entrata in vigore dell’obbligo del 31 marzo, di cui si è fatta promotrice ANORC, con il patrocinio dell’Agenzia per l’Italia Digitale, coinvolgendo tutti i suoi associati. Dall’analisi è emerso anche che la totalità delle aziende che hanno aderito all’iniziativa offrono non solo soluzioni per la fatturazione elettronica, ma anche per la conservazione digitale a norma delle fatture (96%), a valenza del fatto che è fondamentale curare tutte le fasi di vita del documento informatico così come richiesto dalla normativa vigente.

WHITEPAPER
Come è cambiato in Italia il quadro normativo dei pagamenti digitali verso la PA?

E su questo aspetto ha posto l’accento Andrea Lisi, il Presidente di ANORC: «Tutti i nostri associati hanno integrato il servizio di fatturazione elettronica con quello di conservazione a norma perché, come spesso purtroppo ci si dimentica di dire, non solo le pubbliche amministrazioni ma anche i loro fornitori hanno il preciso obbligo di conservare i documenti informatici, tra i quali, appunto le fatture elettroniche. Questa indagine è una risposta concreta alla domanda di trasparenza e corretta informazione che arriva dal mercato. Come Associazione continueremo a impegnarci affinché le soluzioni di gestione documentale garantiscano a tutti i loro fruitori (PA, imprese, professionisti e cittadini) efficacia, usabilità, ma anche qualità e correttezza giuridica. È un risultato raggiungibile, basta perseguirlo con determinazione».

Dal punto di vista dell’offerta delle soluzioni informatiche da una visione d’insieme di questa porzione di mercato è emersa una ricca gamma la cui tendenza è quella di una strutturazione per moduli. Non solo fatturazione elettronica e conservazione digitale quindi, ma anche l’integrazione di altri processi digitali quali protocollo informatico, firma digitale e così via. Stanno nascendo vere e proprie piattaforme di Enterprise Content Management, soluzioni IT che permetteranno di acquisire, archiviare, organizzare e condividere, in modo facile e veloce, tutti i documenti e i contenuti digitali che transitano in un’organizzazione e al momento la tipologia commerciale che le aziende offrono ai loro potenziali clienti è orientata all’abbonamento annuale o triennale. Su quest’ultimo punto è chiaro che gli operatori del mercato testeranno sul campo, soprattutto in questa prima fase, le strategie di marketing più idonee edefficaci anche in base ai risultati di vendita.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Fatturazione elettronica, oltre l’80% delle soluzioni è web, il 95% è per le PMI

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 2