Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Gestione ordini

La Unified Commerce Platform di VTEX sbarca in Italia

La società brasiliana, che è stata inserita da IDC tra i “major player” delle piattaforme di gestione in cloud dell’eCommerce B2C, punta sul nostro Paese. Ha 2.500 clienti, fra cui brand del calibro di Nespresso, McDonald’s, Nestlé e Danone. Le strategie della filiale raccontate dalla country manager Daniela Jurado Jabba

02 Dic 2019

Annalisa Casali

Negli ultimi anni, i progetti di eCommerce e la gestione omnichannel del cliente rappresentano due delle principali leve che sbloccano gli investimenti in tecnologie digitali. La gestione integrata dei diversi punti di contatto utilizzati dal cliente nel suo percorso d’acquisto è ormai diventata un fattore critico di successo non solo per i retailer. Per riuscire nell’intento servono le competenze giuste, certo, ma soprattutto strumenti e tecnologie efficaci, in grado di garantire un’esperienza fluida e piacevole dalla prima visita, in negozio o sul sito web, fino al pagamento dell’acquisto. È di questi giorni il debutto in Italia di VTEX, nata quasi vent’anni fa come il progetto universitario di due studenti brasiliani e oggi inserita da IDC tra i “major player” nella categoria delle piattaforme di gestione unificata in cloud dell’eCommerce B2C. Una piattaforma versatile VTEX, realizzata su un’architettura a microservizi che si connette senza alcuno sforzo di programmazione con il backend aziendale, che si tratti di ERP, CRM, sistemi legacy o proprietari. Una soluzione multivaluta e multilingua, multicatalogo e multipagamento – supporta tutti gli strumenti per finalizzare l’ultimo miglio del processo di vendita, da PayPal al contrassegno, dal bonifico alle App mobile come Satispay.

A guidare la filiale del Belpaese c’è la colombiana Daniela Jurado Jabba, Country Manager di VTEX Italia. È lei che ci spiega i punti di forza di questa soluzione pensata per gli e-tailer che vogliono migliorare l’engagement e la conversione dei loro consumatori, ma anche per le realtà del B2B. «VTEX è una soluzione erogata in modalità SaaS, disponibile in quattro configurazioni diverse per venire incontro con un’offerta più granulare possibile alle esigenze dei clienti. Il suo principale punto di forza è la sicurezza». La piattaforma è conforme allo standard PCI (Payment Card Industry) e integra una funzionalità di smart checkout che permette di finalizzare l’acquisto in pochi secondi, attraverso la propria e-mail e il codice di sicurezza CVV della carta di credito, senza doversi ricordare username e password. «L’intento è garantire un’esperienza frictionless e fluida lungo tutto il Customer Journey, che si estende fino all’ultimo miglio del processo d’acquisto. A tutto vantaggio della conversione e della fidelizzazione».

Il modulo per la gestione degli ordini (Order Management System), che generalmente è acquistato a parte, è invece incluso nella piattaforma VTEX. A disposizione dei clienti anche la Mobile Progressive Web App (PWA), che permette di creare facilmente siti mobile responsive e offre al consumatore una User Experience intuitiva, del tutto simile a quella di un’App per smartphone.

A supportare le strategie di eCommerce dei clienti ci sono anche gli strumenti di indicizzazione integrati in VTEX, che permettono all’azienda di posizionarsi meglio sui motori di ricerca e migliorare il traffico organico diretto al sito di vendite online – del 25%, in media, secondo dati interni. «Con VTEX – spiega la manager –, il tempo per la messa in produzione di un sito di eCommerce omnicanale si riduce a 109 giorni, contro i 6 mesi in media stimati dall’analista Forrester, perché non si deve intervenire sul backend». La partnership siglata con AWS per la componente infrastrutturale assicura l’operatività continua della piattaforma anche in occasioni particolari come il Black Friday. Testata lo scorso anno, ha supportato senza problemi picchi di oltre 700mila ordini in simultanea. Una tecnologia ormai matura, quindi, disponibile in modalità on demand e pay-per-use. «Il nostro – conclude Jurado Jabba – è un modello win-win, senza costi di setup e di licenza, scalabile e affidabile. L’azienda paga solo in base a quanto vende. Vogliamo che il cliente dirotti i costi di licenza in investimenti di marketing, perché se riesce a incrementare il traffico verso il suo marketplace e le vendite, anche noi guadagneremo di conseguenza».

Daniela Jurado Jabba

Country Manager di VTEX Italia

L’attenzione dell’azienda è focalizzata su alcuni settori target, principalmente moda e accessori, food, elettronica di consumo e home appliance, pharma&beauty, manufacturing e B2B. VTEX si presenta nel Belpaese con i numeri giusti: un fatturato che lo scorso anno ha sfiorato i 40 milioni di dollari e un parco clienti che conta su oltre 2.500 referenze, con nomi del calibro di CocaCola, Black&Decker, Levi’s, Pandora, Calvin Klein, l’Oréal, Lancome, Nespresso, McDonald’s, Nestlé e Danone. In Italia esistono già alcuni clienti attivi come Motorola, Miriade (società del gruppo Pianoforte che produce pelletteria a marchio Rocco Barocco, Valentino e Yamamay) e il marketplace specializzato in gioielleria Spazio Lusso.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4