“Leading the business of experience”: il 16 giugno 2021 torna InTrust Day

Eventi

“Leading the business of experience”: il 16 giugno riflettori puntati su InTrust Day 2021

Il 16 giugno, negli affascinanti spazi delle Officine Grandi Riparazioni (OGR) di Torino dove dal 2019 Intesa, società del Gruppo IBM, ha collocato il suo Innovation hub, va in scena InTrust Day 2021. Giunto alla sua terza edizione, l’evento punta a offrire una panoramica sulle più importanti tendenze nell’ambito della Digital Transformation che stanno contribuendo a ridisegnare il futuro del business

14 Mag 2021

Redazione

In quest’anno particolare appena trascorso è emerso più prepotentemente che mai tutto il potenziale della digitalizzazione. Lavori, procedure e risultati prima impensabili sono stati raggiunti in tempi record sotto la spinta dell’emergenza. Adesso però è il momento di capitalizzare tutta l’esperienza fatta e guardare al futuro in maniera ambiziosa. Non è un caso che il Recovery Plan abbia stanziato ben 34 miliardi di euro per azioni volte alla digitalizzazione della PA e delle imprese con l’obiettivo di dare un impulso decisivo al rilancio della competitività e della produttività del Sistema Paese. Per tali ragioni InTrust Day 2021 è stato pensato come un evento che non solo faccia il punto su quello che si sta già sperimentando, ma che dia anche una visione chiara di dove potremmo arrivare.

Giuseppe Mariani, nuovo Direttore Generale di Intesa, ha dichiarato: La transizione digitale è considerata la priorità per il rilancio dell’economia del Paese e l’obiettivo di Intesa è creare valore per le imprese clienti e partner con servizi, soluzioni e nuovi modelli in grado di accrescere le performance aziendali. Capitale umano, ricerca e sviluppo rivestono un ruolo centrale e sono il vero volano dell’innovazione e della trasformazione”.

InTrust Day 2021: dalla Platform Economy alla AI

Sul palco di InTrust Day 2021 andranno quindi in scena il nostro presente e il nostro futuro. Dalle 14 alle 18, alternandosi tra interventi dal vivo e interventi video, oltre 40 ospiti delle più importanti realtà imprenditoriali del nostro Paese si confronteranno su innovazioni tecnologiche, obiettivi e approcci che stanno trasformando radicalmente il modo di fare impresa. Davvero tanti i temi trattati quest’anno: dalla Platform Economy al tema dell’Identità Digitale e del Digital Onboarding, dalla Supply Chain 4.0 all’AI, dal ruolo femminile nella tecnologia al tema della sostenibilità, argomento caro a Intesa in quanto prossima alla certificazione B-Corp.

Il programma dell’evento di Intesa

Moderato da Manuela Gianni, Direttore di Digital4Executive testata del Network Digital360, InTrust Day 2021 si articolerà in cinque sessioni ognuna delle quali ospiterà personalità del settore dell’imprenditoria e della ricerca per condividere esperienze e punti di vista.

La prima sessione, Digital service platforms – economy of scale, riguarderà l’analisi dell’evoluzione del concetto di open business basato su open platform. Il business moderno richiede integrazione e scambio di dati, ai modelli di sviluppo chiusi si vanno via via sostituendo modelli di open innovation, grazie ai quali il flusso di competenze e soluzioni non segue più un’unica direzione dall’esterno all’interno, ma anche viceversa. Questo nuovo paradigma esige però strumenti tecnologici adeguati e semplificati in grado al tempo stesso di garantire i corretti livelli di sicurezza. Come trovare dunque il giusto equilibrio tra necessità di innovare e sicurezza delle informazioni? Se ne parla con Andrea Paliani, Med Innovation Leader EY. Nella tavola rotonda a seguire, Pietro Lanza, Presidente di Intesa, discuterà insieme a Maurizio Capobianco, Regional Vice President Italia, Spagna, Portogallo e Israele della divisione Commerce Cloud di Salesforce, e Marco Scappa, BU SME Solutions di Fabrick, sul ruolo strategico per ogni business delle Digital experience platforms. Conclude la sessione l’intervento di Matteo Panfilo, Chief Solutions Officer di Intesa, dal titolo “Digitale significa velocità, flessibilità scalabilità e sostenibilità” che mostrerà le possibilità offerte dalla tecnologia digitale di disegnare e costruire nuovi business model orientati.

Nella seconda sessione, Business of Experience: Digital Identity & Customer Experience, si discuterà con Valeria Portale del PoliMi su cosa si intende per identità digitale e su quanto l’emergenza in atto abbia accelerato la diffusione di tale sistema di identificazione. Sempre di identità digitale si parlerà nella tavola rotonda, moderata da Giuseppe Mariani, neo General Manager di Intesa, a cui prenderanno parte interlocutori di calibro, fra cui Omar Campana, Group Chief Information Officer di BPER Banca, e Amir El Saidi, Direttore della IT Business Factory di Sara Assicurazioni. Chiude la sessione l’intervento di Marco Broggio, CIO di Intesa, dal titolo “Innovation: L’evoluzione del processi di onboarding“, che indagherà sul ruolo dell’AI nell’implementazione dei processi di self-onboarding sempre più semplici e sicuri.

Nella terza sessione, Supply Chain ManagementMaria Giovanna Di Feo, Partner di Bain & Company, parlerà di come, grazie a sistemi intelligenti, le aziende possono vantare una visibilità completa su quanto sta accadendo alla loro rete di fornitura, anticipando il verificarsi e l’evolversi di situazioni critiche e promuovendo attivamente operazioni per mitigarne gli effetti.

Seguirà la tavola rotonda moderata da Luigi Traverso in cui clienti di rilievo, fra cui Daniele Marazzi, Consigliere delegato del Consorzio Dafne, si confronteranno su come raggiungere la business agility attraverso la data integration. Chiude la sessione l’intervento di Francesca Cravotto, Supply Chain Expert di Intesa, dal titolo “Supply Chain Management” che indagherà su come le tecnologie di frontiera si integrano per rendere intelligente, flessibile e affidabile la catena del valore in un periodo di trasformazioni sempre più imprevedibili.

La quarta sessione, The Innovation formula, introdurrà il nuovo approccio fondato su Co-Creation e Co-Innovation di Intesa, come fonte di spunto di quello che dovrebbe essere un nuovo modo di sviluppare innovazione, grazie al confronto diretto e costante tra consulenza esterna e azienda che ad essa si rivolge. Alcuni clienti di Intesa del calibro di Michele Carmina, Head of Group Digital & Data di Generali, e Matteo Viganò, Sales Development and Operations Manager di Sorgenia, racconteranno la loro esperienza e i vantaggi di questo modus operandi sull’evoluzione del loro modello organizzativo, messo così nelle condizioni di affrontare le grandi sfide lanciate dall’innovazione digitale, comuni a moltissime aziende e settori di business. A seguire Patrizia Guaitani, Distinguished Engineer Technology Technical Community Leader di IBM, parlerà del nuovo approccio nel processo di digital transformation delle aziende che mette l’utente finale, che può essere sia il cliente che un dipendente dell’azienda, al centro dello percorso di innovazione, se non addirittura partecipe dello stesso, ottenendo così un accesso effettivo, efficace e consapevole al servizio fornito.

Come l’Artificial Intelligence stia effettivamente aiutando le imprese a superare una crisi senza precedenti come quella pandemica è il tema dell’intervento successivo che vede protagonista il team innovation di Intesa con Valerio Sofi, Stefano Zamboni e Francesco Signorato. Conclude la quarta sessione la tavola rotonda dedicata al tema dedicata al tema “Woman & Tech“. La tecnologia e l’informatica, e generalmente il mondo della scienza, stanno finalmente vivendo un periodo di valorizzazione della presenza femminile sostenendo le donne digitali del futuro. In che modo le donne possono trasformare la tecnologia emergente in un’opportunità che rafforza l’unione tra donne e informatica? A questa domanda, moderate da Silvia Carapezza, Equity, Diversity&Inclusion Leader di Intesa, rispondono Floriana Filomena Ferrara, inventrice di 19 brevetti nel mondo della tecnologia nonché Direttore Fondazione IBM Italia, Corporate Social Responsibility Leader e Master Inventor Ibm, Chiara Brughera, Co-founder e Managing Director di SheTech, e Barbara Caputo, Professoressa del Politecnico di Torino.

La quinta sessione, Green Ecosystems: il ruolo del digitale per la sostenibilità, si apre con l’intervento di Francesca Romana Rinaldi, parte del team di ricerca presso SDA Bocconi School of Management Sustainability Lab, che indagherà sulla relazione tra tecnologia, innovazione e sostenibilità. Subito dopo, la tavola rotonda dal titolo “Anticipare il cambiamento. Sostenibilità come chiave della crescita aziendale” nella quale manager appartenenti ad ambiti diversi si confronteranno su come nel concreto intendono avvicinare o intendono migliorare l’approccio a una disciplina, quella della sostenibilità, fondamentale in una strategia imprenditoriale di successo. Moderati da Roberta Schiavo, Head Of Solutions Operations di Intesa, prenderanno la parola Francesca Manfredi e Paola Vinci, rispettivamente CEO e Co-founder di The Sustainable Mag, Silvia Mazzanti, Product and Sustainability Manager di Save the Duck e altri interlocutori di riferimento.

Chiude InTrust Day 2021 il padrone di casa Pietro Lanza.

Per partecipare gratuitamente è sufficiente registrarsi qui.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4