Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Business Case

Scapa Italia

Le consegne di prodotti alimentari diventano più precise con una soluzione di Voice Picking

01 Gen 2010
Scapa Italia nasce nel 1975 e si afferma come leader italiano nella fornitura di prodotti alimentari per i villaggi turistici, alberghi, strutture ospedaliere, residenze terza età e refezioni scolastiche. Il portafoglio prodotti è completo, con oltre 5.000 referenze che spaziano dai prodotti DOP, IGP, naturali e biologici, capaci di rispondere a qualsiasi esigenza nutrizionale.

La società ha migliorato il proprio processo di prelievo della merce per la preparazione degli ordini, passando a un supporto elettronico e abbandonando quello cartaceo, che comportava un elevato numero di errori, soprattutto nelle attività di picking a peso variabile. Oggi utilizza una soluzione di Voice Picking, basata su terminali Vocollect, che permette ai 35 operatori multilingua di avere le mani libere nella movimentazione di colli – circa 40.000 ogni giorno – di peso e dimensioni molto diversi tra loro, inviati in tutta Italia attraverso 37 automezzi.

La soluzione permette agli addetti di ricevere indicazioni vocali sul prodotto da prelevare, sulla quantità e sul rol in cui collocarlo. Il sistema si è dimostrato particolarmente flessibile nella preparazione delle spedizioni (andando incontro anche a specifiche richieste provenienti dai clienti) ed è stato adottato nelle tre aree del Centro Distributivo di Marzano, dedicate ai prodotti secchi, freschi e surgelati, tutte con caratteristiche diverse le une dalle altre.

Grazie all’adozione della soluzione di Voice Picking è stato possibile aumentare la precisione delle consegne, la correttezza dei pesi e dei colli recapitati. Inoltre sono state semplificate le attività degli operatori del picking: infatti, per esempio, in precedenza era necessario, nel prelievo a peso, utilizzare una calcolatrice per tenere traccia delle quantità già prelevate. Questo non era particolarmente agevole, dal momento che gli addetti indossano dai guanti per proteggersi dalle temperature raggiunte all’interno della cella frigorifera.

La soluzione è stata accettata di buon grado dagli operatori di magazzino, che hanno riscontrato un miglioramento nello svolgimento delle proprie attività e un incremento della propria produttività, stimato attorno al 15%. Gli errori di preparazione si sono ridotti del 50%; inoltre la soluzione ha permesso di ridurre il tempo necessario alla formazione degli operatori, che è passato da 4 settimane a 1 settimana, comprensivo di 20 minuti di training del sistema sul modo di parlare dello specifico utente.

Articolo 1 di 5