Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Accordi

La mediazione civile? Si fa online

Intesa fra Unioncamere, Infocamere e Rete Imprese Italia. Con il servizio “ConciliaCamera” le pratiche sono gestite con una procedura unica senza dover ricorrere alla giustizia ordinaria.

15 Nov 2012

Unioncamere, Infocamere e Rete Imprese Italia hanno siglato un accordo per promuovere l’istituto della mediazione civile online tra le PMI, tramite il servizio “ConciliaCamera”.

La decisione arriva a pochi giorni dalla sentenza della Corte Costituzionale, che di fatto ha eliminato l’obbligo della mediazione civile, nella convinzione che con questo strumento di risoluzione alternativa delle controversie si possa rispondere in maniera più efficiente alle domande di giustizia.

L’iniziativa mira, infatti, a raggiungere dei risultati più soddisfacenti rispetto a quanto rilevato dall’osservazione di un anno e mezzo di mediazione (fino a settembre 2012) che ha visto nel 17% dei casi – si parla di 30.331 procedimenti depositati – la mancata intesa tra le controparti e addirittura nel 66% la mancata comparizione delle imprese di fronte al mediatore – principale causa per cui le mediazioni non vanno a buon fine -.

Con il servizio ConciliaCamera, attivo da circa un anno, è possibile gestire le pratiche con una procedura unica a livello nazionale senza dover ricorrere alla giustizia ordinaria, con in più i benefici di semplicità, rapidità ed economicità tipici di un servizio online.

Inoltre le decisioni non sono di carattere impositivo, pertanto se la mediazione va a buon fine le parti sottoscrivono un accordo che ha il valore di un contratto, mentre se ciò non avviene, possono abbandonare il procedimento in qualsiasi momento e rivolgersi al giudice ordinario.

Secondo quanto dichiarato del presidente di Rete Imprese Italia, Giorgio Guerrini, «La diffusione della cultura del cosiddetto “diritto mite“, ovvero della propensione a rivolgersi a strumenti alternativi di giustizia, permette di superare uno dei tanti problemi delle imprese italiane, i ritardi della giustizia civile, che costano agli imprenditori oltre 2 miliardi di euro l’anno».

Realizzato da InfoCamere, ConciliaCamera informatizza tutte le fasi del processo di mediazione e consente alla parte istante di presentare la domanda di conciliazione/mediazione e i relativi allegati, alla parte invitata di inviare la comunicazione di adesione e i relativi allegati, nonché di inviare la documentazione integrativa inerente il procedimento, di consultare la documentazione e l’avanzamento del procedimento/i di propria competenza e di partecipare eventualmente ad incontri di conciliazione.

I servizi online sono disponibili per gli organismi di mediazione delle Camere di Commercio che hanno adottato questo sistema per agevolare la propria utenza nell’accesso al servizio.

Articolo 1 di 5