Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Strategie

Selligent, solo con esperienze personalizzate il Marketing può creare engagement

Tecnologia all’avanguardia e creatività sono gli ingredienti che permettono oggi di coinvolgere i clienti seguendone gusti e orientamenti, spiega Gian Musolino, country manager di Selligent Marketing Cloud in Italia, piattaforma europea di Marketing Automation Omnichannel in Cloud. «Permette di essere reattivi in un mondo che cambia alla velocità della luce»

20 Dic 2018

Manuela Gianni

Personalizzare l’esperienza del cliente, intercettare i comportamenti e le azioni e fornire informazioni e contenuti in linea con gusti e interessi: è il sogno di ogni Marketing manager ed è quello che è possibile fare con una piattaforma tecnologica di Marketing Automation omnicanale come Selligent Marketing Cloud.

«Gli open rate delle newsletter sono in caduta libera – spiega Gian Musolino, country manager di Selligent Marketing Cloud in Italia -. I consumatori oggi vogliono essere contattati solo con messaggi rilevanti per loro. E se a seguito di una loro azione, ad esempio una visita al sito o un acquisto in negozio, ricevono una comunicazione, è probabile che la aprano, ma poi è chiaro il contenuto deve essere interessante. La piattaforma Selligent permette di legare tra loro tutti i canali, fisici e digitali, per intercettare e “triggerare” azioni».

Gian Musolino

Country Manager di Selligent Marketing Cloud

Un aspetto distintivo di Selligent nel settore della Marketing Automation è quello di non essere una società americana ma europea, con headquarter a Bruxelles, dove risiedono anche i data center, che offrono il massimo livello di protezione dei dati e conformità al GDPR.

«La piattaforma è stata sviluppata pensando ai marketing manager delle aziende europee, non a quelli americani. Dal punto di vista dell’utilizzo degli strumenti digitali oggi il mondo è uniformato, ma non lo è dal punto di vista del marketing: i budget in Europa sono molto diversi, e i team sono molto più ridotti, per questo la nostra piattaforma è davvero di facile utilizzo», sottolinea Musolino.

Il Marketing diventa data driven

Per mettere in campo un approccio omnichannel personalizzato sul cliente serve ragionare in ottica data-driven, a partire cioè dall’analisi dei dati, raccolti nella Customer data platform, un layer tecnologico in cui convergono le informazioni che le aziende raccolgono da diverse fonti, e che vengono organizzate in campi e tabelle che possono essere creati e aggiunti liberamente e semplicemente.

Attraverso la Customer data platform possono essere definiti i target, cioè i segmenti di dettaglio cui indirizzare le comunicazioni personalizzate, con notifiche in app o push, sms, mail e via dicendo, inclusi gli scontrini emessi dalle casse dei negozi, tramite la fidelity card: è così che si ottiene così un aumento dell’engagement e dei ritorni delle comunicazioni di marketing.

Tipicamente l’obiettivo del marketing manager è aumentare lo scontrino medio, ma occorre anche salvaguardare la marginalità e differenziare le politiche di sconto. Per questo, occorre un’analisi specifica per ciascun mercato e ciascuna realtà, mirata a disegnare il customer journey. «Non crediamo che la tecnologia sia sufficiente, ma nemmeno che basti la creatività per creare valore. La piattaforma mette a disposizione del marketing strumenti semplici, utilizzabili anche da chi non ha formazione IT specifica», spiega il manager.

La piattaforma MarTech di Selligent è in cloud, e questo secondo il manager è un punto cruciale per seguire i trend tecnologici e l’evoluzione dei big del mondo Internet e anche delle abitudini dei consumatori odierni, sempre più attenti e informati.

«Bisogna essere reattivi in un mondo che cambia alla velocità della luce. I progetti interni, spesso troppo legati alle piattaforme social, hanno vita breve e devono costantemente adeguarsi. Noi siamo specialisti in questo e ci occupiamo di fare in modo che il sistema sia sempre aggiornato, senza che siano i nostri clienti a doversene preoccupare», dice Musolino.

L’ultima novità introdotta dalla piattaforma è l’Intelligenza Artificiale. Finora infatti le personalizzazioni si sono basate su regole, mentre con il Machine Learning sarà possibile effettuare un’elaborazione dei dati e il lancio di offerte personalizzate in tempo reale, basandosi su linee guida fornite dal marketing aziendale e su filtri di vario tipo. L’algoritmo impara dai comportamenti degli e il sistema permette di visualizzar contenuti diversi per ciascuno in modo dinamico (Dynamic content), tenendo cioè anche conto del luogo in cui si trova il cliente, del meteo e via dicendo.

Un ecosistema al servizio del cliente

In Italia Selligent è presente soprattutto sul segmento retail, con circa 30 clienti fra cui Aw Lab e Prénatal, e nel mondo dell’editoria, fra cui Hearst, Roularta e Mediahuis. Oltre che nel nostro Paese, l’azienda è oggi presente in Benelux, Francia, Spagna Germania, UK, e dal 2016 anche negli USA

In mercati di riferimento sono in particolare quello dei Financial Service, i player di eCommerce puri, e i settori editoria, retail, travel e leasure. Per supportare i clienti in un’implementazione di successo, Selligent si occupa di fornire sia le competenze tecnologiche di system integration sia quelle di comunicazione e marketing, coinvolgendo anche agenzie e partner in una logica di ecosistema.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Manuela Gianni
Direttore, Digital4Executive

Giornalista, ingegnere, mi occupo da molti anni di innovazione, tecnologie digitali e management. Direttrice sin dalla nascita di Digital4Executive

Articolo 1 di 4