Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Startup

Storie imprenditoriali di successo nel mondo digitale

Anche in Italia si possono creare start-up di successo a livello internazionale: accanto ai casi più noti, come Yoox, Volagratis, Gioco digitale, Buongiorno o Neomobile, ci sono diverse nuove “leve” che stanno ottenendo risultati notevoli. Presentiamo di seguito alcune fra le realtà più interessanti del momento.

22 Ott 2012


Buongiorno
Anno di fondazione: 1999
Fondatore: Mauro del Rio
Acquisita nel 2012 da NTT DoCoMo

L’idea della start up nasce nel 1995 a Parma, quando del Rio inizia a inviare un’email che dava il “buongiorno” a un gruppo di amici. Nel tempo l’azienda cresce fino a diventare una multinazionale leader nell’offerta di servizi e soluzioni Mobile, quotata alla Borsa di Milano, con oltre 1.000 professionisti e rapporti con più di 130 operatori telefonici. Si tratta di un’esperienza imprenditoriale di grande successo, uno dei rari esempi di start up italiana del mondo digitale che è riuscita ad affermarsi a livello mondiale. Nel 2011, anno in cui acquisisce Dada.net, il fatturato era di 228 milioni di euro. Nel 2012 NTT DoCoMo, divisione del colosso giapponese delle comunicazioni, lancia un’OPA che va a buon fine ad agosto, quando il titolo lascia Piazza Affari. Il valore dell’acquisizione è stato di 209 milioni di euro.

Yoox
Anno di fondazione: 2000
Fondatore: Federico Marchetti

Yoox Group S.p.A. è oggi una delle realtà di maggior successo nel settore dell’e-commerce: si tratta dello store virtuale di moda e design multi-brand leader nel mondo e distribuisce i prodotti in più di 100 Paesi. È stata quotata in Borsa nel 2009, generando dall’IPO 95 milioni di euro. Nel 2011 ha registrato un fatturato di 27 milioni di euro, con EBITDA pari a 9 milioni. Dal 2012, Yoox Group è partner di PPR, con cui ha costituito una joint venture dedicata alla gestione degli online store mono-brand di numerosi marchi del lusso del gruppo. La capitalizzazione attuale è di circa 600 milioni di euro.

ContactLab
Anno di fondazione: 2000
Fondatore: Massimo Fubini

Nata da una costola della software house Tomato Interactive, ContactLab è diventata in pochi anni leader italiana nell’offerta di servizi di e-mail, sms e digital direct marketing. Attualmente invia oltre dieci milioni di e-mail al giorno, impiega 130 persone e nel 2011 ha fatturato quasi 10 milioni di euro. Dispone di un laboratorio R&D interno ed effettua forti investimenti in tecnologie.

Volagratis.it Bravofly
Anno di fondazione: 2004
Fondatore: Marco Corradino e Fabio Cannavale

Il primo sito in grado di comparare le offerte dei voli low cost nasce con un capitale di 50.000 euro e un algoritmo all’avanguardia, ottenendo subito successo. Nel 2006 viene costituita Bravofly, che diventa in pochi anni un Gruppo attivo in diversi paesi europei, partecipato da fondi investimento, con oltre 150 dipendenti nella sede principale di Chiasso, in Svizzera. Oggi i siti del gruppo Bravofly, disponibili in 8 lingue, permettono agli oltre 12 milioni di visitatori di prenotare voli, pacchetti vacanza, hotel, auto a noleggio, crociere e ristoranti alla tariffa più conveniente. Nel 2012 è prevista una crescita in Italia del 50%, per un giro d’affari complessivo di 400 milioni di euro sui voli e di 50 milioni sulle vacanze.

Populis
Anno di fondazione: 2004
Fondatore: Luca Ascani, Salvatore Esposito

Populis è una delle Online Media Company di maggior successo in Europa. Fornisce contenuti aggiornati e personalizzati agli utenti Web raccogliendoli secondo il modello del crowdsourcing da collaboratori esperti e pubblicandoli su un network di 600 siti e blog interamente di proprietà, fra cui Excite Europe, Blogo, Blogosfere, che sono stati acquisiti nel tempo. Ha circa 200 dipendenti e oltre 60 milioni di euro di fatturato, uffici a Dublino, Berlino, Milano, Roma e Brasile. I siti sono visitati da più di 40 milioni di utenti unici al mese con 100 milioni di pagine viste (a febbraio). In Italia tocca punte di 7 milioni di visitatori. Complessivamente ha ottenuto finanziamenti da Venture Capital per 18 milioni di euro.

Neomobile
Anno di fondazione: 2005
Fondatore: Gianluca D’Agostino

Opera nel settore del Mobile Entertainment: progetta, sviluppa, promuove e distribuisce contenuti e servizi digitali in partnership con Operatori Mobili e Media Company. Dalla sua fondazione, la start up è cresciuta rapidamente a livello internazionale attuando una politica di acquisizioni (Arena Mobile, Zero9 in Brasile, UCT Group, OneBip). Nel 2011 il fatturato è stato di oltre 200 milioni di euro. Il fondo MPS Venture detiene il 43% della società.

Gioco Digitale
Anno di fondazione: 2006
Fondatore: Carlo Gualandri
Acquisita nel 2009 da bwin Interactive Entertainment AG

Opera nel gaming online ed è stata la prima azienda concessionaria dello Stato italiano a proporre con grande successo il Poker e il Bingo online. Oggi fa parte del gruppo bwin.party digital entertainment, la maggiore azienda di gioco online quotata in Borsa a livello mondiale. L’acquisizione è avvenuta per un corrispettivo totale di 2,3 milioni di azioni bwin e 50 milioni di euro in contanti.

Powerset
Anno di fondazione: 2006
Fondatore: Lorenzo Thione
Acquisita da Microsoft nel 2008

Fondata negli Stati Uniti da un giovane ingegnere comasco del Politecnico di Milano, la start-up è cresciuta rapidamente, arrivando a contare 75 dipendenti quando, ad agosto 2008, è stata acquistata da Microsoft per 100 milioni di dollari, pagati in contanti. A interessare il colosso di Redmond è stato l’algoritmo di ricerca basato sul linguaggio naturale sviluppato dalla start-up, che è stato poi inserito al cuore di Bing, il motore di Microsoft concorrente di Google.

Job Rapido
Anno di fondazione: 2006
Fondatore: Vito Lomele
Acquisita nel 2012 da Daily Mail

Job Rapido è un sito che unisce le offerte di lavoro pubblicate su diversi siti web nel mondo e le presenta all’utente, che può ricercarle con un unico click. La start-up nasce a Milano per iniziativa di Lomele, ingegnere del Politecnico di Milano, con 200mila euro e una visione da subito internazionale. Dopo soli 6 mesi diventa cash positive e da quel momento continua a crescere senza finanziamenti, grazie alla pubblicità. Quest’anno la società è stata acquistata da un grosso gruppo editoriale internazionale, Daily Mail, per 30 milioni di euro. Il quartier generale rimane in Italia, dove lavorano 70 persone, e Lomele detiene per ora ancora il 51% dell’azienda. Nel 2011 ha registrato un fatturato di 24 milioni di euro, con un EBITDA del 25%. Il mercato italiano pesa circa il 3% sul business complessivo.

Windows On Europe
Anno di fondazione: 2007
Fondatore: Andrea Martani, Leonardo Ferragamo

Windows on Europe Spa raggruppa società che offrono servizi innovativi nel settore ricettivo-immobiliare, con l’obiettivo di ottimizzare la capacità di generare reddito da una proprietà. Il Gruppo è specializzato nella gestione di appartamenti serviti e uffici temporanei, con una presenza diretta in otto città e con un servizio di prenotazione di appartamenti che copre le principali capitali del mondo. Oggi l’azienda gestisce tramite la sua piattaforma tecnologica 1.300 unità immobiliari. Ha raggiunto 20 milioni di fatturato l’anno e impiega 120 persone.

Applix
Anno di fondazione: 2009
Fondatore: Claudio Somazzi e Marco Cirilli

L’azienda realizza applicazioni per smartphone e tablet ed è stata fondata da imprenditori già attivi nell’ambito del digital, che in passato hanno sviluppato piattaforme proprietarie e brevettato tecnologie innovative. Il servizio che forniscono comprende tutte le fasi, dallo studio delle App (tecnologico, di prodotto, di marketing) alla loro messa a disposizione del pubblico. Ha ricevuto un finanziamento di 3 milioni di euro da una società italiana di venture capital. Nel gennaio 2012 Applix ha finalizzato l’acquisizione della quota di controllo della società Xorovo. Ha sedi a Milano e a Cagliari e di recente ha espanso l’attività anche in Cina e negli Stati Uniti.

Cibando
Anno di fondazione: 2010
Fondatore: Guk Kim

Coreano di origine ma romano di adozione, Guk Kim ha sviluppato un’applicazione mobile che presenta una mappa geolocalizzata dei locali presenti nelle vicinanze, con la possibilità di ricercarli in base a tipologia di cucina e prezzo e di prenotare telefonicamente. La scheda di ogni locale è molto curata: ognuno viene contattato personalmente dal team che va sul luogo per scattare foto fatte da fotografi professionisti, raccogliere informazioni sulle specialità tipiche e su alcuni prezzi del menù, oltre che avere un contatto diretto con gestori e cuochi. Oltre alle foto e a volte anche video dell’ambiente e dei piatti tipici, l’App propone alcune cose interessanti da vedere nei dintorni. Ha ottenuto quest’anno un finanziamento di 300mila euro da un Venture Capital tedesco, dopo aver raggiunto quota 300mila download e 100mila fan su Facebook. Oggi impiega 30 persone.

Glancee
Anno di fondazione: 2010
Fondatore: Andrea Vaccari, Alberto Tretti, Gabriel Grisé
Acquisita nel 2012 da Facebook

Nata nella Silicon Valley per iniziativa di due ex ricercatori universitari italiani laureati al Politecnico di Milano e di uno sviluppatore canadese, la start up è stata acquisita dopo appena un anno e mezzo da Facebook, prima ancora di aver iniziato a generare fatturato e senza aver ricevuto alcun finanziamento. Si tratta di una Mobile App che aiuta a trovare le persone nei dintorni che condividono interessi o amicizie: sono relazioni ricostruite a partire dalle iscrizioni ai social network o dal web. Facebook ha acquisito il team e gli asset di Glancee in cambio di quote azionarie: il valore non è stato reso noto.

MusiXMatch
Anno di fondazione: 2010
Fondatore: Massimo Ciociola

L’idea di MusiXMatch nasce dopo aver saputo che “lyrics” è una delle parole più ricercate su Google. Si tratta di un’applicazione mobile che associa i testi delle canzoni a tutti i brani presenti nel lettore musicale del dispositivo. Rende inoltre possibile la ricerca dei testi di canzoni non presenti nella libreria e trasmette in streaming una parte della canzone contemporaneamente al testo e poi rimanda all’acquisto del brano su iTunes. Oggi ha circa 10 milioni di utenti per un totale di 1 miliardo di pagine viste al mese, e più di 5 milioni di testi nel suo data base. Il Business Model è principalmente basato su modello pubblicitario. Per crescere la start up ha ottenuto inizialmente un seed da 500.000 euro, serviti per comprare i diritti musicali a livello mondiale, e successivamente un finanziamento da 3 milioni di euro da un fondo di Private Equity. Ha sede a Bologna e ha uffici a Londra e New York. Impiega 20 persone, quasi tutti sviluppatori.

Glamoo
Anno di fondazione: 2010
Fondatore: Simone Ranucci Brandimarte, LucaPagano, Jason McMahon

Il couponing online e Mobile è il campo di attività di Glamoo, nata dall’esperienza dei tre fondatori, tutti con precedenti esperienze nel Mobile, e un investimento di circa 1,8 milioni di euro, versati in parte dai soci, in parte da Buongiorno, socio al 10%, e in parte da investitori che hanno creduto nel progetto. Nel 2011 ha siglato una partnership con Seat PG Italia S.p.A.. Ha sedi a Roma, Milano e Londra e impiega circa 40 persone. L’App ha raggiunto i 500mila download, altrettanti utenti unici sul Mobile site mentre sul Web raggiunge circa 1,5 milioni di utenti al mese.

Mopapp
Anno di fondazione: 2011
Fondatore: Alessandro Rizzoli, Marco Bellisano e Federico Sita

La start up, fondata a Londra da tre bolognesi specializzati nello sviluppo di applicazioni innovative per il Mobile offre un servizio di monitoraggio delle prestazioni delle App destinate a tablet e smartphone che permette di tracciare, analizzare e rappresentare sotto forma di grafici i download, le vendite, ed i ricavi delle proprie applicazioni sviluppate. Inizialmente ha ricevuto 50mila euro da Seedcamp, un piccolo fondo europeo a supporto delle start-up, grazie a un premio vinto alla Berlin Competition; a marzo 2012 è stata finanziata con 1,5 milioni da CRIF, gruppo bolognese operante direttamente in 4 continenti, leader a livello globale negli information services e nel processing, che ha avuto in cambio il 25% dell’azienda, con l’opzione di salire al 40% entro 6 mesi dalla firma dell’accordo.

Beintoo
Anno di fondazione: 2011
Fondatore: Antonio Tomarchio e Filippo Privitera

Fondata da due ingegneri, uno del Politecnico di Milano e l’altro dell’università di Catania, è una piattaforma che permette di erogare contenuti pubblicitari attraverso le App dei giochi. Tramite i diversi giochi che adottano la piattaforma, gli utenti raccolgono crediti che poi vengono trasformati in coupon e sconti. Attualmente gli utenti Beintoo sono 30 milioni e quasi 3 milioni gli utenti unici al giorno. La start up è stata fondata a Milano ma ha sede a Palo Alto e ha ottenuto quest’anno due finanziamenti diversi, il primo a giugno da un fondo italiano pari a 5 milioni di dollari, il secondo a ottobre da un fondo londinese pari a 2 milioni di dollari.

Dove conviene
Anno di fondazione: 2011
Fondatore: Alessandro Palmieri

Si tratta di un’App che offre la possibilità di consultare i volantini di promozione dei vari punti vendita della grande distribuzione, di geolocalizzare i negozi e di ricevere notifiche push. Le categorie merceologiche sono: elettronica, arredamento, bricolage, iper, discount, sport e moda, viaggi,infanzia e giochi. Attualmente raggiunge 1 milione di utenti unici al mese, per un totale di quasi 300mila download (a marzo 2012). Ha sede a Bologna.

RetApps
Anno di fondazione: 2012
Fondatore: Alessandro Tiretta

L’idea di business alla base di RetApps è quella di diventare il partner per le Insegne del mondo della GDO e Superfici Specializzate per l’offerta di soluzioni Mobile rivolte al consumatore. In particolare, il modello si fonda su tre “pilastri”, integrati in un’unica App, SmartBip: il Mobile Self Scanning, il Mobile Payment, e il Mobile CRM. L’applicazione è già stata adottata da importanti clienti del mondo retail. Un punto di forza è quello di integrarsi in modo sicuro con la barriera casse. Questo consente di poter sviluppare soluzioni con cui il punto vendita si avvicina ulteriormente al consumatore sia per intercettare meglio le sue esigenze, sia per soddisfarle: promo personalizzate generate in automatico mentre il cliente legge il barcode, opportunità di cross-selling e up-selling, tagliandi sconto sviluppati ad hoc ecc.

Vivocha S.p.A
Anno di fondazione: 2012
Fondatore: Gianluca Ferranti e Federico Pinna
Spin-off di Reitek S.p.A

L’azienda, con sede centrale a Cagliari e uffici a Milano e San Francisco, offre una piattaforma di Online Customer Interactions totalmente cloud-based, dedicata alle aziende che desiderano migliorare i propri processi di vendita o assistenza online. Ad un solo anno dal lancio, Vivocha ha già raccolto la fiducia di grandi clienti quali Enel, Wind-Infostrada, Fastweb, Findomestic, Genialloyd, CheBanca, Edison, Foppapedretti, RCS, Linear, WeBank, PosteMobile, Nectar e molti altri. La start-up, fondata da Gianluca Ferranti, formatosi al Politecnico di Milano, ha recentemente raccolto un finanziamento di 1,5 milioni di euro da parte di Vertis e Principia ed è stata nominata nelle Top 20 Hottest Early Stage Startups In The World.

Argomenti trattati

Approfondimenti

P
PMI
S
startup

Articolo 1 di 5