Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Sponsored story

Sicurezza dei dati personali e marketing della privacy, il ruolo di Samsung Knox

La gestione precisa, trasparente e riservata dei dati riveste un’importanza cruciale per le aziende che, garantendo la data privacy possono fidelizzare il cliente e distinguersi dalla concorrenza. La piattaforma Samsung permette di distribuire, configurare e gestire facilmente i dispositivi mobili in modo da proteggere le informazioni nel pieno rispetto del GDPR

05 Giu 2018

Secondo il Forum Economico Mondiale i dati personali sono il petrolio del 21mo secolo, per questo motivo lo stesso organismo internazionale ha dichiarato che tali dati dovrebbero essere equiparati a un vero e proprio bene. Ecco perchè, la gestione precisa, trasparente e riservata dei dati riveste un’importanza cruciale. Qualsiasi interlocutore aziendale esige la garanzia che i propri dati personali vengano raccolti ed elaborati in totale sicurezza. Le realtà che agiscono in questa direzione otterranno fiducia e avranno la possibilità di generare rapporti migliori, più proficui e più seri con clienti e partner, coronati da un coinvolgimento più profondo. Garantire cioè la data privacy può rappresentare un fattore distintivo rispetto alla concorrenza, un’occasione per migliorare la reputazione del marchio e, di conseguenza, essere un fondamentale elemento di fidelizzazione.

Ludovic Lévy

Vice Presidente della Strategia dei Dati di Orange

Ludovic Lévy, Vice Presidente della Strategia dei Dati di Orange, alla Conferenza sul Marketing dei Dati tenutasi a Parigi ha definito questo fatto come il marketing della privacy: «Il marketing della privacy è il nuovo corso di forte sviluppo per le aziende. Consente ai professionisti di incrementare la fiducia dei propri utenti verso i servizi da questi utilizzati. Spetta alle aziende rassicurare il consumatore dimostrando che i suoi dati personali sono protetti e informandolo in che modo vengono utilizzati. Con l’introduzione del GDPR, quest’incombenza è inevitabile».

Nelle intenzioni del legislatore europeo, scrivendo il GDPR, vi è infatti la profonda consapevolezza di dover proteggere la data privacy. Questo vale per qualsiasi dispositivo sul quale i dati personali siano raccolti, consultati ed elaborati. E in un’epoca in cui gli smartphone sono diventati un’estensione dell’ufficio è molto probabile che questi dispositivi contengano dati personali sensibili.

Secondo i risultati di una indagine CSS dello scorso anno, il 45% delle aziende non aveva una politica formale per la messa in sicurezza dei dati dei clienti e solo il 54% delle organizzazioni oggetto dell’indagine utilizzava forme di gestione dei dispositivi mobili (di cui il 65% delle imprese consolidate e il 43% delle start up).

Dal 25 maggio 2018, con la piena applicazione del GDPR, le aziende devono però assicurare che i dati personali archiviati sugli smartphone siano protetti almeno quanto le informazioni custodite nei database e nei server aziendali, perché in un mondo post-GDPR perdere dati personali o consentire a terzi l’accesso agli stessi rappresenta una violazione del Regolamento e comporta pesanti sanzioni.

Samsung Knox, per la sicurezza dei dati aziendali e personali

Applicare una strategia tesa a garantire la sicurezza dei dispositivi mobili è complesso: si inizia con la gestione di base, quindi, la stessa configurazione dello smartphone implica vari step (dalla configurazione delle connessioni disponibili a quella dei dispositivi di archiviazione fino alla configurazione della fotocamera, dell’audio); sono, infine, fondamentali gli aggiornamenti, la manutenzione del sistema operativo e così via.

Il sistema di sicurezza multilivello Samsung Knox, nativamente integrato nei dispositivi Samsung, fornisce un nucleo di difesa per tutti gli utenti, includendo centinaia di funzioni di security (quali per esempio la protezione contro i malware, l’intrusion detection, rooting detection) al fine di garantire maggiore sicurezza e protezione ai dati sensibili e personali poiché permette di fare uso di un unico device sia in campo personale che in campo lavorativo in piena sicurezza. Il vero valore che si ottiene dalla creazione di due ambienti distinti è sicuramente quello di poter segregare le informazioni aziendali all’interno del container correlato all’attività professionale. Ma allo stesso tempo è anche quello di disporre di uno spazio personale protetto in termini di privacy rispetto al container aziendale.

Nello specifico, per rispondere a tutte queste esigenze Samsung Knox offre i seguenti servizi:

  • Knox Mobile Enrollment, per l’installazione e la registrazione automatica del dispositivo;
  • Configure, che consente alle aziende di distribuire configurazioni da remoto adattando i dispositivi alle specifiche esigenze di business;
  • Manage (la soluzione EMM cloud-based per la gestione dei terminali mobili abbinata a un ambiente sicuro per la protezione dei dati aziendali sui terminali Samsung);
  • Workspace, ossia il “container” che isola le applicazioni e i dati di lavoro dallo spazio personale;
  • E-Fota, cioè il servizio che consente di controllare da remoto la versione OS dei dispositivi Samsung.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

Ludovic Lévy

Aziende

S
Samsung

Approfondimenti

D
Data Privacy
G
GDPR
S
Samsung Knox

Articolo 1 di 4