Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Business Case

Radio Kiss Kiss

Un’infrastruttura IT virtuale per una strategia di comunicazione integrata che incentiva l’audience radiofonica attraverso un’esperienza interattiva di ascolto

12 Mag 2011

Ottava realtà radiofonica privata in termini di ascolto giornaliero, Radio Kiss Kiss è un’emittente radiofonica nazionale fondata nel 1976 da Ciro Niespolo che già nell’anno successivo alla fondazione vinceva il premio radiofonico del Telegatto. La sede principale è a Napoli, mentre due sedi operative sono localizzate a Milano e a Roma, in cui lavorano, complessivamente, circa 75 dipendenti. Per favorire la comunicazione tra il personale distribuito nelle tre diverse sedi, l’emittente ha sviluppato a partire dal 2008, in collaborazione con Dell, un progetto per la virtualizzazione dei propri server. Nella configurazione attuale su tre nodi fisici sono installati 26 server virtuali: grazie alla rinnovata infrastruttura IT Radio Kiss Kiss è in grado di erogare sia agli ascoltatori sia ai dipendenti un servizio rapido e continuo.


Andrea Brancaccio, responsabile IT di Radio Kiss Kiss afferma che “sfruttando le potenzialità del Web, ora l’emittente radiofonica può rendere interattiva l’esperienza di ascolto via etere offrendo ai propri ascoltatori servizi multimediali: è possibile ascoltare via Web lo streaming e i podcast dei programmi radiofonici, visualizzare le classifiche musicali, ascoltarne i brani ed accedere al sito di eCommerce”.

Inoltre, l’emittente napoletana ha lanciato il servizio di video-chat, già utilizzata durante le trasmissioni radiofoniche Big Night e Klima Day, la maratona radiofonica per la giornata ecologica mondiale.
Attualmente il carico di lavoro che i sistemi di Radio Kiss Kiss riescono a sostenere è decisamente superiore alla situazione precedente: vengono visualizzate oltre 2.000.000 di pagine Web al mese contro le 24.000 precedenti. La nuova infrastruttura IT virtuale ha consentito di consolidare i server fisici esistenti in diversi cluster, concentrando i servizi su macchine virtuali a garanzia di una riduzione dei costi legati all’hardware, semplificando la gestione. L’infrastruttura hardware e software ha permesso a Radio Kiss Kiss, oltre al consolidamento del proprio parco hardware ed applicativo, una maggiore flessibilità nella gestione delle risorse informatiche ed una maggiore affidabilità per garantire la continuità di business. Grazie alla flessibilità dei nuovi sistemi è possibile incrementare la capacità di calcolo in modo scalabile e semplice, attivando nuovi server virtuali senza dover provvedere ad acquistare nuovi server fisici con i relativi sistemi di sicurezza.

Argomenti trattati

Approfondimenti

P
PMI
U
unified communication
V
virtualizzazione

Articolo 1 di 5