Sponsored Story

Passepartout: «Quella per le PMI è una vocazione nel nostro DNA»

Da trent’anni la software house di San Marino supporta la crescita delle PMI, per cui ha realizzato Mexal, il gestionale per i flussi di magazzino, amministrativi e fiscali. Ai commercialisti, invece, propone Passcom

27 Set 2019

Redazione

Il focus di Passepartout è da sempre sulle PMI. Per la software house di San Marino quella per le piccole e medie imprese è una predisposizione innata, come ha sottolineato in un recente articolo di Digital4Trade Simone Casadei Valentini, Direttore Progettazione, Assistenza, Formazione Area Imprese e Commercialisti di Passepartout. «La nostra azienda è nata negli Anni ’80 – in concomitanza con l’arrivo in Italia dei primi pc e la loro adozione da parte delle PMI – con un prodotto di gestione per le aziende di piccola e media dimensione, che poi erano quelle che caratterizzavano, e caratterizzano tuttora, il mercato italiano. Il prodotto negli anni ha poi avuto declinazioni anche su altri target, come quello dei Commercialisti, ma ha da sempre come base di partenza le logiche e le esigenze delle tipiche piccole e micro imprese italiane. Ecco perché non esageriamo quando diciamo che quella per le PMI è una vocazione che Passepartout ha nel DNA», ha sottolineato il manager.

Simone Casadei Valentini

Direttore Progettazione, Assistenza, Formazione Area Imprese e Commercialisti di Passepartout

Passcom e Mexal: così Passepartout si mette al servizio delle PMI

Il rapporto ormai trentennale tra Passepartout e le PMI oggi si fa forte di due soluzioni: da un lato c’è Passcom, la declinazione per i Commercialisti che copre 3mila utenze, dall’altro Mexal – il gestionale che supporta i flussi di magazzino, nonché l’area amministrativa e fiscale, indirizzato alle piccolissime e piccole aziende, che al momento conta oltre 17.000 clienti attivi – che grazie alla sua flessibilità consente di soddisfare anche le esigenze delle imprese midsize, con installazioni che arrivano a superare i 200 posti di lavoro. «Mentre su Passcom ci muoviamo direttamente sui commercialisti clienti, per Mexal ci rivolgiamo alla nostra rete di partner, distribuita capillarmente su territori di cui conoscono caratteristiche ed esigenze, rappresentando dei riferimenti per la fornitura di tecnologie per le aziende locali – ha specificato Casadei Valentini -. Partner che non si occupano solo di assistenza al prodotto, ma che approcciano i clienti con uno spirito consulenziale, facendo un’analisi approfondita dei requisiti e delle esigenze del cliente stesso per potere proporre la soluzione più adatta, potendo scegliere se adottare o meno la parte fiscale o se serve solo un minimo di contabilità di base, o, ancora, se agganciare altri adempimenti, come dichiarazione dei redditi, bilancio e altre funzioni fiscali».

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4