Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Internet e gli italiani

Nuovo rapporto Audiweb: continua la crescita degli utenti Internet italiani, soprattutto da mobile

Il 78,9% della popolazione italiana tra gli 11 e i 74 anni (38 milioni) dichiara di accedere a internet da qualsiasi luogo e strumento. Sono 15 milioni gli italiani navigano da smartphone, e 2 milioni da tablet. L’audience online da PC nel giorno medio cresce del 9,2% in un anno, con 13,3 milioni di utenti online a luglio 2012.

25 Set 2012

Secondo i dati diffusi da Audiweb, nel primo semestre 2012 sono 14 milioni le famiglie italiane che dichiarano di accedere a Internet da casa attraverso un computer di proprietà. Le famiglie connesse preferiscono la banda larga: sono, infatti, 9,8 milioni quelle che scelgono una connessione ADSL o in fibra ottica (il 70,2% dei casi). Risulta rilevante anche l’accesso tramite chiavetta Internet, con circa 4 milioni di casi, il 28% delle famiglie che accedono a internet da casa.

Sono poi 38 milioni gli italiani che dichiarano di accedervi da qualsiasi luogo e device (da casa, ufficio o da un luogo di studio), pari al 78,9% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni. Più in dettaglio, emerge una maggiore disponibilità di accesso da casa con PC (73% dei casi, 35,2 milioni di individui tra gli 11 e i 74 anni), seguita dall’accesso dal luogo di lavoro, disponibile per il 48,4% degli italiani occupati (11 milioni).

L’accesso a Internet da cellulare è invece disponibile nel 31,3% dei casi (pari a 15 milioni di individui), mentre l’accesso da tablet per quasi 2 milioni di persone. Per quanto riguarda il profilo socio-demografico, a prescindere dalle location e dai device utilizzati, nella maggior parte dei casi si tratta di giovani (oltre il 90% degli individui di età compresa tra gli 11 e 34 anni) e di coloro che vivono nei centri con più di 100.000 abitanti. Pur presentando tassi di concentrazione molto elevati tra i profili più qualificati in termini di istruzione e condizione professionale, l’accesso si conferma ampiamente diffuso anche tra gli altri profili socio-demografici.

Sul fronte mobile emerge che l’accesso è disponibile per il 34,6% degli uomini e il 28,1% delle donne, principalmente tra i giovani (circa la metà degli individui di età compresa tra gli 11 e 34 anni), i residenti del Centro Italia (il 37,6% della popolazione di quest’area) e del Nord Ovest (il 32,7%). Entrando nel dettaglio delle attività effettuate da cellulare, le più gettonate sono navigare su internet (il 56,9% dei casi), inviare/ricevere e-mail (il 32,7% dei casi), consultare motori di ricerca (31,9%) e accedere ai social network (31,8%).

Sono 3,5 milioni coloro che dichiarano di aver scaricato e utilizzato almeno una volta un’applicazione (solo gratuita nel 67,4% dei casi o anche a pagamento nel 32,6% dei casi). L’audience online rilevato nel mese di luglio 2012 è stato di 28 milioni di utenti unici, con un incremento del 7,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel giorno medio risultano online 13,3 milioni gli utenti, +9,2% rispetto all’anno precedente, collegati in media per 1 ora e 19 minuti, consultando 136 pagine per persona.

Argomenti trattati

Approfondimenti

E
email
I
Internet
S
smartphone

Articolo 1 di 5