Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Strategie

“Multivendor Maintenance” in controtendenza per General Computer

22 Nov 2013

Secondo l’Assintel Report 2013, la ricerca annuale sul mercato del Software e Servizi ICT in Italia, presentata di recente a Milano da Assintel, l’associazione nazionale delle imprese ICT di Confcommercio-Imprese per l’Italia, e dalla società di ricerca Next Value, il settore dell’Information Technology sta vivendo una profonda crisi con dinamiche recessive che interessano, in particolar modo, le tecnologie classiche. Le voci tradizionali dell’Information Technology mostrano, infatti, la prosecuzione di un trend negativo che continua dal 2008 a oggi, periodo in cui in Italia il mercato ha perso quasi 4 milioni di euro.

A fine 2013 si calcola che il valore del comparto si assesterà intorno a 18.215 milioni, in cui l’Hardware e l’Assistenza tecnica perdono il 9,5% ma in questo contesto di forte contrazione si inserisce in netta controtendenza l’esperienza di General Computer Italia, realtà made-in-Italy dal ’93 fornitore di servizi di manutenzione, che proprio nel 2013 ha raggiunto risultati particolarmente incoraggianti in termini di ‘Multivendor Maintenance’ tramite Partners.

“L’indubbio periodo di crisi – dice Paolo Vitali, Partner Manager di GCI – ci ha permesso di presentarci positivamente a System Integrator e OEM che devono garantire ai loro clienti finali un adeguato livello di servizio in parallelo a una riduzione dei costi: negli ultimi quattro anni il fatturato Multivendor Maintenance di GCI è raddoppiato. Grazie anche a interessanti analisi prodotte da opinion leader quali Gartner Group, è venuto meno un ostacolo storico alla scelta di un Service Provider indipendente, quale GCI, cioè la presunta esigenza di una manutenzione evolutiva dei Software di sistema. Le case madri, di cui ci proponiamo come alternativa, hanno giocato questa carta per trattenere il cliente facendogli pagare un servizio che raramente è necessario sui sistemi in produzione. Possiamo sostenere che il solo segmento di mercato dove ancora i vendor la fanno a padrone è quello del Finance che non a caso è il nostro principale obiettivo per il 2014. Abbiamo già contatti con alcuni gruppi che propongono Managed Services a Istituti Bancari e contiamo di annoverare a breve referenze anche in questo settore”.

Per saperne di più, visita www.gci-multivendor.com

Articolo 1 di 4