Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

sponsored story

Kaspersky Security Awareness, partire dalla formazione dei dipendenti per proteggersi dal Cybercrime

Con l’obiettivo di promuovere la cultura della cybersicurezza in azienda, nasce un percorso formativo specifico per i diversi livelli dell’organizzazione, per aumentare competenze e conoscenze sui rischi

06 Nov 2018

Le realtà aziendali possono differenziarsi per dimensioni, business o strutture; nessuna, però, può permettersi di ignorare le problematiche legate alla sicurezza informatica, un ambito che può avere impatti, senza distinzioni, sulle piccole imprese e sulle grandi multinazionali. La verità, infatti, è che tutti possono diventare un obiettivo dei cybercriminali.

«Secondo recenti studi, oltre l’80% degli incidenti informatici che si verificano nelle realtà aziendali è riconducibile a un errore umano. In media, le grandi imprese devono pagare circa 800mila euro per il ripristino dagli attacchi causati da dipendenti negligenti o disinformati, mentre le piccole e medie imprese ne spendono circa 70mila. I programmi di formazione tradizionali esistono, ma spesso si rivelano poco efficaci e di rado portano a risultati soddisfacenti in termini di motivazione e comportamenti adeguati», sottolinea Morthen Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab.

Morten Lehn

General Manager Italy, Kaspersky Lab

Considerata la necessità di formare i dipendenti per assicurare un’adeguata protezione alle aziende, Kaspersky Lab ha lanciato il servizio Kaspersky Security Awareness, un insieme di soluzioni dedicate ai diversi livelli della struttura organizzativa aziendale. Forte delle proprie competenze in tema di cybersecurity e di importanti investimenti nel settore R&D, Kaspersky Lab ha l’obiettivo di costruire una cultura della sicurezza digitale e sviluppare solidi modelli comportamentali con un approccio formativo che prevede dinamiche di gioco, prove pratiche e attacchi simulati, comprendendo diversi elementi che si integrano tra di loro.

Il primo livello è la formazione KIPS (Kaspersky Interactive Protection Simulation), destinata ai senior manager per renderli consapevoli su rischi e problemi di aziende, banche, pubblica amministrazione e industrie. La soluzione mette nella condizione di dover affrontare una serie di cyberminacce cercando di massimizzare i profitti e preservare la fiducia.

Il secondo livello è il CyberSafety Management Games: un workshop interattivo che sensibilizza i line manager sull’importanza della cybersecurity e trasmette competenze, conoscenze e attitudini essenziali.

Il terzo livello fa leva sulla piattaforma di formazione online dei dipendenti per lo sviluppo di competenze in tema di sicurezza informatica: permette di fare pratica e imparare attraverso un portale interattivo, tramite moduli di formazione, valutazione delle conoscenze e attacchi di phishing simulati. Da febbraio 2017 è disponibile in 27 lingue, anche in versione prova con la demo interattiva sul sito di Kaspersky Lab.

L’ultimo livello riguarda la valutazione della cultura sulla CyberSafety, per l’analisi e il giudizio reale su comportamenti e atteggiamenti quotidiani.

Con i prodotti di formazione Kaspersky Security Awareness la probabilità di applicare le conoscenze acquisite nel lavoro quotidiano sale al 93% e si riduce del 90% la possibilità di incappare in un incidente di sicurezza informativa. Inoltre, i costi legati al rischio di cyberattacchi diminuiscono (-50; -60%) e aumenta di circa 30 volte il ritorno degli investimenti.

Kaspersky Security Awareness, partire dalla formazione dei dipendenti per proteggersi dal Cybercrime

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Google+

    Link

    Articolo 1 di 5