Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Health Care

Il BigData nell’HealthCare: l’esperienza di Fujitsu

La multinazionale, che ha già intrapreso da tempo lo sviluppo di tecnologie hardware e software per l’analisi dei Big Data, ha avviato un’interessante iniziativa in Giappone che coinvolge i propri dipendenti, con l’obiettivo di realizzare un modello previsionale relativo al grado di rischio di sviluppare il diabete

01 Lug 2013

Il Big Data impatta qualsiasi azienda incentri il proprio business sul valore delle informazioni, di qualunque tipo esse siano. Informazioni sul mercato e i competitor per esempio, ma anche informazioni sull’andamento delle vendite o dati sulla reazione dei prodotti se sottoposti a determinati test (come nel caso delle automobili) o dati ambientali (fondamentali nell’ambito agricolo).

Sapere analizzare queste informazioni in modo rapido è di fondamentale importanza per garantire non solo la propria sopravvivenza ma anche una continua crescita anche in situazioni di mercato difficili come le attuali.

Fujitsu ha già intrapreso da tempo lo sviluppo di tecnologie hardware e software in questa arena e recentemente ha rilanciato la propria offerta con il Fujitsu Big Data Initiative che vede il coinvolgimento di clienti, partner e startup per rinforzare le iniziative nel business del big data.

Il programma di ricerca di Fujitsu, volto a favorire la realizzazione di una “Intelligent Society” è centrato sullo sviluppo di tecnologie intelligenti che permettano di analizzare ed estrarre dati utili da un’ampia varietà di sorgenti: dai sensori, alle varie attività dell’individuo e da altri tipi di macchine o dall’integrazione con nuove fonti come sistemi di posizione, social media, log ed altri elementi con cui gli utenti interagiscono quotidianamente.

In effetti, l’abilità nel gestire, elaborare e utilizzare a fini strategici i Big Data richiede capacità di intervento integrate e globali, sia che l’obiettivo consista nell’erogare servizi ai consumatori sia che si tratti di condurre analisi scientifiche come quelle atte ad assicurare il benessere della popolazione di interi continenti, come nel campo del clima o sulle modalità di diffusione di un virus influenzale.


Un progetto per la prevenzione delle malattie

Un esempio di questo è un programma realizzato da Fujitsu in Giappone che coinvolge i propri dipendenti e si basa sull’utilizzo di tecnologie di analisi dei Big Data per la realizzazione di un sistema di raccolta ed analisi di tipo medico con l’obiettivo di realizzare un modello previsionale relativo al grado di rischio dell’individuo di sviluppare il diabete con alto grado di accuratezza.

Il programma prevede che un gruppo di volontari si sottoponga a un insieme di visite mediche per raccogliere dati che verranno integrati con quelli rilevati da altri dispositivi portatili tra cui gli smartphone onde poter correlare parametri rilevati in situazioni quotidiane (battito cardiaco, temperatura..) con parametri ambientali e dati clinici rilevati durante le visite mediche di controllo.

Lo sviluppo di sofisticati modelli matematici d’analisi permette ora di definire la stima del rischio relativo al diabete anche senza l’ausilio medico o a suo supporto.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
big data
F
fujitsu
H
healthcare

Articolo 1 di 4