Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

SPONSORED STORY

Gruppo Filippetti, una divisione abilita il digital change di imprese e istituzioni

Il team guidato da Alessandro Zattoni ha una mission chiara, con una vision ambiziosa, e si inserisce all’interno del più ampio e sfidante piano di sviluppo ispirato da una strategia di innovazione, sia inbound che “open”, del Gruppo italiano noto nel mondo dell’ICT e delle tecnologie IoT

19 Mar 2018

Il Gruppo Filippetti ha deciso di puntare su una nuova divisione per supportare il cambiamento digitale a favore dell’Enterprise Digital Transformation. «Vogliamo diventare un abilitatore di “intelligent enterprise” per favorire la creazione di un ecosistema dell’innovazione dove, insieme ai nostri partner, possiamo supportare i nostri Clienti, aiutandoli a svilupparsi e capitalizzare appieno il potenziale che deriva dall’integrare l’intelligenza digitale in modo efficace all’interno delle organizzazioni», sottolinea Alessandro Zattoni, che guida la divisione. «Guardiamo a mercati e applicazioni verticali, dove l’interconnessione tra persone, tecnologie e informazioni rappresenta la soluzione a bisogni essenziali, quali competitività, rapidità, collaborazione, conoscenza e sostenibilità».

Alessandro Zattoni, Gruppo Filippetti

Grazie a importanti collaborazioni con aziende first mover nella digital transformation, la squadra di Zattoni offre servizi e prodotti che impattano sull’intera catena del valore, migliorando in modo radicale i processi organizzativi dei clienti, attraverso l’integrazione di intelligenza tecnologica nei loro business. La divisione sviluppa e propone soluzioni customizzate “turn key” per Banche, Assicurazioni, Energy Provider, TLC, Industria, Logistica, GDO, Food, Health Care, Aziende Municipalizzate, società di Servizi, solo per citare i più importanti.

«È decisivo per le imprese e per le istituzioni adottare un cambio di paradigma, per cogliere le sfide e le opportunità della trasformazione digitale – continua Alessandro Zattoni -. La disruption portata dal digitale impatta radicalmente e positivamente sui modelli di business e su quelli operativi delle imprese che operano nei diversi mercati: l’informazione diventa un asset strategico fondamentale per la gestione integrata di nuovi processi e crea valore per tutti gli stakeholders coinvolti, accrescendo la competitività e favorendo lo sviluppo. Il commitment e la capacità delle imprese e delle istituzioni di abbracciare il cambiamento è fondamentale per dominare l’evoluzione in atto, ma da solo non basta. È necessario che vi sia un interlocutore in grado di “mettere a sistema” competenze e tecnologie con un approccio olistico. Un partner strategico che possieda le skills per poter governare l’innovazione e che riesca a comprendere appieno i bisogni dei Clienti, affiancandoli step by step. Quel partner strategico siamo noi».

Con un incremento di fatturato del 60% rispetto all’esercizio precedente, investimenti per 13 milioni di euro negli ultimi 3 anni e un piano di crescita ambizioso, il Gruppo guidato da Micol Filippetti è tra i più importanti players italiani nell’ambito della Global System Integration per applicazioni in ottica 4.0 che includono, oltre alla Digital Transformation, anche Industry, Building, Mobility e Technology. Gruppo Filippetti vanta inoltre una presenza capillare sul territorio italiano e ha avviato un importante processo di internalizzazione per presidiare il mercato europeo.

«Scomodando la legge di Kurzweil (The Law of Accelerating Returns), possiamo dire che il nostro Gruppo si trova oggi nella “seconda metà della scacchiera”, dove ogni avanzamento ha effetti esponenziali. Alle forti expertise maturate in ambito ingegneristico, tecnico e consulenziale e ad una approfondita conoscenza delle esigenze dei clienti e delle potenzialità del digitale, spesso ancora latenti, si aggiunge un approccio visionario: la nostra capacità di immaginare nuovi mondi e nuovi scenari, dove l’informazione e la tecnologia creano un’intelligenza collettiva distribuita, capace di accrescere il valore per aziende, Istituzioni e comunità sociali. Ci stiamo muovendo rapidamente verso la frontiera dell’innovazione, che sarà sempre più ampia e dominata dai grandi temi della trasformazione digitale: big data, cyber security, intelligenza artificiale, block chain, solo per citarne alcuni. Una frontiera dove competenze, rapidità e agilità giocano un ruolo fondamentale».

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito: edt.gruppofilippetti.it

Chi è Alessandro Zattoni

Trentasei anni, romagnolo dall’anima cosmopolita, talento eclettico capace di conciliare il background tecnico e una spiccata attitudine sales, patito di moto storiche, Alessandro Zattoni durante la sua brillante carriera si è occupato di ICT, infrastrutture, collaboration e smart working, operando in grandi organizzazioni in Italia ed all’estero come Gruppo Ferretti, Gruppo TeamSystem, Apple e Gruppo Filippetti.

Attualmente Zattoni è alla guida della divisione Enterprise Digital Transformation di Gruppo Filippetti, dedicata alla digitalizzazione e integrazione dei processi di business delle aziende.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5