Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

GDO

RetApps, la spesa è sempre più smart: self scanning, pagamenti, coupon e volantini digitali in un’App

La piattaforma SmartBip, che permette di pagare la spesa al supermercato con lo smartphone, si arricchisce di nuovi strumenti, ancora più efficaci e mirati sulle esigenze dei clienti: i coupon, per promozioni mirate e real time, e il volantino digitale interattivo. «Risultati molto interessanti e facilmente misurabili, sia per i retailer sia per l’industria di marca», spiega l’AD Alessandro Tiretta

15 Lug 2019

Barbara Trigari

Il momento della spesa è solo una delle tappe che compongono un articolato percorso d’acquisto che si dipana senza soluzione di continuità, attraverso strumenti e contesti fisici e digitali. RetApps ha scelto di presidiare questo territorio, quello dell’omnicanalità e dello smart retail, con la piattaforma SmartBip che permette di muoversi liberamente tra online e negozio tradizionale, tra Pc e smartphone, tra dispositivo di self scanning del supermercato e ancora smartphone, semplificando e velocizzando il momento della spesa. Invece di passare dalla cassa, magari evitando la coda, si acquista e paga direttamente con il proprio smartphone, o attraverso il totem cassa e il dispositivo self scanner del negozio.

Liberare gli acquisti dal collo di bottiglia della cassa tradizionale rappresenta un’opportunità per sviluppare nuovi servizi rivolti alla clientela e utilizzare in modalità smart anche altri strumenti legati al momento della spesa, come quello delle promozioni e del volantino. Entrambi ampiamente collaudati, ma solo in territorio “fisico”, e non ancora pienamente nel campo digitale, dove invece si nascondono ancora numerose opportunità di innovazione e di business. Proprio guardando alle promozioni e ai volantini RetApps ha pensato di evolvere la piattaforma SmartBip, offrendo ai retailer, e anche all’industria di marca che saprà raccogliere la sfida, due strumenti ancora più efficaci e mirati sulle esigenze dei clienti.

Le novità in dettaglio: promozioni mirate in tempo reale

«La prima novità che abbiamo inserito si chiama SmartPromo – spiega Alessandro Tiretta, founder e Ceo di RetApps -, si tratta di una nuova funzionalità, un coupon digitale targetizzato che viene erogato solo agli utenti del self scanning». Sconti dedicati ai clienti più fedeli, quelli che hanno sottoscritto la carta fedeltà e utilizzano il self scanning, con un importante elemento di differenziazione aggiuntivo: «Dinamismo e real time -prosegue il Ceo-, infatti con SmartPromo è possibile modificare e creare le campagne in tempo reale e il processo di redemption avviene direttamente, evitando i passaggi che tradizionalmente occorre fare se ci si avvale dei circuiti classici che gestiscono i buoni cartacei. Inoltre, il retailer può clusterizzare le offerte proponendole solo a una certa tipologia, o a un certo numero, di clienti».

Alessandro Tiretta

AD, RetApps

Ecco come funziona: il retailer sceglie le proprie strategie promozionali in base al negozio, al territorio (si tratta di fatto di una soluzione di geomarketing) e ai cluster di clienti. I coupon possono entrare in possesso del cliente in momenti diversi, ma senza dubbio il più efficace è quello della spesa, direttamente nel punto di vendita, con il self scanner o il proprio cellulare in mano, la lista della spesa pronta e l’occhio puntato al prodotto sullo scaffale. Lo sconto arriva sul cellulare o sullo scanner del supermercato, mentre si sta pianificando cosa acquistare, e viene “bruciato” immediatamente, quando si paga alla cassa. Di solito i buoni sconto vengono erogati e consumati in occasioni diverse e mai mentre si sta facendo la spesa, con il rischio che il consumatore dimentichi di averli o non abbia l’occasione per utilizzarli. L’impiego immediato corrisponde a un beneficio percepito immediatamente dal consumatore, che avrà ancor di più la sensazione di essere ben accolto e ben servito con proposte adatte alle proprie esigenze. Insomma, la percezione di un favorevole rapporto qualità/prezzo, in tempo reale.

«La seconda novità consiste nel volantino digitale interattivo -aggiunge Alessandro Tiretta- uno sfogliabile, pensato principalmente per essere letto dalla app sul cellulare, ma consultabile anche dal web, con la possibilità di cliccare sui prodotti per creare la propria lista della spesa direttamente nell’app». È un altro modo per rendere subito fruibile il volantino ai propri clienti più fedeli, quelli registrati per il self scanning, e anche per raccogliere preziose informazioni sui loro comportamenti d’acquisto. Una preziosa fonte di informazioni è la lista della spesa, che grazie alla tecnologia si può comporre in modi diversi a seconda delle necessità del cliente. Si può partire direttamente dal volantino digitale, selezionando i prodotti in sconto che poi si trovano direttamente in lista quando si entra in negozio e si preleva lo scanner o si usa il proprio cellulare; oppure si possono aggiungere prodotti selezionando i coupon proposti sempre nell’app, oppure digitando il nome del prodotto nella ricerca dell’app SmartBip sullo smartphone o sullo scanner. Sarà il cliente a scegliere l’opzione più conveniente in base alle proprie necessità e abitudini, senza doversi adattare alla tecnologia. Al contrario, la tecnologia di RetApps aderisce alle esigenze della clientela offrendo una serie di opzioni tra le quali scegliere, senza porre barriere tra gli strumenti a portata di mano. Per esempio: se mentre si fa la spesa con lo smartphone, si scarica la batteria? Si può proseguire tranquillamente prelevando lo scanner disponibile nel punto di vendita, si ritroveranno tutte le informazioni, le referenze già scannerizzate, la lista della spesa e i coupon.

Risultati misurabili, target definiti

«Smart promo e volantino digitale restituiscono risultati molto interessanti -prosegue Tiretta-. In particolare, le smart promo applicate direttamente sul sell out, a differenza della maggior parte dei coupon tradizionali che valgono per le spese successive, sono molto più misurabili e più mirate». Un coupon erogato mentre il consumatore fa la spesa ha molta più probabilità di essere utilizzato e il retailer sa esattamente a chi lo ha proposto e in quale punto del percorso d’acquisto. Ancor più se la promozione viene offerta sfruttando un servizio di geolocalizzazione. «RetApps si avvale di tecnologie diverse per la geolocalizzazione -spiega il Ceo-, dal più tradizionale beacon alla tecnologia proprietaria in partnership con Philips Signify, basata sull’illuminazione già presente nel supermercato, che offre un’accuratezza fino a 30 cm. Questo permette di sapere esattamente dove si trova il cliente e dove si trova il prodotto, quindi è possibile inviare coupon esattamente quando il cliente si trova a passare davanti a una certa corsia, oppure velocizzare la spesa proponendo la ‘navigazione’ via smartphone del negozio per trovare un determinato prodotto richiesto dal cliente». In pratica lo stesso smartphone che si può usare per il self scanning fa anche da guida tra gli scaffali se, come a volte succede, non si conosce la posizione di un prodotto nel negozio. Un ulteriore aiuto è offerto dal fatto che la lista fatta dal cliente viene organizzata in base alle corsie del negozio: così nessun acquisto andrà perso. Anche questo è un servizio molto utile e che si presta a ulteriori sviluppi, oltre che contribuire a far conoscere meglio al retailer il comportamento d’acquisto del consumatore.

Gli sviluppi non si fermano qui, per esempio RetApps ha implementato la tecnologia push to talk che permette di comunicare direttamente con un addetto oppure di inviare comandi di riconoscimento vocale. E tutti questi strumenti si prestano in modo ottimale a strategie integrate tra retailer e industria di marca.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
RetApps, la spesa è sempre più smart: self scanning, pagamenti, coupon e volantini digitali in un’App

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Google+

    Link

    Articolo 1 di 4