Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

News

La crisi economica spinge la crescita dell’outsourcing nel mercato italiano della logistica. La School of Management del Politecnico di Milano dedica un nuovo Osservatorio alla “Contract Logistics”

La crisi economica sta modificando le scelte strategiche delle aziende, fra cui quella relativa al grado di terziarizzazione della logistica, portando a…

15 Mar 2011

La crisi economica sta modificando le scelte strategiche delle
aziende, fra cui quella relativa al grado di terziarizzazione
della logistica, portando a sviluppare soluzioni sempre più
innovative. Tale dinamica porta a un crescente peso economico e
strategico dell’outsourcing logistico. Il Politecnico di
Milano ha formalmente avviato uno specifico Osservatorio che
intende studiare l’evoluzione del mercato della Contract
Logistics in Italia, analizzando ambiti di attività, relativi
player e tecnologie utilizzate.


La mission della ricerca è “comprendere l’evoluzione
del mercato della Contract Logistics in Italia, in tutte le sue
declinazioni, da decisioni di outsourcing di tipo strategico a
decisioni di outsourcing di tipo tattico, includendo benchmark
sulla logistica internazionale e considerando tutti i settori
industriali”.
Anche se comprensibilmente ambiziosa, è molto importante
sottolineare la missione sottostante all’Osservatorio, che
è quella di costituire un tavolo permanente di analisi
critica e discussione sul ruolo di innovazione che
l’ecosistema della Contract Logistics
può
costituire per la diffusione di pratiche di eccellenza nella
gestione della logistica e della supply chain in Italia.


Questo grazie anche alla precisa intenzione di affiancare alla
fondamentale attività di ricerca le componenti di comunicazione
e community che sono tipiche di tutti gli Osservatori della
School of Management del Politecnico di Milano: solo con grande
visibilità e condivisione infatti si può ambire a evidenziare e
trasmettere in modo appropriato quanto emergerà dai lavori di
ricerca che sono sicuramente imponenti e si svilupperanno in
diversi anni.
È prevista la partecipazione diretta ai lavori di primari attori
del mondo della logistica in Italia i quali contribuiranno
direttamente alla validazione e indirizzo dei lavori. Sono
previsti periodici Workshop operativi cui parteciperanno anche
vari Top Manager di Aziende leader chiamati a far parte
dell’Advisory Board, fra cui Auchan, Bayer, Benetton,
Brembo, Campari, Chicco Artsana, Dow, Henkel, Leroy Merlin,
Mondadori, Nestlè, Pirelli, Rinascente, Saipem, Samsung e
Whirlpool


Quello che l’Osservatorio Contract Logistics si auspica è
di poter creare maggiore consapevolezza del ruolo che
“l’industria logistica” ha in Italia, un paese
che conta sull’export per la crescita e la ripresa, come
peraltro appare evidente anche nel nascente Piano Nazionale della
Logistica.
Anche in questo caso si conferma la strategicità di fare
cultura&formazione al fine di rendere più competitive le
aziende operanti in Italia e di rendere più efficiente il
sistema distributivo italiano con ovvie positive ricadute sui
prezzi finali al consumatore, sulla congestione delle vie di
trasporto e sull’impatto ambientale del sistema
distributivo.


Per ulteriori informazioni sull’Osservatorio Contract
Logistics (condivisione obiettivi della ricerca, adesione al
progetto,…) inviare una mail a :
damiano.frosi@polimi.it

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
contract logistics
O
osservatori

Articolo 1 di 5