Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

arte e tecnologia

Google Art Project porta su Internet le più importanti opere d’arte mondiali

Oltre 35 mila opere da oltre 180 siti espositivi nel mondo, disponibili gratuitamente ed in alta definizione agli utenti della rete per una visita virtuale che permette di ammirarli fin nei minimi particolari. Tra le novità annunciate, quattro importanti musei italiani che hanno aderito al progetto

30 Ott 2012

Andrea Ferretti

È giunto alla terza edizione Art Project, il progetto di Google che permette agli utenti della rete di accedere in visita virtuale ad alcuni tra i più famosi musei del mondo. Ad oggi conta 180 collaborazioni in 40 Paesi, per un totale di 35mila opere d’arte ammirabili gratuitamente in rete in alta risoluzione, e ha già attirato un bacino di utenti di oltre 15 milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo dal momento del lancio avvenuto lo scorso anno.

Tra le molte novità recentemente annunciate spicca l’ingresso di quattro importanti musei italiani: il Museo Poldi Pezzoli di Milano, i Musei Senesi di Siena, i Musei di Strada Nuova di Genova e il Museo di Palazzo Vecchio di Firenze. Precedentemente partecipavano già al progetto la Galleria degli Uffizi di Firenze e i Musei Capitolini di Roma.

Il sistema è basato sulla tecnologia già vista per Google Street View: accedendo all’indirizzo www.googleartproject.com gli utenti possono visitare, fra gli altri, il Museo Van Ghog e la Tate Modern di Londra, e selezionare le opere da visualizzare in altissima definizione fin nei più piccoli dettagli. È inoltre possibile fare una visita virtuale, “passeggiando” per i corridoi dei musei (come avviene su Street View).

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
arte
V
visita virtuale

Articolo 1 di 5