Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Business case

Elettrowatt digitalizza il ciclo dell’ordine

La società del settore elettrico ha adottato una soluzione per la gestione in digitale del flusso documentale, ottenendo una significativa riduzione dei tempi e delle risorse dedicate

29 Ott 2012

Con un fatturato di 13,5 milioni di euro e 5 punti vendita tra Milano e Provincia, Elettrowatt – azienda attiva nella vendita di materiale elettrico – ha di recente adottato la soluzione Metel per la gestione informatizzata del flus- so documentale relativo alla vendita delle merci, ottenendo importanti benefici. Il Business Case è stato presentato nel corso dell’evento “Business Collaboration: l’energia per la filiera”, tenutosi a Milano e presieduto da Giorgio Casanova – Direttore Generale di Metel – e Domenico Bracone – Presidente di Fox&Parker – nell’intento di mostrare alle aziende come “fare sistema” e, condividendo metodologie e processi, ottenere importanti vantaggi e risparmi nella gestione del ciclo dell’ordine e del credito.

«Per accrescere la competitività è possibile agire su tre fronti: le condizioni d’acquisto, i prezzi di vendita e l’ottimizzazione di processi e logistica – spiega Leonardo Perego, Amministratore Delegato di Elettrowatt -. Data la nostra piccola dimensione non ci è possibile accedere alle condizioni di alcuni nostri competitors più grandi, che godono di un potere d’acquisto di molto superiore. Il prezzo di vendita è poi determinato dal mercato, e i margini sono già deboli. L’unica area sui cui è quindi possibile intervenire è quella della gestione dei processi e della logistica, in cui esistono importanti margini di miglioramento». Ad esempio la gestione dei listini è un processo molto oneroso se gestito manualmente, dato che – spiega Perego – «cambiano 2, 3 volte l’anno, il tutto moltiplicato per i nostri circa 280 produttori».

Prima questa attività impegnava tra le 2 e le 3 persone, mentre ora ne è sufficiente una sola al 30%. La soluzione permette di digitalizzare tutti i documenti che compongono il ciclo dell’ordine: listino prezzi, ordine, conferma d’ordine, documenti di trasporto e fattura. Metel si prende inoltre carico della conservazione delle fatture in cartaceo (come richiede la normativa), riducendo così l’onere per le aziende associate. «Oggi – continua Perego – l’unico documento cartaceo utilizzato è la fattura al banco di vendita. Grazie alla dematerializzazione recapitiamo in formato elettronico ai clienti tutti i documenti il giorno stesso della fatturazione o quello successivo. A inizio mese con un solo click inviamo circa 500/600 fatture ai nostri clienti: un importante risparmio di tempo e risorse che ci ha permesso di destinare una persona full-time a compiti a più alto valore aggiunto».

Articolo 1 di 5