Insiel semplifica gestione sinistri: tablet, firma digitale, georeferenziazione

Sponsored Story

Tablet, firma digitale e georeferenziazione: Insiel semplifica la gestione dei sinistri in FVG

Grazie alla collaborazione tra Regione FVG e forze dell’ordine, Insiel propone una soluzione innovativa, che sostituisce e integra la raccolta dati manuale su strada. Il sistema è nato a partire dalla volontà della Direzione centrale infrastrutture e territorio al fine di inoltrare periodicamente a ISTAT i dati sugli incidenti in FVG: sono circa 4.000 i rilievi inviati dal 2019 a oggi

23 Ott 2020

Redazione

Big data e tablet al servizio della semplificazione dell’amministrazione pubblica: accade in Friuli Venezia Giulia dove, fin dal 2019 gli agenti delle Polizie locali hanno la possibilità di raccogliere i dati degli incidenti stradali avvenuti sul territorio, direttamente sul luogo dell’incidente, via tablet con una tecnologia innovativa proposta da Insiel, ICT in-house della Regione Friuli Venezia Giulia.

Grazie a questa soluzione, il caricamento dei dati del veicolo, delle persone coinvolte, dei conducenti, delle loro assicurazioni e delle patenti avviene sul dispositivo portatile in dotazione agli agenti interrogando le banche dati nazionali. Tutte le informazioni raccolte risiedono in un unico database centralizzato, in un ambito di massima sicurezza e a garanzia di una totale privacy.

La soluzione, fortemente voluta dalla Direzione centrale infrastrutture e territorio di Regione FVG e che ha potuto contare sulla concreta collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, sia a livello regionale sia nazionale, rappresenta un valido strumento a sostegno del territorio e per la gestione delle informazioni necessarie all’erogazione dei contributi – a favore degli enti locali – destinati alla viabilità. Nel corso del 2021 si prevede di attivare anche la rappresentazione cartografica degli incidenti nell’ambito dell’applicativo EagleFVG.

Il fascicolo del sinistro è tutto digitale

Il sistema di Insiel permette la raccolta delle dichiarazioni delle persone coinvolte per la redazione del verbale, trasformando l’audio in testo, e di ottenere dichiarazioni firmate digitalmente su tablet. Viene quindi creato un “fascicolo” relativo a ciascun sinistro che include le informazioni prese su strada e le immagini dell’incidente. In particolare, viene riportato un disegno del campo del sinistro grazie un apparato di misurazione laser delle distanze. Infine, viene prodotto un file pdf che può essere allegato al fascicolo del rapporto.

La Direzione centrale infrastrutture e territorio di Regione FVG ha voluto così dotarsi di uno strumento capace di mettere a disposizione i dati corretti, completi, georeferenziati e certi per gli incidenti stradali dell’intero territorio al fine di inoltrali periodicamente a ISTAT. Con il nuovo sistema sono stati finora trasmessi all’ente statistico –  su base annua – circa 4.000 rilievi di incidenti stradali.

Dati trasmessi in tempo reale

La soluzione adottata fa uso di una tecnologia nativamente integrata con la firma grafometrica, la firma remota e la conservazione sostitutiva e si integra con diversi sistemi Insiel. Un elemento estremamente importante è che i dati, le foto e le dichiarazioni inseriti sul posto dalle Polizie locali vengono trasmessi in tempo reale verso il sistema regionale di monitoraggio senza la necessità che vi sia alcuna attività manuale da parte forze dell’ordine. Sono così immediatamente presenti in ufficio per la loro gestione e le successive lavorazioni.

La realizzazione del sistema ha comportato la progettazione e il successivo espletamento di una gara ad evidenza pubblicata nel 2018, che ha coinvolto Insiel in qualità di stazione appaltante e per il successivo governo di tutte le attività progettuali. Per definire in maniera puntuale i requisiti di gara, la Regione FVG e Insiel hanno creato fin da subito un tavolo di lavoro interdisciplinare che ha visto il coinvolgimento di tutti gli stakeholder tra cui, in particolare, diversi Comandanti di Polizia Locale, per contribuire alla stesura della documentazione di gara. Parallelamente sono stati organizzati incontri periodici con tutti i Comandi al fine di garantire la corretta circolazione delle informazioni in merito l’avanzamento del progetto.

La creazione del tavolo e una sua attenta gestione hanno permesso anche di pianificare la necessaria formazione rivolta a tutti gli agenti che effettuano la rilevazione degli incidenti utilizzando la nuova tecnologia.

Una metodologia diventata best practice

La metodologia applicata nell’abito del progetto ha contribuito in maniera sostanziale al suo successo sia a livello di Direzione Regionale che di Comando delle Polizie locali. Le buone pratiche poste in essere in FVG e la metodologia, per quanto riguarda gli aspetti di gara, sono state guardate con molto interesse da parte di altre realtà regionali.

Il modello di progettazione si è dunque dimostrato vincente per tutti gli stakeholder coinvolti perché ha trasformato l’obbligo del comando di Polizia di inviare periodicamente l’elenco degli incidenti in una opportunità di semplificazione amministrativa e di risparmio di personale impegnato nelle attività di gestione del sinistro. Inoltre, l’aumento della qualità delle informazioni rilevate – unitamente agli strumenti di supporto decisionale forniti – vanno ad ulteriore miglioramento dell’amministrazione del territorio del FVG.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4