Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Sponsored story

Digitale e Retail: con le soluzioni wireless la stampa delle etichette diventa efficiente e veloce

Oggi viviamo in un contesto in continuo cambiamento in cui il cliente ha molteplici e immediate esigenze. Il ruolo dei fornitori di tecnologie è aiutare i retailer a vincere le sfide di mercato e ottimizzare i processi e i flussi di lavoro. Ne parliamo con Lorenzo Matteoni, Senior Manager Marketing di Brother Italia, la nota azienda che opera nel settore Imaging & Printing

29 Mar 2019

Redazione

In Italia il Retail sta attraversando una fase di trasformazione. La tecnologia sta cambiando a un ritmo tale da influenzare profondamente il mondo della vendita al dettaglio. Come rileva l’Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail del Politecnico di Milano, il successo dell’e-Commerce e l’esigenza di innovare per migliorare l’efficienza e i servizi offerti ai clienti stanno modificando l’approccio dei retailer, che oggi devono rivedere strategie e processi.

«In un contesto in continuo cambiamento, il cliente ha molteplici e immediate esigenze a cui il Retail deve rispondere», sottolinea Lorenzo Matteoni, Senior Manager Marketing di Brother Italia. «Si tratta di uno scenario ipercompetitivo e in costante evoluzione, e il ruolo dei fornitori di tecnologie è aiutare a vincere le sfide di mercato e ottimizzare i processi e i flussi di lavoro. Questo ovviamente vale anche per l’ambito Retail. I partner tecnologici che lavorano a fianco dei clienti devono essere reattivi per creare soluzioni che rendano più semplici e sicuri i flussi di lavoro. L’obiettivo è fornire ai retailer soluzioni che consentano di rispondere alle esigenze dei clienti con efficienza e velocità, superando le loro aspettative, ottimizzando risorse e offrendo un servizio di livello superiore».

Lorenzo Matteoni

Senior Manager Marketing di Brother Italia

Le soluzioni di etichettatura wireless, ad esempio, consentono di stampare ovunque: si tratta di device portatili, che si connettono alla rete via WiFi o Bluetooth, compatibili con tutte le tipologie di dispositivi e con i principali sistemi operativi (Windows, iOS e Android). «Abbiamo progettato le nostre stampanti di etichette con l’obiettivo di rendere più efficienti i flussi di lavoro, semplificando le attività: è possibile stampare le etichette rapidamente e in qualsiasi punto del negozio o del magazzino, anche quando nessuna presa elettrica o presa di rete è vicina, basta connettersi da notebook o con un app da tablet e smartphone. Inoltre, per rendere il cambio del supporto semplice e veloce (si parla di pochi secondi) le soluzioni on shelf non utilizzano né inchiostro, né toner, né nastri», continua Lorenzo Matteoni.

Rispondere alle esigenze dei retailer vuol dire anche fornire delle soluzioni in grado di supportarli nella gestione delle attività non routinarie, comprendendo le esigenze che possono nascere di fronte a eventi e periodi straordinari, come ad esempio il momento dei saldi, con il relativo ribasso dei prezzi.

«Ci piace parlare di esigenze e contesto, in cui la velocità è la risposta. Rimanere al passo con la continua evoluzione del mercato è fondamentale. Per questo è importante ridurre i tempi del repricing, ottimizzando il lavoro del personale addetto con strumenti snelli e veloci, indossabili, capaci di integrarsi perfettamente con i flussi di lavoro. Per massimizzare processi e profitti e ottenere il massimo dalla tecnologia. Avere dei sistemi di etichettatura rapida e accurata è oggi indispensabile per garantire che le vendite e le attività avvengano con continuità».

Le stampanti di etichette Brother permettono quindi allo staff di generare e aggiornare etichette e prezzi: si va dalle etichette per i cartellini dei prezzi a quelle per gli scaffali, dalle etichette di spedizione a quelle dei resi, dalle etichette UPS/barcode ai tag dei nomi dei dipendenti.

Individuare la soluzione migliore non è sempre semplice. «Sappiamo che non esiste una soluzione adatta a tutto. E siamo consapevoli di quanto sia dispendioso adottare una soluzione che non si integra e connette all’ambiente preesistente. Ecco perché mettiamo a disposizione dei retailer un pool di esperti consulenti per supportarli in tutte le fasi: dall’analisi del problema fino alla sua soluzione e all’implementazione», conclude Lorenzo Matteoni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

Lorenzo Matteoni

Aziende

B
Brother

Approfondimenti

E
etichette
R
retail
S
stampanti
W
wireless

Articolo 1 di 4