Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Strategie

Creare vantaggio competitivo con l’IT: l’approccio sistemico di Dedagroup

Dedagroup ICT Network mostra che l’IT necessita di un approccio sistemico, che lavora sulle infrastrutture e i processi a 360° e consente all’impresa di ottimizzare i costi ricorrenti e sostenere gli investimenti in tempi di crisi

23 Nov 2012

Il tema del risparmio e dell’ottimizzazione in ambito di ICT richiama oggi l’attenzione del mondo del business e di quello accademico. Ma l’approccio tradizionale è di affrontare ogni singolo fattore su cui si vuole intervenire – il consumo energetico come la gestione delle postazioni di lavoro – solo dal punto di vista tecnologico e in modo specifico, spesso analizzandolo in maniera isolata dal contesto di riferimento. In questo modo però le modifiche proposte e i benefici che ne derivano si restringono al singolo ambito di applicazione e si adattano ai limiti tecnologici imposti, secondo uno schema molto rigido. Un metodo che comporta inevitabilmente il rischio di generare soluzioni efficaci in se stesse ma incapaci di rispondere a problematiche più ampie.

L’approccio sistemico applicato da Dedagroup ICT Network, che pone le sue radici nelle più recenti evoluzioni del pensiero scientifico, parte invece dal principio che le proprietà delle parti possono essere comprese solo studiando l’organizzazione nella sua interezza e, di conseguenza, elabora ogni elemento in termini di reti di connessioni. In particolare nella gestione dell’Area IT, ciò significa che i fattori su cui sceglie di intervenire vengono analizzati e modificati in relazione al sistema nel suo complesso, in quanto sono le connessioni a caratterizzare un sistema e il contesto a cui è necessariamente legato.

Dal punto di vista pratico, Dedagroup è in grado di rispondere ad ogni esigenza in ottica sistemica attraverso tre fasi operative, che portano dall’AS IS al TO BE. Il primo passo, sviluppato a quattro mani con il cliente, consiste nell’identificazione della problematica che si vuole risolvere e nella fotografia dettagliata dell’ambiente IT di riferimento, ovvero delle relazioni esistenti al suo interno e nel contesto imprenditoriale in cui è inserito. Nella fase successiva Dedagroup individua sul mercato la soluzione tecnologica che meglio risponde alle esigenze specifiche, valutando adeguatamente come integrarla nella realtà IT su cui sta operando. Nella terza fase, infine, viene disegnato lo scenario finale, simulando tutte le nuove connessioni, anche di tipo economico e finanziario, che la soluzione ottimale comporta. Con l’applicazione di questa metodologia nella gestione dei progetti ICT Dedagroup è quindi in grado di ripartire i costi d’implementazione su tutti i soggetti che fanno parte del sistema e di elaborare una soluzione estremamente flessibile e orizzontale, cioè riferita all’intera struttura, che genera continui feedback e adattamenti che la rendono sempre più efficace.

L’esperienza Dedagroup ICT Network conferma che uno dei più efficienti ambiti di applicazione di questa metodologia è proprio la ricerca di ottimizzazione delle risorse e dei costi e il reenginering degli acquisti IT, dove esistono molte aree ancora inesplorate su cui è possibile intervenire. L’identificazione di queste aree e la ridefinizione degli approcci, possono portare risultati inaspettati e immediati, liberando risorse economiche da reinvestire in progetti strategici: cloud computing, virtualizzazione e outsourcing gli esempi più immediati.

Per approfondire scarica la newsletter Dedagroup con la ricerca Gartner

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
cloud
D
dati
I
IT
T
tecnologie

Articolo 1 di 5