Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

VIDEOINTERVISTA

App economy: come e perché la chiave del successo è il DevOps

Nato come idea innovativa nel 2009, il DevOps sta diventando una pratica in moltissime aziende. L’approccio integra una componente di automazione, riducendo i tempi di latenza con pratiche di virtualizzazione, aumentando la visibilità in tutte le fasi del processo per un corretto controllo e un continuo incremento

07 Apr 2016

Redazione

Nato come idea innovativa nel 2009, il DevOps sta diventando un prezioso supporto strategico alla app economy e allo sviluppo del business. Si tratta di una pratica a cui tutte le aziende iniziano a tendere, incrementando l’automazione ove possibile, riducendo i tempi di latenza con pratiche di virtualizzazione, aumentando la visibilità in tutte le fasi del processo per un corretto controllo e un continuo incremento. Oggi si sta già pensando a soluzioni che possano abilitare ulteriormente la qualità del SW riducendo i tempi di sviluppo e test.

Predittività nella app economy

In questo videointervista doppia, Francesco Colavita, Business Consultant HPE e Melinda Clover, Senior Product manager ALM di HPE spiegano meglio approcci e trend legati alla migliore strategia DevOps.

Le ultime evoluzioni del DevOps, infatti, introducono la possibilità di predire, sulla base di dati storici e con il supporto di tecnologie di Big Data, quale potrebbe essere l’impatto di una modifica in termini di costo, qualità o effort. Ad esempio se il SW è stato sviluppato da un certo team o da un altro o se è relativo ad un’applicazione che ha sempre dato problemi gli effort previsti saranno diversi. Oppure si potrebbe predire quali siano i casi di test migliori da applicare per una corretta coverage, considerando gli incident storici, oppure ancora fare simulazioni sull’effort e il tempo necessario per raggiungere una certa copertura. Tutto questo incrementa ancora di più la velocità e sicuramente permette una decisione in produzione molto più solida.

Articolo 1 di 4