Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Analisi

I benefici delle Aste online

I vantaggi che derivano dall’utilizzo di strumenti di negoziazione elettronica riguardano sia i minori prezzi di acquisto che una migliore efficacia del processo complessivo. I dettagli in un’analisi della School of Management del Politecnico di Milano

30 Gen 2013

L’utilizzo di soluzioni di Gare e/o Aste online consente di beneficiare di una serie di vantaggi. Per contribuire a definire un quadro complessivo dei benefici, la School of Management del Politecnico di Milano ha fatto nel corso degli anni una serie di ricerche qualitative sulle aziende utenti, che hanno permesso di individuare alcuni macrotemi generali. Vediamoli nel dettaglio questi benefici:


Riduzione dei prezzi di acquisto
Con gli strumenti di Aste e Gare online si possono coinvolgere più fornitori sin dalle fasi iniziali del processo. Inoltre si possono cogliere alcune situazioni contingenti di mercato (smaltimento di overstock o saturazione della capacità produttiva dei potenziali fornitori, entrata in un nuovo mercato)


Aumento dell’efficienza del processo
Questi tool consentono di snellire le procedure grazie all’automazione di alcune attività proprie del processo di acquisto. Oltre a ciò, si abbattono i tempi di comunicazione con i fornitori in tutte le fasi del processo.


Migliore efficacia del processo
Questi sistemi permettono di ridurre i contenziosi, considerando le caratteristiche proprie dei sistemi di negoziazione elettronica che prevedono un’attenta e puntuale condivisione delle specifiche di fornitura. Si aggiunge poi il fatto che i tempi di fornitura si riducono grazie a un maggiore velocità complessiva del processo di approvvigionamento.


Maggiore trasparenza
I sistemi di eSourcing tengono traccia di ogni negoziazione, permettendo di disporre di tutti i dati relativi alle operazioni effettuate. Tutto questo si traduce in una migliore trasparenza, tracciabilità e controllo complessivo della spesa

In relazione ai potenziali benefici, va sottolineato come ci siano due condizioni che possono portare a una percezione meno chiara dei concreti vantaggi.

Il primo riguarda il valore dei risparmi ottenibili: soprattutto nella PA può essere difficile reinvestire in altre attività i risparmi ottenuti, cosicché ci può essere la tendenza a esaurire comunque i capitoli di spesa; il secondo riguarda gli aumenti di produttività che derivano dai risparmi di tempo del personale coinvolto, il quale potrebbe essere riallocato su altri compiti a maggiore valore aggiunto

Articolo 1 di 4