Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

OSSERVATORI DIGITAL INNOVATION

Il potenziale delle API visto dalla PSD2

Perché è importante definire una strategia Open API e chi può beneficiarne

25 Ott 2017

La nuova direttiva europea PSD2 affronta il tema dell’estensione del level playing field dei pagamenti digitali, proponendo nuovi servizi basati sull’accesso ai conti (cc.dd. “XS2A” dall’inglese Access-to-Account) e promuovendo l’abilitazione dei nuovi attori TPP – Third Party Payment Services Provider, in grado di esercirne l’operatività, rispetto ai quali le banche saranno obbligate a … “farsi accedere”. Sotto il profilo prettamente legislativo e regolatorio, le disposizioni si concentrano, altresì, su temi quali la sicurezza delle transazioni, la protezione delle credenziali e dei dati degli utenti, con il coinvolgimento di EBA (European Banking Authority) chiamata a definire gli standard tecnici del canale tramite cui è possibile accedere ai conti. Per le banche – ma più in generale per tutti i prestatori di servizi che forniscono e amministrano un conto per un cliente (pagatore o beneficiario) -.potrebbe dunque rivelarsi opportuno, sotto il profilo strategico, aprire l’accesso ai conti tramite la pubblicazione di API, implementando le regole previste da EBA in materia di sicurezza, identificazione e autenticazione.

Focus su 7 domande:

  • Cosa sono i nuovi servizi XS2A della PSD2?
  • Cosa prevedono gli RTS EBA su autenticazione forte e sicurezza per l’accesso ai conti e quali opportunità consentono le API?
  • Quali possono essere le migliori strategie basate su API per banche e prestatori di servizi di pagamento?
  • Perché una banca dovrebbe investire sulle API?
  • Come costruire un percorso “coopetitivo” fra incumbents e new comers usando le Open API?
  • Le API possono permettere una più efficace collaborazione tra startup incumbents?
  • Come si possono monetizzare le API?

Il Webinar in streaming su Osservatori.net il 7 novembre a partire dalle 12.00, sarà tenuto da Roberto Garavaglia* e si rivolge a coloro che si occupano di innovazione digitale in ambito finance, con particolare riferimento alle aree Marketing Strategico e Business Innovation, oltre che a Responsabili di pagamenti delle Banche, Rappresentanti di Esercenti (GdO, Retail, Media, ecc.), Responsabili dei servizi innovativi degli Operatori di telefonia mobile (virtuale o non), Consulenti, Professionisti e Manager di aziende che offrono servizi ICT.

*Roberto Garavaglia
Professionista e consulente nel settore dei Sistemi di Pagamento Elettronico, da venticinque anni è impegnato sul fronte dell’ideazione di nuovi modelli di business e di prodotti innovativi. Per aziende leader ha condotto progetti di grande rilievo e a respiro internazionale in ambito SEPA, m-Payment, e-Commerce. Dal 2003 opera come libero professionista coniugando i propri impegni di consulente con attività di divulgazione scientifica e di docenza (imprese, università) relative alla Monetica tradizionale ed a Valore Aggiunto. Nel 2007, ha ideato il concept “Pagamenti 2.0”, definendo il ruolo del “Payment Services Consumer”. Esperto analista di mercato e attento conoscitore dell’evoluzione del quadro normativo Europeo in ambito SEPA (PSD, PSD2, EMD2, AMLD4, …) offre la propria esperienza in chiave strategica alle aziende (bancarie e non) che vogliono competere nel mercato dei Servizi di Pagamento innovativi, supportandone il percorso decisionale di valutazione e sviluppo della corretta value proposition. Dal 2008 collabora con il Politecnico di Milano – Osservatori Digital Innovation, contribuendo con la propria esperienza all’analisi delle opportunità di business offerte dalla normativa in ambito Mobile Payment.

Per maggiori informazioni e per iscirversi, cliccare qui.

Il potenziale delle API visto dalla PSD2

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Google+

    Link

    Articolo 1 di 5