Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Strategie di marketing

Lead Manager: Cerved lancia la web App che trasforma i contatti in lead

Integrata con il database della società italiana specializzata in soluzioni commerciali e di marketing, la piattaforma B2B permette di risalire, attraverso la partita IVA, alle informazioni necessarie a capire se un’impresa può diventare un cliente, e compiere così azioni mirate e personalizzate

30 Lug 2018

Ottenere contatti è facile, basti pensare al passaparola, ai biglietti da visita di manager incontrati agli eventi, ai form di registrazione. Gestirli in maniera adeguata e arricchirli con tutte le informazioni utili per indirizzare in modo puntuale la rete di vendita e le azioni di marketing, invece, è un compito delicato che richiede molto tempo. Cerved, la data-driven company italiana specializzata in soluzioni commerciali e di marketing, ha lanciato Lead Manager, una piattaforma B2B che aggiunge in automatico ai contatti il patrimonio informativo Cerved su circa 6 milioni di aziende italiane, per gestire, qualificare e analizzare le lead commerciali.

Lead Manager è una web app, «uno strumento semplice e immediato per muoversi efficacemente sul mercato, senza andare alla cieca: non è più necessario chiedere ai contatti una lunga serie di informazioni, basta averne la partita IVA per collegarla ai dati del patrimonio Cerved – un database che viene interrogato oltre 1000 volte al minuto – e capire se quell’azienda può diventare davvero un cliente, così da compiere azioni mirate e personalizzate in minor tempo e con migliori risultati», come sottolinea Valerio Momoni, Direttore Marketing, Product and Business Development di Cerved.

Valerio Momoni

Direttore Marketing, Product and Business Development di Cerved

Individuare i reali prospect è uno dei punti di forza della piattaforma Lead Manager: è possibile infatti pianificare le attività, come le campagne di digital o email marketing, accedendo a un set completo di informazioni – dai dati dimensionali al settore e gruppo di appartenenza, dal management, ai contatti, al sito web, fino alla classe di affidabilità marketing -, che permettono di capire se intercettare quello specifico cliente è interessante per il business. Inoltre la soluzione, che si integra nella gamma di prodotti ‘Marketing+’, tiene traccia delle ragioni per cui sono diventati contatti (un evento, un prodotto, una specifica richiesta), suggerendo un ordine di priorità e facilitando così la presa di contatto, anche nelle chiamate inbound.

Lead Manager soddisfa, inoltre, le indicazioni previste dal GDPR e le integra nel servizio: la raccolta e la gestione dei contatti avviene, infatti, in maniera conforme alla normativa. Le aziende che vogliono attivare delle campagne di lead generation possono creare form di registrazione ad hoc sul proprio sito o su una landing page, e inserire tutti i flag necessari alla raccolta dei consensi e di gestire i database contatti in conformità con la normativa, conoscendo tutti i consensi di cui si dispone. Dal 25 maggio, infatti, la richiesta di consenso all’utilizzo dei dati deve essere specifica, informata, non ambigua e tracciabile: l’informativa deve essere trasparente e facilmente accessibile, così come deve essere semplice per l’utente modificare o persino revocare il consenso in qualsiasi momento.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

Valerio Momoni

Aziende

C
Cerved

Approfondimenti

D
database
G
GDPR
L
lead generation
W
web app

Articolo 1 di 4