Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Intelligenza artificiale

Sistemi di raccomandazione e assistenti virtuali: come cambia la relazione tra brand e persone

Riconoscere i gusti e adattarsi alle esigenze e al comportamento degli utenti che cambia nel tempo, stabilire nuove modalità di interazione e comunicazione, sfruttare gli assistenti virtuali per il negozio del futuro. L’intelligenza artificiale ridefinirà le relazioni tra brand e clienti e darà vita ad una nuova modalità di fare Marketing. Sono questi alcuni dei temi che verranno affrontati del corso dell’AI Forum in programma a Milano il prossimo 12 aprile

04 Apr 2019

Nicoletta Boldrini

Le possibilità di successo di un progetto di business basato sull’intelligenza artificiale sono molte… ma non in tutti i campi e non attraverso qualsiasi tecnica e tecnologia. Per capire come muoversi in un contesto di innegabile veloce cambiamento e quali sono oggi le opportunità reali e concrete che l’intelligenza artificiale può creare per le aziende (e quali invece le tecnologie e gli approcci ancora lontani dal potersi dire maturi), l’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AIxIA) organizza a Milano il primo AI Forum (in programma il 12 aprile a Palazzo Mezzanotte), un evento dedicato in modo specifico alle soluzioni AI – Artificial Intelligence per le imprese.

Uno degli ambiti più promettenti dove l’intelligenza artificiale sta già mostrando il suo potenziale è quello del Marketing, in particolare nell’ambito del Retail o dei Servizi (Banking, Assurance, Utility, Travel), con tecnologie che vanno dai sistemi di raccomandazione fino al riconoscimento e comprensione del linguaggio naturale utilizzato, per esempio, in chatbot e assistenti virtuali.

Non è un caso dunque che, proprio all’interno dell’AI Forum, diversi dei workshop pomeridiani ed alcuni momenti delle sessioni plenarie mattutine siano dedicati proprio a queste tematiche.

Intelligenza artificiale a misura di cliente

L’intelligenza artificiale è già protagonista della vita quotidiana dei consumatori anche se molto spesso non ne conoscono le straordinarie possibilità o i concreti limiti. È però sempre più evidente che l’AI sia parte integrante della società non solo nei prodotti ma anche nei servizi pensati e realizzati per i cittadini. Mobilità, sanità, scuola, customer care, sono solo alcuni dei contesti sociali che l’intelligenza artificiale sta rivoluzionando.

È allora importante iniziare a chiedersi “Quali sono i reali vantaggi per consumatori e cittadini?”. Se questo è l’obiettivo primario di una delle tavole rotonde del mattino, è nei workshop pomeridiani che si entra nel vivo delle tecnologie applicate al Marketing e alla nuova ridefinizione del rapporto brand-cliente.

Uno degli approfondimenti è dedicato ai sistemi di raccomandazione (Recommender Systems – RecSys) che giocano un ruolo sempre più importante nella nostra quotidianità in quanto ci affidiamo sempre più spesso a questi sistemi per scegliere, ad esempio, quali canzoni ascoltare o film guardare. Spotify e Netflix, infatti, sono solo alcune delle piattaforme online che si affidano a questa tecnologia AI per proporre contenuti in linea con i gusti e le preferenze dell’utente. Piattaforme di viaggi online e siti di e-commerce sono altri ambiti nei quali già oggi si possono vedere applicati sistemi di questo tipo che sfruttano l’analisi avanzata di grandi molti di dati e applicazioni di machine learning per apprendere e riconoscere i “desideri” degli utenti e suggerire loro contenuti e servizi in linea con le loro aspettative.

La costruzione di una relazione sempre più personalizzata con il cliente è l’obiettivo di business, la comprensione del cliente e delle sue necessità è l’esigenza da soddisfare per un brand, i sistemi di analisi ed i motori di raccomandazione sono il mezzo tecnologico.

Assistenti virtuali, nuovo Touchpoint Marketing

Da Siri, Alexa e Google Home (gli assistenti virtuali più riconosciuti tra i consumatori), sino ai chatbot intelligenti sfruttati all’interno di diverse realtà imprenditoriali, quella degli assistenti virtuali è un’area dell’intelligenza artificiale che suscita notevole interesse nei Retailer. Di fatto, stanno diventando un nuovo Touchpoint Marketing, tanto nei portali di e-commerce quanto negli store fisici.

Soprattutto nell’ambito Retail, infatti, stiamo assistendo ad un moltiplicarsi di strumenti di assistenza al cliente che velocemente, stanno ridefinendo una nuova User Experience del “consumatore” modellata, anche fino alla massima personalizzazione, attraverso nuove modalità di interazione estremamente innovative, avanzate e più coinvolgenti, che utilizzano voce, immagini e video, realtà virtuale o aumentata.

Questo aspetto estremamente dirompente e innovativo – oggetto di uno specifico workshop all’interno dell’AI Forum – asseconda il trend secondo cui il paradigma di interazione uomo-macchina sta evolvendo verso una comunicazione con l’utente sempre più conversazionale che sfrutta le caratteristiche della Mixed Reality con l’adozione di interfacce brain-machine.

AI-Forum-2019

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Nicoletta Boldrini

Giornalista del mondo Tech | Sono una “multipotentialite” innamorata di #Innovation #Tech #AI | Il mio motto: sempre in marcia a caccia di innovazione | Direttore di AI4Business

Articolo 1 di 4