Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

eInvoice

sempliceSQUARE, il portale per PMI e professionisti compie 4 mesi

«In pochi mesi sono già molte centinaia le aziende che hanno aderito al servizio», dichiara Giuseppe Pacotto, Chairman & CEO di TESISQUARE. Disegnato come un portale di e-commerce dove i clienti possono acquistare i diversi servizi, la soluzione consente di adempiere agli obblighi relativi alla fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione secondo quanto previsto dalla normativa

15 Giu 2015

Redazione

Dopo quattro mesi dalla sua messa online è il momento dei primi consuntivi per “sempliceSQUARE”, il portale di servizi lanciato da TESISQUARE. Il sistema – rivolto alle PMI e ai professionisti – è stato messo a punto per adempiere agli obblighi normativi relativi alla fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione, secondo quanto previsto del Decreto Legge n. 66 del 24 Aprile 2104. Dal 31 marzo 2015 è infatti obbligatorio per tutti i fornitori della PA (Comuni, ASL, Ospedali, Scuole, Tribunali, Provincie e Regioni, Comunità Montane, ecc) l’invio delle fatture in formato elettronico (denominato xml-pa) attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) dell’Agenzia delle Entrate.

«Siamo la prima azienda in Italia nel mondo dell’EDI (Electronic Data Interchange) e della fatturazione elettronica con milioni di fatture digitali gestite tra imprese e verso la PA», ha dichiarato Giuseppe Pacotto, Chairman & CEO di TESISQUARE «e i primi risultati ci stanno dando ragione visto che in pochi mesi sono già molte centinaia le PMI che hanno aderito al servizio».

La caratteristica principale di SempliceSQUARE è che si configura come un vero e proprio portale di e-commerce dove i clienti possono acquistare i servizi e iniziare a familiarizzare con i processi tipici delle realtà aziendali più grandi, come la dematerializzazione dei  documenti.

Il processo è stato studiato per essere estremamente facile da utilizzare: I fornitori della PA inviano le proprie fatture sul portale sempliceSQUARE in maniera guidata; le fatture sono convertite nel formato xml-pa e firmate digitalmente. Una volta superati i controlli formali di validità, in automatico avviene l’invio alla PA destinataria tramite lo SdI che manderà poi le notifiche di accettazione o meno delle fatture. Il processo si completa con la conservazione digitale a norma di legge delle fatture per dieci anni, senza ulteriori costi aggiuntivi.

«Abbiamo cercato di rendere tutto molto semplice, come dice il nome stesso del portale – sottolinea Corrado Gerbaldo, Project Manager TESISQUARE -. Infatti per accedere ai servizi di sempliceSQUARE è sufficiente disporre di una semplice casella PEC, senza alcuna installazione di software dedicati o l’acquisto di licenze. Il servizio è disponibile inoltre anche per commercialisti e intermediari (software house o associazione di categoria) che lo possono utilizzare per i propri clienti attraverso un comodo pannello di controllo multi-utente».

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4