Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Focus

Un nuovo ruolo per i Chief Purchasing Officer: priorità e raccomandazioni in una Ricerca Aberdeen

La recessione globale si dimostra molto pericolosa, e tutte le principali funzioni delle aziende in ogni settore ne sono impattate. La situazione contingente…

01 Lug 2009

La recessione globale si dimostra molto pericolosa, e tutte le
principali funzioni delle aziende in ogni settore ne sono
impattate. La situazione contingente porta tuttavia le
priorità di CEO e CPO verso una convergenza,
che favorirà i Responsabili Acquisti in grado di
sviluppare e condurre strategie adeguate. È
questa la principale ipotesi alla base della “The
CPO’s Agenda 2009”
che Andrew Bartolini,
Vice-President & Group Director del Gruppo Aberdeen, ha
presentato in occasione del secondo “CPO Global
Forum” di Business International, tenutosi a Milano il 17 e
18 giugno. L’indagine si è basata su una survey che ha
coinvolto oltre 220 professionisti vicini al mondo degli Acquisti
ed è stata approfondita con interviste dirette a oltre 20 Chief
Purchasing Officer di rilevanti aziende mondiali.

La crisi globale è lo spunto sulla base del quale vengono
analizzate le priorità che i CPO devono tenere ben presenti nel
2009. Il 50% di essi, secondo l’indagine di Aberdeen,
indica che il budget degli Acquisti si è
ridotto
, più o meno significativamente, nel 2009, e
questo ha portato in molti casi all’abbandono di progetti
rilevanti inizialmente previsti per il 2009, ma ha anche dei
risvolti positivi per i CPO: il 63% di coloro che hanno risposto
alla survey indica anche che l’andamento
dell’economia mondiale impatterà sul ruolo degli Acquisti
in azienda conferendo maggiore visibilità al
CPO
e accrescendone la rilevanza
strategica
.

Sono quattro le principali priorità percepite
dai CPO: la disponibilità a investire sul potenziamento delle
competenze e delle capacità dello staff della
Funzione Acquisti, l’attenzione
all’efficienza del processo di acquisto e
la capacità di analizzare e gestire al meglio
la spesa complessivamente affrontata dall’azienda e,
infine, la capacità di rafforzare e migliorare la collaborazione
e la relazione con i fornitori.

Aberdeen fornisce alcune raccomandazioni ai CPO
desiderosi di migliorare le performance delle proprie strutture,
seguendo i comportamenti delle aziende “Best-in
Class” individuate nel corso della Ricerca: focalizzare
l’attenzione sulla spend analysis, definire puntualmente i
processi di acquisto, con l’obiettivo di incrementarne
l’efficienza, migliorare le capacità di gestione del
rischio nel processo di acquisto, effettuare regolari verifiche
sull’effettiva applicazione delle norme contrattuali da
parte dei fornitori e collaborare con il Chief Financial Officer
per sviluppare congiuntamente strategie di ottimizzazione della
gestione finanziaria.

Argomenti trattati

Approfondimenti

R
ricerca

Articolo 1 di 5