Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Guide e How-to

Tecnologie AI, nel 2018 impatti attesi sul business per il 40% delle aziende italiane

Nei prossimi anni l’Intelligenza Artificiale e le tecniche di Machine Learning rivoluzioneranno il modo di gestire e analizzare i dati, con ricadute sui processi decisionali e sull’operatività aziendale. L’analisi di IDC

30 Lug 2018

Il 40% delle aziende italiane si aspetta, già nel 2018, di vedere concretizzarsi sul business gli impatti delle tecnologie di Intelligenza Artificiale (AI) in modo significativo. Per il 32% delle organizzazioni la finestra temporale per apprezzare le ricadute delle soluzioni di Intelligenza Artificiale si estende invece ai prossimi due anni, per il 12% bisogna aspettare tra tre e cinque anni, e per il restante 16% l’impatto non sarà apprezzabile prima di cinque anni.

Sono questi i recenti dati di un’indagine IDC condotta a livello europeo, che ha coinvolto anche un campione di imprese italiane, che mostrano uno scenario in cui le tecnologie AI, e soprattutto la possibilità di ottenere crescenti livelli di apprendimento e automazione attraverso il Machine Learning, rivoluzioneranno la gestione e analisi dei dati nei prossimi anni, con effetti considerevoli sui processi decisionali e sull’operatività aziendale. È uno scenario in cui i servizi e le soluzioni di Machine Learning in cloud diventeranno un catalizzatore per accelerare la trasformazione data-driven delle imprese nei defferenti settori. In tal senso, IDC prevede che entro il 2021 il 20% dei progetti di analytics, cognitive e AI si appoggerà a un’infrastruttura eterogenea, sia on premise sia on cloud.

Stiamo quindi vivendo in un periodo di transizione. Da un lato, negli ultimi anni abbiamo assistito al consolidamento del ruolo di supporto strategico al business della business analytics, che consente di ottenere un vantaggio competitivo: i processi di analisi, infatti, consentono di ricavare dai dati valore, che può essere monetizzato oppure trasformato in efficienza aziendale, in nuovi prodotti e servizi, in supporto costante alla fase decisionale.

Dall’altro, adesso, grazie alle tecnologie AI, e soprattutto al Machine Learning, è possibile amplificare questo processo, sviluppando automatismi di analisi: queste tecniche consentono, infatti, di scoprire informazioni sconosciute e mettere in evidenza nuovi punti di vista, utilizzando algoritmi in grado di apprendere in continuazione dai dati stessi. Le aziende stanno prendendo coscienza di questo trend e le loro aspettative sulle potenzialità delle tecnologie AI crescono di giorno in giorno: secondo IDC, entro la fine dell’anno i tre quarti delle nuove soluzioni analitiche avranno integrato capacità di machine learning, proprio per venire incontro alle richieste delle aziende.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4