Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Manufacturing

Salvagnini, macchine utensili più intuitive grazie a una nuova interfaccia digitale

A partire dallo scorso settembre, ogni nuovo sistema Salvagnini è dotato di una nuova console di controllo sviluppata ad hoc in base alle esigenze: ormai anche chi utilizza le macchine automatiche per la produzione si aspetta un’esperienza d’uso quasi al pari di un prodotto consumer

08 Nov 2019

Redazione

La user experience è importante anche in produzione, per favore il lavoro degli addetti. Ecco perchè Salvagnini, gruppo che opera da oltre 50 anni sul mercato globale producendo macchine e sistemi flessibili per la lavorazione di fogli di acciaio, ha sviluppato una nuova interfaccia uomo-macchina, denominata FACE e realizzata in collaborazione con NiEW: a partire dallo scorso settembre, ogni nuovo macchinario Salvagnini viene controllato dalla nuova console.

Il Gruppo italiano è leader mondiale nella pannellatura automatica, ha quartier generale a Sarego (VI), cinque stabilimenti di produzione e ventitrè sedi operative distribuite in Europa, Asia e Americhe.

Nello scenario industriale attuale l’interfaccia uomo-macchina gioca un ruolo rilevante nel successo commerciale di un sistema perché è uno dei principali punti di contatto tra produttore ed utilizzatore di ciascuna tecnologia, in grado di consolidare il valore percepito del prodotto.

Ormai anche chi utilizza i pannelli di controllo delle macchine automatiche per la produzione si aspetta un’esperienza d’uso che risponda a concetti di User Experience (usabilità) e accessibilità, quasi al pari di un prodotto consumer. L’interfaccia cioè gioca un ruolo rilevante nel successo commerciale poiché è lì dove avviene l’interazione tra il brand e il destinatario ed è dove si consolida il valore percepito.

Consapevole di ciò Salvagnini ha deciso nel 2017 di avviare il progetto per rinnovare il software di interfaccia, garantendo uniformità del brand sia sulla parte fisica e digitale dei prodotti, che nella modalità di gestione e controllo della produzione.

Il conseguimento di questo ambizioso obiettivo si è realizzato grazie all’attività di consulenza strategica di NiEW, azienda specializzata nel settore manifatturiero, che sviluppa i propri progetti seguendo la metodologia del Design Thinking. L’attività di NiEW sfrutta tecniche e metodologie agili di analisi quantitativa e qualitativa, nonché di prototipazione rapida per validare sul campo le soluzioni progettuali prima della fase di rilascio sul mercato, garantendo ai clienti ampi margini di risparmio e controllo sul risultato finale.

Partendo quindi da un’attenta analisi che ha coinvolto in Salvagnini sia figure interne che clienti finali, al fine di raccogliere requisiti di business, vincoli tecnologici e opportunità di mercato, sono stati definiti gli attributi in grado di soddisfare questi tre aspetti in maniera unica e distintiva.

Dopo una analisi approfondita di customer experience, i flussi di lavoro sono stati revisionati e la comunicazione con la macchina è stata resa immediata ed efficace, a tutto vantaggio del lavoro dell’operatore. La coerenza generata ha consentito maggiore scalabilità sia in senso orizzontale, offrendo cioè la possibilità di estendere la medesima interfaccia a tutte le linee di prodotto, sia in senso verticale, rendendo cioè facile includere nuove funzionalità: ciò ha portato ad una riorganizzazione parziale del flusso di lavoro degli sviluppatori che ha velocizzato di molto i tempi di rilascio delle interfacce.

“La metodologia utilizzata ci ha permesso di coinvolgere direttamente i clienti Salvagnini e gli stakeholder interni nella generazione dell’idea da sviluppare, dando più valore alle loro reali necessità – ha detto Elena Centamore, R&D Program Manager, Salvagnini Italia -. L’analisi  ha fornito una rilevante quantità di informazioni strutturate, immediatamente fruibili sia dal dipartimento R&D che dalle altre funzioni aziendali. Ciò ha permesso agli sviluppatori di gestire al meglio le priorità e consegnare in tempi contenuti una nuova console di controllo rispondente ai bisogni degli utilizzatori”.

Elena Centamore

R&D Program Manager di Salvagnini

Il progetto Face di NiEW per Salvagnini ha ricevuto un RedDot Award nella categoria Brands & Communication Design 2019, un importante riconoscimento a seguito di una selezione fra migliaia di candidature a livello mondiale.

Daniele De Cia

Founder e Presidente di NiEW

Andrea Violante

CEO di NiEW

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4