Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Processi di Appalto

Responsabilità Solidale delle Imprese. Quali obblighi per Committenti e Fornitori?

La tecnologia può aiutare le aziende a ridurre gli impatti, in termini di operatività e costi, dei nuovi e – irrinunciabili ! – adempimenti normativi tesi a contrastare l’illegalità nei processi di appalto

11 Giu 2013

Le aziende italiane spendono 70 Miliardi di €/anno e circa 35 giorni di lavoro per assolvere ai diversi adempimenti amministrativi loro richiesti. Il “grido di allarme” viene dal Presidente di Unindustria e suona ancora più preoccupante in una fase di crisi dove le aziende devono lottare per difendere, ogni giorno, la propria competività…

Fra i più recenti adempimenti “caricati” sulle spalle delle imprese c’è quanto regolato dalla L. 134/2012 di Responsabilità Solidale negli Appalti. Tale norma obbliga il Committente/Appaltatore ad acquisire la documentazione attestante la correttezza dei versamenti fiscali e contributivi eseguiti dai propri fornitori, lungo tutta la filiera del sub-appalto. Le sanzioni amministrative previste per gli inadempienti possono ammontare anche a 200.000 €! L’intento del legislatore si inserisce in una serie di provvedimenti orientati a garantire, quanto più possibile, la legalità nei processi di appalto, altra urgenza del nostro Sistema Paese… Si tratta dunque di provvedimenti irrinunciabili!

Il problema per le aziende è dunque cercare di ridurre gli impatti – in termini di operatività e possibili sanzioni – indotti dagli improrogabili obiettivi di contrasto alla illegalità negli appalti, sottesi dalla normativa.

BravoSolution risponde a questa esigenza con soluzioni specifiche, che agevolano la raccolta dei documenti richiesti dalla normativa attraverso modalità di interazione strutturata – via web – fra committenti e fornitori, lungo tutta la filiera. I documenti raccolti possono essere certificati con firma digitale e PEC. I risultati dei processi di verifica dei documenti possono “dialogare”, in modo automatico, con i gestionali già presenti in azienda. Le soluzioni sono offerte in modalità “Saas – Software as a Service”, dunque di rapidissima implementazione.

Per maggiori informazioni: infosoluzioni@bravosolution.com

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
appalti
B
BravoSolution
P
pec

Articolo 1 di 5