Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

sponsored story

La digitalizzazione del Paese passa anche per i pagamenti: la semplificazione con il Servizio CBILL

Il servizio, realizzato dal Consorzio CBI e offerto da 450 banche, sta confermando l’apprezzamento delle aziende che lo scelgono come canale di incasso e da parte dei cittadini che hanno necessità di strumenti di pagamento facili e sicuri, disponibili in mobilità. Il Consorzio prenderà parte al Salone dei Pagamenti dal 22 al 24 novembre

13 Nov 2017

Il Piano Triennale per l’Informatica nella PA 2017–2019 ha messo in evidenza il percorso di innovazione già intrapreso da alcuni anni per implementare la trasformazione digitale del Paese che ci consentirà di recuperare il gap con il resto d’Europa. Le imprese bancarie italiane, che lavorano da tempo a fianco del Governo e delle imprese per la creazione di strumenti di pagamento innovativi, hanno investito fortemente già da tempo nella digitalizzazione e offerta di servizi altamente evoluti.

In questo contesto è nato CBILL, il servizio di visualizzazione e pagamento online in modalità multicanale e multibanca di utenze domestiche, ticket sanitari, multe, tributi, tasse ed altro ancora.

Il servizio, realizzato dal Consorzio CBI e offerto in concorrenza da 450 banche, sta confermando l’apprezzamento da parte delle aziende che lo scelgono come canale di incasso e da parte dei cittadini che sempre di più hanno necessità di strumenti di pagamento facili e sicuri, disponibili in mobilità.

Oltre 150 aziende private, tra cui si citano Enel, TIM, Wind, Gruppo Veritas, Gas Natural, Sorgenia e molte altre, hanno scelto il Servizio CBILL per offrire ai propri clienti una modalità digitale semplice di pagamento utenze gas, luce, acqua e altri servizi. A queste si aggiungono le ormai oltre 9.000 Pubbliche Amministrazioni che attraverso l’adesione al nodo pagoPA stanno emettendo avvisi su pagamento per servizi e tributi – quali multe, tasse, ticket sanitari, mense scolastiche ed altri servizi erogati dalla P.A. stessa – ai cittadini indicando il CBILL tra le modalità di pagamento. E molte altre stanno aderendo.

Grazie a CBILL è possibile pagare i propri bollettini ovunque e in qualsiasi momento, a seconda delle necessità e delle abitudini della persona. Il Servizio CBILL è fruibile perciò dall’utente mediante diverse tipologie di canali: internet banking da PC, tablet, smartphone, mobile banking, sportello fisico e ATM. Il cittadino con CBILL ha un unico “cruscotto” per consultare e pagare online i propri debiti e gli avvisi di pagamento della P.A., abbattendo il rischio di doppio pagamento, perché l’utente che utilizza il servizio viene avvertito preventivamente se quel conto spesa è già stato pagato, anche su altri canali.

Tra i vantaggi del servizio vi è inoltre il calcolo automatico dell’importo dovuto: il cittadino potrà quindi beneficiare di un servizio “intelligente” che gli consente in tutta autonomia di visualizzare e saldare l’esatto importo che risulta dovuto alla data dell’operazione, nel caso di tardivi pagamenti rispetto alle scadenze previste, con la certezza di aver chiuso definitivamente la propria posizione debitoria.

Numerosi anche i vantaggi per i Fatturatori che con CBILL possono garantire all’utente una nuova modalità di pagamento semplice, veloce e sicura, migliorando anche la tempestività e la trasparenza delle informazioni erogate. E ancora, semplificazione dei processi di riconciliazione contabile, riduzione degli errori, certezza dell’incasso e riduzione dei tempi di riscossione.

In tale contesto risulta indispensabile fare cultura del digitale e accompagnare e stimolare il percorso di informazione sui pagamenti elettronici, ormai imprescindibile per il nostro Paese. CBILL lo sta facendo con una specifica campagna di comunicazione e con messaggi di sensibilizzazione sull’utilizzo dei pagamenti digitali, che abiliteranno l’efficienza e l’innovazione dei processi, con notevoli risparmi di costo ed investimenti anche pubblici, e che potranno costituire una delle basi per rilanciare il nostro Paese nel panorama europeo.

Al riguardo il Consorzio CBI prenderà parte al Salone dei Pagamenti, l’appuntamento annuale organizzato in collaborazione con l’ABI, rivolto a cittadini, imprese bancarie e non, e Istituzioni in cui saranno affrontati i temi legati all’innovazione tecnologica e alle tendenze che stanno rivoluzionando il mondo dei pagamenti e la vita privata e professionale di tutti noi. L’evento si svolgerà presso il MiCo di Milano dal 22 al 24 novembre prossimi. L’iscrizione è gratuita e può essere effettuata attraverso il sito www.salonedeipagamenti.com in cui sono disponibili anche tutte le informazioni relative alle varie sessioni organizzate dal Consorzio CBI. Tra queste, quella dedicata al servizio CBILL in cui aziende e PA – nella cornice della nuova campagna di comunicazione – si confronteranno per comprendere come accompagnare le persone nell’evoluzione digitale anche nel mondo dei pagamenti.

La digitalizzazione del Paese passa anche per i pagamenti: la semplificazione con il Servizio CBILL

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Google+

    Link

    Articolo 1 di 5