Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Focus

In aumento le esportazioni in Italia. Il Mezzogiorno riduce il gap con le regioni settentrionali. Una Ricerca Istat

Il 2010 è stato l’anno della ripresa delle esportazioni nel nostro Paese. Secondo quanto emerge dall’ultimo rapporto ISTAT sul tema, il trend…

28 Mar 2011

Il 2010 è stato l’anno della ripresa delle esportazioni nel nostro Paese. Secondo quanto emerge dall’ultimo rapporto ISTAT sul tema, il trend positivo ha interessato tutte le regioni italiane con rialzi a cifra doppia. Al primo gradino del podio c’è l’Italia insulare – che con l’incremento delle esportazioni di prodotti petroliferi raffinati ha raggiunto un +51,7% – seguita dall’Italia centrale (+17,2%) e meridionale (+15.9%), che hanno registrato aumenti superiori alla media nazionale. Andando più in profondità, i maggiori incrementi delle esportazioni per le regioni che contribuiscono di più ai flussi commerciali verso l’estero interessano la Sardegna, la Sicilia, il Lazio, la Puglia, il Trentino-Alto Adige e l’Abruzzo.

Dall’analisi dei flussi è emerso inoltre che nel Mezzogiorno – che detiene la quota inferiore sul totale dell’export italiano – le esportazioni sono aumentate del 27%, rivolgendosi soprattutto verso i paesi extra Ue con variazioni particolarmente significative per Russia, paesi Mercosur (America del Sud) e Turchia. Un incremento interessante è stato registrato, per quanto riguarda l’area Ue, anche per le esportazioni verso la Spagna. Per tutte le altre regioni l’incremento maggiore riguarda principalmente le esportazioni verso i Paesi dell’Unione Europea.
Dal punto di vista dei prodotti e della regione di origine delle esportazioni, incrementi significativi si sono avuti dalla Lombardia per metalli di base e prodotti in metallo (esclusi macchine e impianti), sostanze e prodotti chimici, computer, apparecchi elettronici e ottici, macchinari ed altri apparecchi; dalla Sicilia e dalla Sardegna coke e prodotti petroliferi raffinati; dall’Emilia Romagna e dal Veneto macchinari ed altri apparecchi; dal Lazio articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici; dal Piemonte mezzi di trasporto esclusi gli autoveicoli.

Argomenti trattati

Approfondimenti

I
istat

Articolo 1 di 5