Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Gruppo Maldarizzi

Gruppo Maldarizzi

L’azienda che opera nel settore automotive utilizza Wi-Fi e palmari nei magazzini per rendere più veloce il caricamento dei dati sul sistema gestionale

03 Apr 2012

Maldarizzi Automobili opera dal 1979 nel settore automotive,
occupandosi della vendita e assistenza ufficiale per i marchi
Fiat, Alfa Romeo, Lancia, Fiat Professional, Abarth e Jeep (con
la concessionaria Millenia) e Mercedes-Benz (con la
Concessionaria Motoria).

Presente in Puglia con sedi a Bari, Bari-Modugno e Matera e in
Toscana con sede a Firenze, Maldarizzi ha inaugurato da qualche
mese il progetto Dealer Logistics Program (DLP), nato dalla
collaborazione congiunta di Fiat Group Automobiles , IRFA, le
Associazioni (ACIF, AICAR, ACIL) e i Concessionari Pilota.

Si tratta di un progetto per migliorare il flusso logistico,
partito con l’implementazione di un’infrastruttura
per la copertura Wi-Fi delle aree di magazzino ricambi presenti
in tutte le sedi.

Successivamente, con l’obiettivo di formalizzare e
standardizzare i processi logistici di magazzino il gruppo dotato
di palmari gli addetti al post vendita.

I 12 palmari con lettore bar code sono integrati con il sistema
gestionale centralizzato dell’azienda per incrementare
l’efficienza operativa della forza lavoro mobile.

Dall’attività manuale a quella automatica

In precedenza, l’operatore svolgeva manualmente le
attività logistiche dall’ordine alla consegna: infatti,
ogni addetto – ad esempio – utilizzava per il controllo della
merce in arrivo la bolla cartacea spuntando a mano i colli
segnalati in entrata. Ora al momento del ricevimento della merce
il singolo addetto per la medesima attività punta il palmare sul
codice a barre per la lettura che in automatico riconosce la
merce di ciascun collo effettuando la conseguente attività di
smistamento.

Il nuovo palmare, così, tramite la cattura dei dati indica la
giusta allocazione delle quantità lette, ed importa
correttamente tutte le informazioni sul sistema di document
management.

In tal modo, è possibile in tempo reale la visualizzazione e
l’aggiornamento a sistema della disponibilità delle merci
presenti in magazzino a garanzia di una riduzione del rischio di
stock out.

Segnalazioni di merce danneggiata

Il progetto prevede anche eventuali segnalazioni di merce
danneggiata: di seguito al conteggio dei colli, l’operatore
munito di terminale mobile durante il controllo del singolo
ordine ha la possibilità, se riscontra merce danneggiata, di
procedere in tempo reale con la segnalazione delle eventuali
anomalie riscontrate relative alla merce ricevuta, allegando come
prova una foto del prodotto.

Riduzione degli errori di digitazione

L’integrazione dei palmari mobili con il sistema gestionale
aziendale consente la gestione in real time di molti processi
(inventario, prelievi e via dicendo) e del loro stato di
avanzamento a garanzia di un miglioramento in termini di
efficienza delle attività operative con una riduzione dei tempi
di circa il 50% e degli errori di digitazione manuale.

L’ICT Manager di Maldarizzi Corrado Lezza spiega che
la recente introduzione del progetto DLP, esteso a
tutte le realtà del Gruppo, ha permesso di ottimizzare i
processi logistici After Sales dall’ordine alla consegna a
supporto di un reale sviluppo del business ricambi, introducendo
innovazione nei processi e favorendo nel contempo,
l’incremento dell’efficienza della forza lavoro e
dell’intero processo di gestione del magazzino
”.

Articolo 1 di 5