Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Amministrazioni pubbliche

FatturaPA: il Sistema di Interscambio c’è, ma sono attese attività sull’IPA da parte delle amministrazioni

Nonostante il Sistema di Interscambio sia pronto, ad oggi, operativamente sono davvero pochi gli uffici delle Amministrazioni che hanno pubblicato il proprio codice univoco Indice delle Pubbliche Amministrazioni e lo hanno comunicato ai propri fornitori

12 Dic 2013

La nuova procedura di fatturazione elettronica tramite il Sistema di Interscambio è già disponibile dal 6 dicembre 2013 per le amministrazioni pubbliche che intendessero aderire su base volontaria ed a seguito di specifici accordi con i propri fornitori. Tuttavia il regolamento prevede che le amministrazioni identifichino i propri uffici deputati in via esclusiva alla ricezione delle fatture elettroniche e curino il loro inserimento nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) www.indicepa.gov.it.

Nonostante il Sistema di Interscambio sia pronto, ad oggi, operativamente sono davvero pochi gli uffici PA che hanno pubblicato il proprio codice univoco IPA.

Il codice univoco degli uffici centrali e periferici delle amministrazioni è un’informazione fondamentale da inserire nel tracciato XML FatturaPA perché permette di identificare univocamente i destinatari della fattura e di recapitare correttamente le fatture dal Sistema di Interscambio.

Quando le amministrazioni avranno identificato i propri uffici destinatari ed ottenuto dall’IPA i codici ufficio di destinazione delle fatture dovranno darne comunicazione ai fornitori dei contratti in essere che hanno l’obbligo di utilizzarli in sede di emissione della fattura.

Per favorire l’attuazione delle predette regole, sono state fornite dall’Agenzia per l’Italia Digitale apposite Specifiche Operative per l’identificazione univoca degli uffici centrali e periferici delle amministrazioni ed è stata emanata la Circolare della Ragioneria dello Stato del 4 novembre 2013, n. 37.

I fornitori di beni e servizi della PA sono oggi alle prese con l’analisi e la costruzione del nuovo processo di fatturazione elettronica e con la difficoltà operativa di definire nell’anagrafica dei propri sistemi contabili la regola di transcodifica al fine di identificare correttamente i codici univoci degli uffici destinatari delle FatturePA.

A cura del Centro di Competenza Dematerializzazione Doxee

www.doxee.com
Facebook: facebook.com/doxeeinc
Twitter: @DoxeeInc
LinkedIn: linkedin.com/company/doxee
email: marketing@doxee.com

Articolo 1 di 4