Finanza

Project Informatica accelera la crescita grazie all’ingresso del fondo HIG

L’operazione prevede l’acquisizione di una partecipazione di controllo, con l’obiettivo di sostenere i piani di sviluppo dell’azienda bergamasca, che opera nel mercato ICT da 30 anni. Alberto Ghisleni, fondatore e CEO, resta al posto di comando

10 Lug 2020

Redazione

HIG, fondo d’investimento internazionale con 34 miliardi di euro capitale in gestione, ha acquisito una partecipazione di controllo in Project Informatica, la TechCompany attiva da oltre 30 anni nel mercato dei servizi ICT alle imprese. L’obiettivo dell’operazione è sostenere lo sviluppo dell’azienda, cogliendo opportunità di crescita sia organica sia per linee esterne.

Con un fatturato di oltre 130 milioni di euro e 230 dipendenti, Project Informatica è cresciuta significativamente negli ultimi anni, diventando oggi partner tecnologico di riferimento di numerose aziende private e pubbliche.

Il fondo HIG ha una vasta esperienza nel settore IT, con 30 operazioni completate a livello globale.

Alberto Ghisleni, fondatore e CEO di Project Informatica e attuale azionista, continuerà a guidare l’azienda: “L’ingresso di HIG rappresenta, da una parte, il riconoscimento del grande lavoro svolto dal management negli ultimi anni e, dall’altra, segna un momento fondamentale per dare un ulteriore stimolo allo sviluppo futuro della società – ha commentato -. Un’opportunità unica per poter proseguire nel nostro percorso di crescita in termini di competenze e qualità dei servizi, continuando a supportare i nostri clienti con un’offerta tailor-made e strutturata sulle loro singole esigenze”.

Raffaele Legnani, Managing Director a capo dell’ufficio di HIG in Italia, ha aggiunto: “Project Informatica è oggi un primario partner tecnologico nel panorama italiano e vanta un posizionamento favorevole in un mercato in forte crescita grazie alle proprie competenze, flessibilità e alle partnerships con i principali vendors globali”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Project Informatica accelera la crescita grazie all’ingresso del fondo HIG

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 3