Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IT security

HP alza il livello della protezione aziendale

Rinnovata l’offerta di prodotti e soluzioni di sicurezza, mentre aumenta l’impegno verso la prevenzione, grazie a un nuovo team dedicato all’analisi in tempo reale delle minacce

18 Apr 2013

manuela Gianni

Pierpaolo Alì Regional Sales Director HP Enterprise SecurityI dati del report annuale sulla security di HP, il Cyber Security Risk Report, confermano che le aziende non possono abbassare la guardia, perché le minacce continuano a essere numerose, ma indicano anche che le tecniche di protezione devono evolvere rispetto al passato.

«Nel tempo abbiamo visto cambiare le motivazioni degli attacchi, passando dalla sfida puramente tecnologica alla cyber criminalità, in cui viene ricercato il tornaconto economico, ma anche obiettivi di tipo politico, ideologico e industriale – afferma Pierpaolo Alì Regional Sales Director HP Enterprise Security -. Si ripetono però anche attacchi che già conoscevamo 10 anni fa, ma che si ripresentano in modo più sofisticato, come gli attacchi Dos, e anche tecnologie mature presentano nuove vulnerabilità, come il protocollo SCADA».

D’altro canto, le nuove parole chiave dell’IT sono oggi cloud, mobility, social, e big data, trend che cambiano le archietture e richiedono nuovi approcci: «In termini di sicurezza si rischia di perdere visibilità dei dati, ovvero come e da chi vengono acceduti, perché non esiste più il concetto di perimetro dell’azienda da proteggere. Oggi per prendere decisioni efficaci serve una piattaforma di intelligence per la security, non basta una visione parziale».

In questo contesto HP continua non solo a rinnovare l’offerta tecnologica ma anche ad incrementare la capacità di intelligence. L’obiettivo è permettere ai clienti di contrastare le minacce più avanzate, combinando l’accesso a indagini pubbliche e a una rete globale di esperti in sicurezza e mettendo questa esperienza direttamente a servizio dei propri prodotti e servizi.

Di recente la società ha annunciato la creazione dell’organizzazione HP Security Research (HPSR), un nuovo gruppo che offrirà security intelligence attraverso la pubblicazione di rapporti, l’emissione di bollettini sulle minacce e i miglioramenti al portafoglio di soluzioni di sicurezza HP.

HPSR – che sarà parte integrante della business unit HP Enterprise Security Products (ESP) – si occuperà di definire l’agenda di HP sul tema della sicurezza, facendo leva sugli attuali gruppi di ricerca di HP, compresi gli HP DVLabs (il team Tipping Point) – l’organizzazione di ricerca che concentra la propria attività sulla ricerca e sull’analisi delle vulnerabilità – e l’HP Fortify Software Security Research, che si occupa dello sviluppo di procedure di software security . Inoltre, HPSR gestirà il progetto Zero Day Initiative (ZDI), che punta all’identificazione delle imperfezioni software che hanno causato attacchi informatici e violazioni della sicurezza.

Oltre a rinnovare le soluzioni HP Reputation Security Monitor (RepSM) e HP ArcSight Express, HP ha annunciato nuove offerte che permettono alle aziende di ricorrere a funzionalità di comprensione del contesto, per ottenere dai Big Data informazioni di intelligence sulla sicurezza indispensabili per individuare e prevenire più efficacemente le minacce. Le aziende possono applicare automaticamente l’analisi del sentiment e le informazioni relative agli eventi associati alle loro piattaforme per i Big Data e agli eventi di sicurezza.

All’offerta di prodotti, che è anche a misura di PMI, HP mette affianca il team di esperti operativo H24 e i partner del canale che supportano i clienti nell’analisi e forniscono servizi di protezione su misura.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
Alì
H
HP
S
security

Articolo 1 di 5