Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Partnership

Accordo Poste Italiane-Microsoft per il Cloud

Nasce un’offerta di servizi rivolti a professionisti, aziende e PA

09 Lug 2013

Poste Italiane e Microsoft Italia hanno siglato un accordo per fornire servizi integrati innovativi rivolti a professionisti, Pmi e Pubblica Amministrazione. La nuova offerta prevede l’integrazione dei servizi Poste – PEC, Firma Digitale, Conservazione Sostitutiva – con Office 365 e sarà gestita da Poste Italiane attraverso la capillare rete di uffici Poste Impresa.

Massimo Sarmi, Amministratore Delegato di Poste Italiane, ha dichiarato che «L’accordo conferma il forte orientamento all’innovazione che caratterizza Poste Italiane e ne guida lo sviluppo. La partnership è un ulteriore passo compiuto dall’azienda per dare adeguato sostegno alla crescita dei protagonisti della vita economica del Paese».

L’idea alla base del progetto è semplificare l’accesso di professionisti, aziende e PA ai vantaggi del Cloud Computing per migliorare efficienza e produttività. Ai servizi di virtualizzazione della banca dati del cliente – ospitata nel data center di Poste Italiane – e alla digitalizzazione della documentazione e dell’archivio cartacei, si aggiungeranno i servizi di comunicazione e collaborazione di Microsoft Office, SharePoint Online, Exchange Online e Lync Online in un unico servizio Cloud sempre aggiornato, accessibile indipendentemente dal luogo e dal dispositivo.

Secondo la visione dell’Amministratore Delegato di Microsoft Italia, Carlo Purassanta, «Promuovere il processo di innovazione trainato dal Cloud Computing anche a livello italiano è fondamentale, soprattutto perché rappresenta una leva strategica per supportare la crescita delle PMI e la modernizzazione del settore pubblico, due segmenti che possono fare la differenza all’interno dell’economia nazionale. È per questo motivo che siamo entusiasti di collaborare con un protagonista quale Gruppo Poste Italiane, che in virtù del proprio radicamento territoriale è vicino alle esigenze di queste realtà e può accompagnarle in un efficace percorso d’innovazione».

Articolo 1 di 4