Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

servizi al cittadino

A Milano arrivano le Isole digitali

La città fa un passo avanti nella direzione dell’innovazione tecnologica: con il contributo dei privati, nasceranno spazi dotati di totem touchscreen in grado di offrire diversi servizi, copertura Wi-Fi e prese per caricare i device. E parte il carsharing elettrico

18 Ott 2013

Luigi Ferro

Milano dà il via al progetto delle Isole digitali “i nuovi spazi outdoor ad alto tasso di innovazione”. Qualche panchina, telecamere e illuminazione intelligente, wi-fi, possibilità di ricaricare cellulari e tablet, un totem touchscreen (per ora in italiano e inglese) già abilitato per la tecnologia Nfc e quadricicli elettrici biposto, rappresentano la dotazione tecnologica delle quindici Isole spuntate in città che dovrebbero raddopiare entro febbraio.

A2A, Ducati Energia, Microsoft, Telecom Italia, Beee e Linear sono i partner dell’operazione avviata “interamente a costo zero per le casse comunali”, come ha sottolineato Sergio Mancuso, vice direttore generale e responsabile area Innovazione Economica e Sviluppo. L’investimento di quattro milioni di euro è stato coperto per oltre tre milioni dalle aziende (un’isola è stata interamente finanziata da un privato), mentre la parte restante è stata coperta con i soldi di un bando regionale.

Ai totem, ha aggiunto Mancuso, spetta il compito di fornire informazioni turistiche, su mobilità e viabilità, ma in futuro potranno essere utilizzati anche per pagare tributi, prenotare eventi o altro. Altri servizi che potrebbero ospitare riguardano la chiamata del taxi, soccorsi, telesanità e servizi multimediali per le zone con il portale del Comune.

Con i quadricicli l’amministrazione milanese dà un ulteriore impulso al car sharing. Dopo il lancio di Car2go, il sevizio di car sharing che utilizza le Smart, e il successo del bike sharing ora arriva il momento dell’elettrico. EQSharing mette a disposizione sessanta mezzi che diventeranno novanta a metà novembre e 120 a febbraio. Durante le prime due settimane presso nove delle quindici isole delle hostess spiegheranno ai cittadini il funzionamento dei veicoli accompagnandoli nei test drive. Poi dalla prossima setitmana sarà possibile iscriversi con una tessera annuale di trenta euro e una settimanale di dieci euro. Il costo al minuto è di 0,13 euro al minuto per una tariffazione minima di quindici minuti. Da lunedì 21 ottobre e fino al 30 novembre sarà possibile iscirversi al servizio e abilitare gratuitamente la tessera.

Argomenti trattati

Approfondimenti

M
MIlano
P
PA
P
pubblica amministrazione

Articolo 1 di 5