Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Business Case

Ente Ospedaliero Ospedali Galliera

L’Ente genovese ha messo i documenti clinico-sanitari online per eliminare la carta

23 Mag 2011

L’Ente Ospedaliero Ospedali Galliera, uno dei principali complessi ospedalieri di Genova, fin dal 2005 si è posto l’obiettivo di eliminare la carta e le pellicole in tutte le fasi relative alla gestione della documentazione clinico-sanitaria e, a partire dal 2009, i Servizi Informatici e Telecomunicazioni (SIET) dell’Ospedale hanno sviluppato un’applicazione web denominata W:ood (WEB Ospedale Orientato al Digitale), finalizzata alla notifica e alla consultazione dematerializzata dei documenti clinici.


L’attività propedeutica all’implementazione di questa soluzione ha riguardato l’integrazione delle varie anagrafiche e l’allocazione in un unico repository dei diversi documenti prodotti dai vari applicativi verticali. Per esprimere al meglio il potenziale informativo di tutta la documentazione disponibile (oltre 600.000 referti l’anno), si è poi proceduto alla realizzazione di un sistema di indicizzazione dei documenti e allo sviluppo dell’interfaccia di notifica e consultazione degli stessi e delle relative immagini DICOM.


Nello specifico la soluzione W:ood è costituita da un’applicazione web, sviluppata internamente e con strumenti open source, che consente per i documenti clinico-sanitari di:

  • rafforzare il valore probatorio mediante l’apposizione di una marca temporale da parte di un ente terzo certificato;
  • consentire la trasmissione dei documenti all’interno e all’esterno dell’Ospedale;
  • realizzare strumenti di notifica ai richiedenti dei documenti disponibili e registrare ogni evento di accesso al sistema e al singolo documento;
  • attuare la conservazione legale sostitutiva nel rispetto delle regole tecniche impartite da DigitPA;
  • realizzare un repository documentale multidisciplinare;
  • visualizzare le immagini DICOM, contestuali al referto, via browser (HTML, no plugin);
  • fornire l’accesso via API (Application Programming Interface) alle funzioni di ricerca e consultazione per l’integrazione di software di terze parti.


Il progetto è nato dalle esigenze di dotare gli operatori sanitari di strumenti informatici e regole che consentissero la circolazione esclusivamente per canali informatici dei documenti prodotti digitalmente, favorire la soppressione di carta e pellicole, ricevere in modo rapido informazioni relative a un paziente e avere una visione completa della relativa storia clinica (impostando filtri di ricerca specifici e confrontando referti e immagini). Ad un anno dal concept, la soluzione è stata resa operativa e funzionante in tutti i reparti dell’Ente Ospedaliero, da quelli di degenza al Pronto Soccorso. I destinatari della soluzione, sponsorizzata soprattutto dalla Direzione ICT e dalla Direzione Strategica, non sono solo gli operatori sanitari dell’Azienda, ma anche i cittadini, per i quali sono previste e regolamentate le modalità di accesso web per la visualizzazione e il download dei propri documenti.

Tra i principali benefici, la soluzione W:ood ha permesso pertanto una riduzione della documentazione cartacea, una riduzione dei tempi di reperibilità della documentazione archiviata, un miglioramento in termini di qualità della documentazione e dei processi di monitoraggio e controllo dell’attività sanitaria. Il miglioramento e l’incremento delle funzionalità della soluzione è costante: uno degli ultimi sviluppi è stata l’interfaccia web di consultazione di documenti accessibile da dispositivi mobile. Inoltre, è in sperimentazione l’interfaccia per la stampa e la consegna dei referti al cittadino.

Articolo 1 di 5